Cerca nel quotidiano:


Atletica, al Gran Galà “Drovandi” arrivano le star del salto in alto

Le gare giovanili inizieranno alle ore 17.30 per proseguire poi con gli Assoluti, fissati orientativamente per le 19.30. Tantissima attesa per i livornesi Stefano Borea (2.02) e Andrea Lemmi (2.26). In gara anche il campione Marco Fassinotti (2.36) e lo spagnolo Carlos Rojas (2.20)

giovedì 04 Luglio 2019 12:23

di Filippo Ciapini

Mediagallery

Sabato 6 luglio il camposcuola Renato Martelli ospiterà il sesto Gran Galà Vittoriano Drovandi, ex campione di salto in alto e stimato tecnico scomparso nel 2013. “Siamo già al sesto anno in cui è venuto a mancare Vittoriano, fortunatamente l’Atletica Livorno non si è mai dimenticata di lui – ha sottolineato la moglie di Drovandi, Luciana Cioni – questa è una festa che continuerà ad essere apprezzata da amici e parenti e soprattutto da Vittoriano, quando vado al camposcuola ricevo sempre complimenti da tutti, per me è sempre un’emozione”.
Al Gran Galà parteciperanno i più importanti atleti di salto in alto da tutta Italia e, per la prima volta, l’Atletica Livorno si aprirà all’estero, rappresentato dal nazionale spagnolo Carlos Rojas (personale di 2.20 juniores e stagionale 2.16). Tra gli italiani, invece, saranno presenti Alessandro Bellelli (personale di 2.14), il genovese Simone Luminoso (2.12), Davide Lingua (2.09), il veterano Giuseppe Carollo (2.20), il Sanmarinese Matteo Mosconi, terzo ai giochi dei piccoli stati con San Marino e la “bomba” Marco Fassinotti, atleta clou della manifestazione che vanta nel suo palmarès, oltre al personale di 2.35, diverse apparizioni e vittorie ai Mondiali, Europei e Diamond League. I fari, però, saranno puntati sui ragazzi di casa, Stefano Borea (2.02) che sta attraversando un ottimo momento di forma e soprattutto Andrea Lemmi, ex allievo di Drovandi con 2.26 di personale e 2.14 stagionale. Quest’ultimo che ha spiegato come questo galà stia, gradualmente, avendo sempre più successo e rilevanza mediatica: “Contattiamo e veniamo soprattutto contattati da tantissimi allenatori, doveva venire anche il “Messi” del salto in alto, Zhang Guowei (2.38 personale), ma purtroppo dopo aver dato conferma, ieri si è fatto male ai flessori di una gamba e non potrà partecipare. È un peccato – continua Lemmi – non poter dare spazio anche al femminile, avevamo ricevuto tantissime chiamate ma purtroppo non abbiamo potuto farla”.
Sì perché il camposcuola ha a disposizione una solo impianto adibito al salto in alto con una seconda pedana in condizioni disastrate e poco sicure per cui è stato deciso, per ragioni di sicurezza, di non effettuare la gara femminile. Come analizzato dal presidente dell’Atletica Livorno Claudio Cerrai, non è solo un problema relativo al salto in alto. “Il camposcuola è quasi a pezzi, la pista si sta alzando come piazza Cavallotti, è stata fatta del 1998 e fino al 2014 era in buone condizioni – specifica Cerrai – Abbiamo chiesto più volte incontri con l’ex assessore allo sport, ma ci hanno ignorato completamente. È brutto perché in piena stagione è una vera e propria cittadella con mille ragazzi. Resta comunque un campo bello e nel verde, ma nei dettagli c’è roba vecchia, peccato perché potremmo avere le caratteristiche di una città che potrebbe ospitare manifestazioni importantissime come i Mondiali”.
Le gare giovanili inizieranno alle 17,30 per proseguire poi con gli Assoluti, fissati orientativamente per le 19,30.

Riproduzione riservata ©

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003 e degli art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.
Il commento e il nick name da lei inseriti potranno essere pubblicati solo previa lettura da parte della redazione. La redazione si riserva il diritto di non pubblicare o pubblicare moderandolo sia il commento che il nick name. Se acconsente prema il bottone qui sotto “commenta l’articolo”.