Cerca nel quotidiano:


Danze latine. È Diletta la campionessa nazionale

Livornese doc, classe 1996, Diletta Liguoro ha ottenuto, insieme al ballerino massarosese Alessio Venturi, il primo premio nella competizione nazionale “RiparTIAMO” organizzata dalla Fids (Federazione italiana danza sportiva)

Lunedì 22 Marzo 2021 — 08:12

di Giulia Bellaveglia

Mediagallery

La neo campionessa: "Mi sono buttata in questa avventura quasi per gioco. A causa della pandemia gli allenamenti sono stati interrotti per lungo tempo e sono ripartiti solamente a metà febbraio. Avrei sperato in un podio, ma non mi sarei mai aspettata di arrivare prima"

È Diletta Liguoro la campionessa italiana di danze latine di classe B1. Sulla pista del Playhall di Riccione, la ballerina labronica ha infatti conquistato il primo premio della competizione nazionale “RiparTIAMO” organizzata dalla Fids (Federazione italiana danza sportiva) insieme al ballerino massarosese Alessio Venturi.
“Mi sono buttata in questa avventura quasi per gioco – racconta Liguoro – A causa della pandemia gli allenamenti sono stati interrotti per lungo tempo e sono ripartiti solamente a metà febbraio. Avrei sperato in un podio, ma non mi sarei mai aspettata di arrivare prima”.
Nel corso della gara i due atleti hanno proposto un programma composto da cinque balli di latino americano (samba, cha cha cha, rumba, paso doble e jive) sorpassando nove coppie provenienti da tutta Italia.
“L’ultima competizione a cui abbiamo partecipato si è svolta nel 2019, prima del Covid. Il clima di questo incontro è stato chiaramente molto diverso – prosegue – Le procedure di sicurezza sono state seguite scrupolosamente e l’unico momento in cui potevamo togliere la mascherina era sulla pista da ballo. Questa avventura è stata percepita, esattamente come suggerisce il nome del campionato, come un segnale di ripartenza anche per la nostra attività”.
Uno sport amato da moltissimo tempo. “Ho iniziato a ballare latino americano, o meglio baby latin, a dieci anni e in gruppo alla Dance master studio, dove mi alleno tutt’oggi. Nel 2008 alcune circostanze della vita mi hanno costretto ad interrompere e ho ripreso la pratica solo nel 2018”.
Nonostante le regole dovute all’attuale situazione sanitaria alla giovane promessa della danza sportiva non sono mancati l’affetto e il sostegno.
“Per questa vittoria ringrazio i miei insegnanti Riccardo Bonaretti e Lucia Di Domenico per ciò che, grazie alla loro pazienza e dedizione, sono riuscita ad imparare, Alessio che ha deciso di buttarsi in quest’avventura insieme a me e i miei genitori che, pur non essendo stati presenti a causa delle restrizioni, mi sono stati vicini anche da lontano”.
Poi c’è il futuro. “Adesso? Testa ai prossimi campionati italiani che si terranno a Rimini quest’estate. Ce la metteremo tutta!” conclude entusiasta.

Riproduzione riservata ©