Cerca nel quotidiano:


“Il calcio in classe”: i più piccoli tornano allo stadio

Tutte le scuole aderenti avranno la possibilità di assistere ai match della prima squadra. I calciatori incontreranno gli scolari in classe per portare un messaggio di fair play e educazione allo sport

giovedì 04 ottobre 2018 16:39

Mediagallery

Il Livorno Calcio, con la collaborazione dell’Ufficio Provinciale Scolastico e di Ctt Nord, anche nella stagione 2018-19 sarà vicino agli alunni di tutte le classi di Livorno e provincia attraverso l’iniziativa “Il Calcio in classe”. Tutte le scuole che aderiranno all’iniziativa avranno la possibilità di assistere ai match della prima squadra. I calciatori incontreranno gli scolari nelle loro classi per portare un messaggio di fair play ed educazione allo sport.
Alla presentazione dell’evento hanno partecipato: Anna Pezzati (Direttrice ufficio scolastico provinciale), Luigina Fabiani (Responsabile coordinatrice progetti scuola-sport), Maurizio Laudicino (marketing Livorno Calcio), Fernandez Affricano (consulente Livorno Calcio per rapporti con esterno), Andrea Morini (assessore sport Comune di Livorno), Emilio Chiavacci (Agenzia Scorpio) e Bruno Bastogi (Dirigente mobilità Ctt Nord).

“L’anno scorso – esordisce Laudicino – abbiamo portato molti alunni allo stadio grazie a Ctt Nord che si è fatta carico di questo impegno. Il nostro obiettivo è quello di sensibilizzare al tifo corretto i più piccoli e per questo andremo nelle scuole ad insegnare l’educazione sportiva”.
Questo progetto va avanti da una decina d’anni come spiega Luigina Fabiani: “Quest’anno abbiamo avuto la richiesta anche da parte della scuola d’infanzia D’Azeglio a testimonianza della bontà del nostro lavoro”. Le novità però non sono finite: “Il nostro obiettivo – sottolinea la direttrice Pezzati – è quello di abbinare questa iniziativa all‘alternanza scuola-lavoro. Per noi è importante poter allargare il progetto anche a tutta la provincia di Livorno”. Come detto, tutto questo non sarebbe possibile senza il contributo di Ctt Nord: “Organizzare il trasporto di molti ragazzi – spiega Bastogi – non è semplice. L’anno scorso abbiamo avuto la fortuna di poter avere con noi circa 600 alunni. Quest’anno siamo già a 11 adesioni (scuole, ndr) e speriamo di poter fare sempre meglio”.

Riproduzione riservata ©

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003 e degli art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.
Il commento e il nick name da lei inseriti potranno essere pubblicati solo previa lettura da parte della redazione. La redazione si riserva il diritto di non pubblicare o pubblicare moderandolo sia il commento che il nick name. Se acconsente prema il bottone qui sotto “commenta l’articolo”.

Passa alla versione desktop Torna alla versione responsive