Cerca nel quotidiano:

Condividi:

Mobilitazione solidale per il basket in carrozzina

Domenica 30 Ottobre 2022 — 18:47

Dopo la denuncia del presidente della Toscana Disabili Sport Maurizio Melis riguardo ai furti di palloni e trolley si mobilitano associazionismo, società sportive e privati cittadini indignati per l'accaduto

Dopo la denuncia del Presidente della Toscana Disabili Sport Maurizio Melis riguardo ai furti subiti (con un danno di oltre un migliaio di euro) alla Bastia, nella quale sono “spariti” 7 palloni da basket marchiati “TDS” e un intero trolley con dentro gli attrezzi nuovi di zecca che venivano utilizzati per la manutenzione delle carrozzine da gioco, si mobilitano associazionismo, società sportive e privati cittadini indignati per l’accaduto.
L’Anpana, sezione di Livorno, l’associazione che tante opere fa in favore degli animali e si occupa spesso della manutenzione degli spazi pubblici cittadini (non ultima la sistemazione di Piazza Dante), non ha perso tempo: già sul conto della TDS sono arrivati 150 euro, frutto della volontà unanime di tutti i soci. E, in occasione della partita di serie B della Libertas 1947, l’Associazione Tifosi ha organizzato una raccolta fondi in favore dell’associazione che si occupa dell’avviamento allo sport delle persone con disabilità.
Emozionato e commosso il presidente Melis: “Con la Libertas 1947 del Presidente Consigli si va sempre più stringendo una collaborazione che ci vede uniti nell’obiettivo di essere utili per la città, al di là di qualsiasi logica commerciale, nell’unanime convinzione che lo sport sia la strada per eccellenza per uscire dall’isolamento sociale, per riabilitare gli emarginati, per sconfiggere la delinquenza, soprattutto minorile, e il bullismo. Tra l’altro ci sono stati rubati proprio i palloni che ci erano stati regalati l’anno scorso proprio dalla Libertas, e ora l’Associazione Tifosi, anche qui all’unanimità, indignata per l’accaduto, ha voluto organizzare questa commovente raccolta”.
“Con l’Anpana è un’altra bellissima storia di quello che significa cooperazione tra le associazioni cittadine. Entrambi facciamo parte della Consulta cittadina delle Associazioni della presidentessa Sandra Biasci, abbiamo avuto modo di conoscere la precisione con cui operano perché da qualche anno sono loro ad organizzare l’angolo delle associazioni ad Effetto Venezia, a cui partecipiamo. Qualche mese fa una delle loro macchine subì un grosso danno ad opera di ignoti, e ci sembrò normale inviare loro un contributo per riparare, perché siamo associazioni di cittadini, sappiamo come sopravvivono le associazioni, il volontariato ce l’abbiamo nel sangue, io stesso sono volontario anche nella Misericordia di Livorno. Loro si dimostrarono commossi di quel gesto che per noi era stato spontaneo, e oggi è partito altrettanto spontaneamente il loro gesto per noi. Tutto questo è bellissimo”.
E poi ci sono tanti cittadini che si sono offerti di contribuire, giusto?
“Sì, ho ricevuto tantissimi messaggi, alcuni semplicissimi: ‘Voglio contribuire ad acquistare quello che vi hanno rubato’, emozionanti proprio per la loro semplicità che ne dimostrava l’indignazione per l’accaduto. Per tutti i cittadini che volessero farlo, per un bonifico il nostro IBAN è IT97C 06230 13901 0000 4060 2920 intestato a Toscana Disabili Sport, oppure via Paypal sull’indirizzo mail [email protected] Ringrazio in anticipo tutti”.
Sappiamo che i primi palloni scomparsi sono già stati ricomprati…
“Vero, abbiamo dovuto farlo dando fondo alle nostre risorse finanziarie, altrimenti non avremmo potuto proseguire con gli allenamenti, e per farlo abbiamo sottratto risorse alle altre attività associative, come il nuoto. I soldi che arriveranno saranno destinati proprio alla partecipazione del gruppo del nuoto ai prossimi campionati italiani di nuoto paralimpico in programma a Fabriano in novembre”.

Condividi:

Riproduzione riservata ©