Cerca nel quotidiano:


Argento e bronzo: brilla il fioretto delle Fiamme Oro in Coppa del Mondo

Le soddisfazioni questa volta sono a livello mondiale grazie ai podi arrivati nelle ultime tappe di Coppa del Mondo disputatesi rispettivamente a Parigi e a Poznan in Polonia con gli allievi di Vannini, Edoardo Luperi e Martina Favaretto

Mercoledì 19 Gennaio 2022 — 18:13

Mediagallery

Grandi soddisfazioni per il fioretto azzurro delle Fiamme Oro tecnicamente seguito a fondo pedana e in palestra quotidianamente dal maestro livornese Marco Vannini (foto in pagina di Augusto Bizzi per FederScherma).
Le soddisfazioni questa volta sono a livello mondiale se si considera le medaglie arrivate dalle ultime tappe di Coppa del Mondo disputatesi rispettivamente a Parigi e a Poznan in Polonia. Sotto la torre Eiffel è il livornese Edoardo Luperi a mettersi al collo la medaglia d’argento meritatamente conquistata dopo un percorso fantastico.
Il fiorettista labronico nella sua giornata di dirette ha battuto nettamente il coreano Jyae Gyu Chung 15-2, poi il giapponese Toshiya Saito 15-10 e l’americano Sidarth Kumbla 15-8. Un percorso netto e deciso quello che lo ha portato dunque ai quarti di finale dove ha proseguito il suo cammino vincente superando il francese Alexandre Sido col punteggio di 15-9 e l’americano Chase Emmer per 15-13. La finale lo ha visto sfidarsi col campione olimpico in carica Ka Long Cheung: il portacolori di Hong Kong è stato in vantaggio per tutto l’assalto, ma l’azzurro è stato in grado di tenergli testa fino al 15-12 che ha chiuso la gara. Complimenti vivissimi per questa medaglia di valore che Luperi è riuscito a portare a Livorno con orgoglio e tenacia.
Buona anche la prova anche dell’altro livornese Lorenzo Nista, tesserato per l’Accademia della Scherma di Livorno e allenato dal maestro Paoletti. Il fiorettista conclude la prova con un 27esimo posto dopo una buona fase a gironi dove ha totalizzato 4 vittorie e 2 sconfitte. Per le dirette Nista supera il turno dei 128  con un 15 a 9 contro lo statunitense Louie, il tabellone preliminare dei 64  grazie al 15-14 inferto al canadese  Haaster e quello principale dei 64 superando per 15 a 12 l’egiziano Hamza. La sconfitta arriva poi nei 32 dove l’atleta dell’Accademia della Scherma deve cedere il passo al coreano Kim per 15 a 5.
Bravo anche il giovane Filippo Macchi, anche lui poliziotto allenato dal maestro Marco Vannini nell’alveo della sezione Fiamme Oro di Livorno che saluta Parigi con un 13esimo posto raggiunto arrivando nel tabellone dei 16 dove è stato costretto poi ad arrendersi all’atleta di Hong Kong, Choi per 15 stoccate a 11
In campo femminile arriva la medaglia di bronzo per Martina Favaretto impegnata in Polonia a Poznan nella seconda tappa del circuito iridato. La giovane campionessa veneta si è trasferita a Livorno la scorsa estate per farsi seguire tecnicamente dal maestro Marco Vannini delle Fiamme Oro e i risultati non stanno infatti tardando ad arrivare. Era partita addirittura dai gironi del venerdì la giovane fiorettista. Dopo il buon inizio nella fase preliminare, l’atleta delle Fiamme Oro, campionessa italiana Under 20 della stagione scorsa, è riuscita a scatenarsi battendo 15-4 la svedese Schreiber, poi vincendo il derby azzurro – e veneto – con Erica Cipressa per 15-10, prima d’imporsi sulla giapponese Ueno per 8-4 e di dominare nei quarti di finale la russa Sunduchkova, sconfitta 15-3. In semifinale altro derby azzurro, stavolta perso, contro Alice Volpi (trionfatrice di tappa) per 15 a 11.

Riproduzione riservata ©