Cerca nel quotidiano:


Irene, diploma all’Iti e titolo europeo di kickboxing

Irene ha conquistato il titolo nonostante gli impegni scolastici non le abbiano permesso di seguire la preparazione atletica al 100%. "Il mio grazie più grande al mio maestro". Rizzoli: "Sei la numero 1"

martedì 01 Ottobre 2019 18:45

di Giulia Bellaveglia

Mediagallery

Classe 2000, la livornese Irene Cipriani, già campionessa mondiale nel settembre 2018, il 23 agosto a Győr in Ungheria si è laureata campionessa europea di kickboxing (categoria oltre 70 kg), nonostante avesse sostenuto gli esami di maturità il mese prima. “Quest’anno a causa degli esami di maturità a cui mi sono dedicata a tempo pieno, ho dovuto ritardare la preparazione ai campionati europei – ha raccontato Cipriani – Questo ha comportato non poche difficoltà per la gara, ma sono proprio queste difficoltà ad aver reso ancora più emozionante la vittoria”.
Proprio a causa degli impegni scolastici, che hanno fatto conseguire alla giovane atleta livornese un diploma di chimica all’Iti, Cipriani non è riuscita a seguire la dieta della sua preparazione atletica al cento per cento e questo ha comportato uno spostamento in una categoria con atlete più grandi.
Allenata dal maestro Massimo Rizzoli,  titolare della scuola di combattimento Rendoki Dojo – dove si allenano, tra gli altri, Chiara Penco campionessa mondiale di MMA (pesi paglia 52 kg), Dario Bellandi campione europeo MMA (pesi medi 83,9 kg), Giorgio Pietrini, Davide Baneschi, Ashley Rosi, oltre ad una rosa di atleti di belle speranze classe junior kickboxing – Cipriani, già campionessa del mondo nel 2016 e nel 2018 ha battuto in finale un’avversaria molto più alta. “Quando siamo partiti ho visto Irene un po’ triste probabilmente per il fatto di non essere riuscita a completare la sua preparazione come sempre – ha commentato Rizzoli – Ma non avevo dubbi sul fatto che si sarebbe fatta valere anche questa volta e infatti così è stato. Hai combattuto in una categoria non tua, in mezzo alle giganti. E li hai sconfitti tutti quei draghi. Eri e resti la migliore, la numero 1. Attraverso il ring, negli “scontri” di questi giorni hai vinto molto di più di un oro. Ma adesso l’Italia della kickboxing e il Rendoki godono di quello. Mi rode solo una cosa: sei stata talmente brava, coraggiosa e perfetta che non ho niente da brontolarti”.
“Il ringraziamento più grande che mi sento di fare è al mio maestro Massimo Rizzoli che ormai da quindici anni mi allena nella sua palestra e senza il quale non avrei ottenuto niente – ha concluso affettuosamente Cipriani – Poi ai miei compagni di allenamento che si sono sacrificati con me durante tutta l’estate ed infine alla mia famiglia che mi accompagna da sempre in tutti i miei impegni sportivi”.

Riproduzione riservata ©

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003 e degli art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.
Il commento e il nick name da lei inseriti potranno essere pubblicati solo previa lettura da parte della redazione. La redazione si riserva il diritto di non pubblicare o pubblicare moderandolo sia il commento che il nick name. Se acconsente prema il bottone qui sotto “commenta l’articolo”.