Cerca nel quotidiano:


Covid-19, al via il tampone in auto

In piazzale Montello (stadio) il servizio di Drive trough organizzato dalla USL Toscana nord ovest. Attenzione: non ci si deve presentare spontaneamente chiedendo di essere sottoposti a tampone. Verrà fatta una lista

Venerdì 3 Aprile 2020 — 15:29

Mediagallery

Ci si affianca al tendone e il personale sanitario effettua il test. L'automobilista non dovrà mai scendere dalla vettura. Il sindaco: "Questa iniziativa è quel quid in più che ci riempie di orgoglio. Continuiamo a rispettare le regole"

E’ attivo dal 3 aprile nel piazzale Montello, in zona stadio, il servizio di Drive trough (foto Amore Bianco) organizzato dalla USL Toscana Nord Ovest (che il 3 aprile ha presentato anche l’Alfa Covid). Il servizio – già in atto a livello internazionale e in Toscana nei territori di Massa, Lucca, Versilia, Pisa, Pontedera, Elba e Lunigiana – consiste nell’effettuare il tampone, in auto, per l’individuazione del Covid-19. Come hanno subito chiarito sindaco e dirigenti USL – Laura Brizzi responsabile di zona livornese e Moira Borgioli direttore unità operativa complessa assistenza infermieristica territoriale zona distretto Livorno, Pisa e Versilia – nel corso della conferenza stampa che QuiLivorno.it ha trasmesso in diretta Fb, non ci si deve e non ci si può presentare spontaneamente nel piazzale chiedendo di essere sottoposti a tampone. Ci sono dei criteri definiti dal dipartimento di prevenzione USL (come, ad esempio, fine quarantena, operatori sanitari, persone venute a contatto con contagiati, ecc…). Criteri per i quali si rientrerà, o meno, nella lista di persone (automobilisti) che dovranno effettuare, previa chiamata del Cup su segnalazione dell’Ufficio di Igiene Pubblica, il Drive trough (termine ripreso dal mondo della Formula Uno e che indica, durante una gara, il passaggio di un pilota a velocità ridotta dai box per scontare una penalità). Come funziona la procedura è semplice: l’automobilista si affianca al tendone mobile della Regione Toscana (presente in rappresentanza il consigliere regionale Pd Francesco Gazzetti) e il personale sanitario, dotato chiaramente di tutti i DPI del caso, effettua il test. L’automobilista non dovrà mai scendere dalla vettura. “Questo, capite bene, è un servizio – hanno spiegato le dirigenti USL – che ci consente di velocizzare l’offerta tampone. Per fare il test con il Drive trough ci vogliono dai 3 ai 5 minuti”. Soddisfatto il sindaco: “Questa iniziativa è quel quid in più che ci riempie di orgoglio. Continuiamo a rispettare le regole”.

Riproduzione riservata ©

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003 e degli art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.
Il commento e il nick name da lei inseriti potranno essere pubblicati solo previa lettura da parte della redazione. La redazione si riserva il diritto di non pubblicare o pubblicare moderandolo sia il commento che il nick name. Se acconsente prema il bottone qui sotto “commenta l’articolo”.