Cerca nel quotidiano:


Asd Folgore protagonista al Gran Karate Fan di Zagabria

Con resistenza alla fatica nei combattimenti sostenuti dal folgorino Andrea Bozzi, è stata conquistata la medaglia d’oro nella categoria Juniores (16 - 17 anni d’età) peso + 76 Kg

Lunedì 17 Gennaio 2022 — 13:05

Mediagallery

Con forte caparbietà il folgorino Jacopo Citi ha conquistato la medaglia d’argento nella categoria Cadetti (14-15 anni d’età), effettuando il “salto di categoria” concorrendo nella categoria di età superiore

Sport in sicurezza, in ottemperanza alle disposizioni governative in riferimento alla situazione epidemiologica per Covid-19, è l’esperienza maturata dal settore giovanile costituito dalla Asd Esercito – 187 Folgore di Livorno, che ha preso parte, sabato scorso, alla competizione internazionale “Gran Karate Fan”, svoltosi presso l’impianto sportivo di Zagabria – Croazia.

Anche in questo momento di rallentamento dell’attività agonistica, non è bastato per frenare l’entusiasmo dei giovani “atleti combattenti” che si sono confrontati sui quadri di gara, dopo aver ultimato il “pacchetto intensivo di allenamento” proposto durante le vacanze natalizie scolastiche scorse.

Con resistenza alla fatica nei combattimenti sostenuti dal folgorino Andrea Bozzi, è stata conquistata la medaglia d’oro nella categoria Juniores (16 – 17 anni d’età) peso + 76 Kg.

Altrettanto, senza alcun cenno di perdita di motivazione, Edoardo Ligas ha conquistato la medaglia d’argento nella categoria U 14 (12-13 anni) peso – 49 Kg.

Inoltre, con forte caparbietà il folgorino Jacopo Citi ha conquistato la medaglia d’argento nella categoria Cadetti (14-15 anni d’età), effettuando il “salto di categoria” concorrendo nella categoria di età superiore a quella prevista, l’attuale U 14, che nella stessa, ha conquistato la medaglia di bronzo, peso – 44 Kg.

Grande soddisfazione dalla Direzione Tecnica di Antonio Citi, non solo per i traguardi raggiunti dai folgorini a termine della competizione, ma per l’ estrema dedizione motivazionale espressa e dimostrata dai giovani talenti provenienti dal “tour de force” invernale (composto dai 13 giorni e 36 H di training intensivo e specifico).

Riproduzione riservata ©