Cerca nel quotidiano:


“Livorno-Washington”. Tre giorni di festa per i 100 anni dell’Unione Canottieri Livornesi

Un evento varato per celebrare il Centenario dell’Unione Canottieri Livornesi in ricordo della sfida olimpica di Berlino 1936, dove l’Otto statunitense prevalse di un soffio sull’equipaggio italiano

mercoledì 19 Giugno 2019 12:38

Mediagallery

Tre giorni pieni di appuntamenti per la Livorno-Washington, l’evento internazionale che si svolgerà a Livorno giovedì 20, venerdì 21 e sabato 22 giugno. Un evento varato per celebrare il Centenario dell’Unione Canottieri Livornesi in ricordo della sfida olimpica di Berlino 1936, dove l’Otto statunitense prevalse di un soffio sull’equipaggio italiano.
Sullo specchio d’acqua di Grunau, gli USA erano rappresentati dall’Università di Washington, mentre l’Italia schierò i mitici Scarronzoni, tutti atleti livornesi cresciuti nella storica cantina dell’Unione Canottieri Livornesi sugli Scali d’Azeglio.
In pratica si trattò di una rivincita, poiché nelle precedenti Olimpiadi di Los Angeles 1932, l’equipaggio livornese era stato sconfitto per appena due decimi di secondo dalla fortissima squadra californiana dell’Università di Berkeley.

L’evento Livorno-Washington, ideato dallo scrittore e regista Rossano Vittori (vice-presidente dell’Unione Canottieri Livornesi),e voluto dal presidente Matteo Orsini e dai consiglieri della società Claudio Coca, Francesco Masoni e Giacomo Tacconi, ripropone l’epica sfida di Berlino a distanza di oltre 80 anni, per rendere omaggio a tutti gli scarronzoni e ai “boys” americani.
Le rappresentative della blasonata Washington University e della gloriosa società biancoblu si confronteranno sabato 22 giugno, alle ore 12, nello specchio d’acqua dello Scolmatore al Calambrone. Nell’armo livornese ci saranno campioni come Luca Agamennoni, Dario Lari, Emiliano Ceccatelli, in quello statunitense altri campioni quali Jacob Morton, Eric Benca e gli italiani Guglielmo Carcano e Pietro Zileri.
Allenatori della squadra livornese, l’olimpionico Massimo Marconcini. Direttore sportivo Leone Galoppini. Allenatrice del team americano, la timoniera Yaz Farook, già capitano della nazionale statunitense, medaglia olimpica e campionessa del mondo. La cerimonia di premiazione si svolgerà alle 17,30 nella cantina sugli Scali d’Azeglio 11, a cui seguirà la visita in battello degli atleti alle cantine rionali in festa. L’equipaggio statunitense sarà invece ospite a pranzo venerdì sotto il monumento caratterizzante della nostra città, il tutto a cura di Paolo e Piero Lenzi del Bar Quattro Mori.
Durante la Livorno-Washington, si svolgeranno iniziative culturali in collaborazione con la Washington University e l’Università di Pisa.

Programma evento LIVORNO-WASHINGTON (20, 21 e 22 giugno):

Giovedì 20 Giugno: Accoglienza ospiti della Washington University all’Apicoltura dottor Pescia, figlio e nipote degli scarronzoni Pescino e Mario, a Rosignano Marittimo. Squadre americana e livornese, con dirigenti sportivi, in visita Museo delle imbarcazioni dell’Autorità portuale e al Museo Fattori di Villa Mimbelli. Segue Tour turistico con SightSeeing e festa nel quartiere San Marco-Pontino in onore dei canottieri americani e livornesi.

Venerdì 21 Giugno, ore 16: Ricevimento squadre e dirigenti in Comune di Livorno dal sindaco Luca Salvetti.

Ore 18,30: Incontro sul “Gazzettiere americano”, dizionario enciclopedico sul nuovo continente pubblicato a Livorno nel 1763. Intervengono il prof. Eric Cohen, docente della Washington University, il prof. Maurizio Vernassa dell’Università di Pisa, l’editore Silvia Dibatte, la presidente del Propeller club Livorno Maria Gloria Giani e lo scrittore Rossano Vittori.

Sabato 22 Giugno:

Ore 11, Scolmatore (Calambrone): Lancio paracadutisti sportivi della Brigata Folgore.

Ore 12: Partenza Livorno-Washington.

Ore 17,30, cantina storica dell’Unione Canottieri Livornesi, via d’Azeglio 11: Cerimonia di premiazione alla presenza delle autorità, con esecuzione dell’inno statunitense e dell’inno di Mameli. Ad eseguire gli inni nazionali sarà la Banda del litorale “Oreste Carlini”.  La soprano Piera Coppola canterà l’inno americano.

Sarà presente il gruppo in costume della “Livornina”. Seguirà un giro in battello, che porterà gli atleti americani e italiani a visitare le cantine rionali in festa. Presso la cantina dell’Unione Canottieri Livornesi e delle cantine dell’Ovo Sodo,  Pontino San Marco, Venezia e Borgo verranno fatte cene con musica dedicate agli Scarronzoni e ai “boys” americani.

Madrina dell’evento Livorno-Washington, Giulia Quintavalle, campionessa olimpica di judo. Padrino dell’evento Alessio Sartori, campione olimpico e campione del mondo di canottaggio.

La manifestazione è patrocinata dal Comune e dalla Provincia di Livorno, e dalla Federazione Italiana Canottaggio.

Riproduzione riservata ©

2 commenti

 
  1. # cris

    il tragitto esatto della regata si può conoscere ?

  2. # ferrico

    La regata si svolgera’ allo scolmatore, su quello che era il campo di regata di canottaggio. Partenza nei pressi del ponte della ferrovia, arrivo , dopo 2000 mt, poco dopo la sede dell’Unione Canottieri Livornesi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003 e degli art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.
Il commento e il nick name da lei inseriti potranno essere pubblicati solo previa lettura da parte della redazione. La redazione si riserva il diritto di non pubblicare o pubblicare moderandolo sia il commento che il nick name. Se acconsente prema il bottone qui sotto “commenta l’articolo”.