Cerca nel quotidiano:


Accademia dello Sport Karate ancora protagonista in una delle gare più attese dell’anno

Una edizione, quella del presidente Fesam Maurizio Mazza, da ricordate per il team labronico che porta a casa ben 6 prestigiose medaglie, 1 oro 1 argento e 4 bronzi

Lunedì 4 Aprile 2022 — 19:10

L’Open di San Marino finalmente torna con la sua XIII° edizione dopo ripetuti rinvii causa pandemia. Una edizione, quella del presidente Fesam Maurizio Mazza, da ricordate per il team labronico che porta a casa ben 6 prestigiose medaglie, 1 oro 1 argento e 4 bronzi.
Ai piedi del Monte Titano, all’interno del Multieventi Sport Domus, ben 108 società con quasi 600 atleti in gara. Ben quattordici gli atleti dei Maestri Carmelo Triglia e Alessio Magnelli in gara per l’Accademia dello Sport, impegnati nei 4 tatami di gara nella specialità di kumite (combattimento) e kata (forma).
Per il kumite bronzo nella categoria Under21 -75kg per Joele Bargagna, bronzo nella cat. Cadetti +70kg per Emanuele Magnelli e bronzo nella cat. cadetti -52kg per Federico Picchiotti, autori tutti e tre di una splendida gara con diversi incontri disputati.
Subito fuori dal podio, ma autori di una gara altrettanto dignitosa, Andrea Bonacci nella cadetti -52kg e Nicolas Gulfi nella Senior -75kg, entrambi 5° dopo aver perso la finale per la medaglia di bronzo. Medaglia d’oro per Alessio Magnelli nella categoria Master -75kg.
Sempre nella specialità kumite buone le prove di Manuele Miniati nella cat. Junior +76 e Giada Barontini Junior +59kg autori entrambi di due incontri e di Davide Bonacci nella cat. Junior -61kg, Federico Bini nella Cadetti -61kg e Francesco Navacchi nella Under14 -55kg.
Nella specialità kata, bene i due Master in gara Daniele Miotto 2° nella categoria Master C e Daniela Parlanti 3° nella categoria Master D femminile. Buona anche la prova di Matteo Garzelli che perde la finale per medaglia di bronzo arrivando al 5° posto.

Riproduzione riservata ©