Cerca nel quotidiano:

Condividi:

Picchi Calcio, Uappala presenta l’area tecnica e le novità della prossima stagione

Venerdì 4 Agosto 2023 — 10:32

Nella foto principale il patron di Uappala e l'amministratore unico, Mirko Pejani a sinistra e Roberto Piccini a destra. Per le altre foto cliccate sulla prima e scorrete

Il patron di Uappala, Pejani: "Realizzeremo un centro sportivo all'avanguardia. Vogliamo crescere con particolare attenzione ai valori fuori dal campo, per questo prevediamo anche 20 borse di studio". Il sindaco: "Una proposta di qualità sia nei nomi che negli investimenti". Brilli-Cogoni allenatore e allenatore in seconda della prima squadra

di Giulia Bellaveglia

“Lo sport, il calcio in particolare, è un qualcosa che appartiene a tutti. Con l’ingresso nel Picchi il nostro obiettivo è quello di riportare la società, la più antica matricola della provincia di Livorno, ad un certo livello dal punto di vista tecnico con particolare attenzione ai valori comportamentali dei nostri ragazzi”. Con queste parole Mirko Pejani, patron di Uappala, la nuova proprietà del Picchi Calcio, ha aperto al Grand Hotel Palazzo davanti ad una platea gremita, la conferenza stampa di presentazione dell’area tecnica della società e di alcune importanti novità in vista del campionato di Promozione 2023/24. “In Banditella vogliamo realizzare un centro sportivo all’avanguardia – prosegue Pejani – dotato di pannelli fotovoltaici e centro medico riabilitativo/sportivo aperto a tutta la città, oltre a spogliatoi da 20-25 postazioni, tribuna e impianto di illuminazione. Entro il 31 ottobre, poi, contiamo di inaugurare un campo in erba sintetica e dal punto di vista tecnico avvieremo alcuni accordi con la Lucchese, che consentiranno scambi di calciatori, proficui per entrambi. Sport e studio devono andare di pari passo. Ecco perché, oltre al resto, istituiremo 20 borse di studio per i ragazzi più meritevoli”. Accanto a lui, l’amministratore unico di Uappala Roberto Piccini: “Siamo al lavoro per continuare la gloriosa storia del Picchi offrendo ai giovani, e a tutti coloro che vogliono competere, l’opportunità di essere attori protagonisti”.
Per quanto riguarda l’area tecnica, la conduzione della prima squadra è stata affidata a Mirco Brilli, calciatore professionista nel ruolo di libero dal ’76 al ’92, tra serie C e serie B, e allenatore di esperienza ventennale (1 campionato di Eccellenza vinto da allenatore nel ’92 con il Livorno e mister, fino all’anno scorso, della formazione Juniores Nazionali del Livorno con la quale ha sfiorato la promozione ai play off): “Quando sono stato contattato – dice – non ho avuto dubbi nell’accettare. Siamo partiti un po’ in ritardo, ma pensiamo di aver costruito una buona squadra. Il campo ci darà la risposta”. Secondo di Brilli sarà Angelo Cogoni, calciatore del Livorno dal ’69 al ’75, dagli Allievi fino alla prima squadra, arrivando a giocare come professionista in serie C. Come Brilli, ruolo libero. Questi gli altri componenti dell’area tecnica: Stefano Piccini, direttore generale, Claudio Ramacciotti allenatore juniores, Riccardo Cipriani allenatore allievi elite, Luca Signorini allenatore allievi di merito, Walter Cardinali allenatore giovanissimi elite, Matteo Lenzi allenatore giovanissimi, Massimo Fattori responsabile scuola calcio (vice Claudio Dini) e settore giovanile, Fabrizio Vivaldi preparatore portieri, Fabrizio Corbino preparatore portieri settore giovanile e professor Manganiello in qualità di preparatore atletico. “Una proposta di qualità sia nei nomi scelti che negli investimenti annunciati – commenta il sindaco Luca Salvetti – per una società che ha scritto pagine di storia importanti e che riparte con entusiasmo. Lo dico da ex calciatore, da sindaco e da genitore. Grazie alla professionalità di Mirko e Roberto il Picchi ha tutte le carte in regola per crescere per crescere”.

Condividi:

Riproduzione riservata ©