Cerca nel quotidiano:


Sovradosaggio, cambia la procedura di preparazione e somministrazione

Dal 19 maggio in tutti gli hub della USL Toscana nord ovest standard ancora più stringente: ora gli operatori devono diluire il flacone e preparare sei siringhe e solo dopo procedere alle iniezioni

Giovedì 20 Maggio 2021 — 12:00

Mediagallery

È stata inoltre predisposta una checklist, come quella dei piloti degli aerei prima del decollo, che prevede il controllo di ogni fase

Dopo il caso di sovradosaggio a Massa del 9 maggio e il caso di sovradosaggio di Livorno all’Hub vaccinale Pala Modigliani del 17 maggio, dalla USL Toscana nord ovest fanno sapere che a seguito di quanto accaduto è stato deciso di cambiare il protocollo di preparazione e somministrazione in tutti i punti vaccinali dell’Asl. Dal 19 maggio negli hub i vaccinatori non seguono più i passaggi indicati dalle raccomandazioni del ministero della Salute, ma uno standard ancora più stringente. Prima veniva aspirata una dose alla volta all’ingresso di ogni nuovo paziente nel box di somministrazione, dopo aver diluito la fiala con soluzione fisiologica. Adesso gli operatori devono diluire il flacone e preparare fin da subito sei siringhe e solo dopo procedere alle iniezioni. Dovendo prima preparare sei siringhe, fanno ancora sapere dalla USL, sarà più difficile sbagliare. È stata predisposta una checklist, come quella dei piloti degli aerei prima del decollo, che prevede il controllo di ogni fase: dalla diluizione alla preparazione incluse la registrazione iniziale e finale della sessione. Prima di cominciare, dunque, si verificano la presenza di tutti i materiali necessari alla vaccinazione. In questo modo si ritiene quindi di minimizzare il rischio di errori.

Riproduzione riservata ©