Cerca nel quotidiano:

Condividi:

Atletica, anche il presidente della federazione alla consegna delle borse di studio Libertas Unicusano

Giovedì 17 Novembre 2022 — 16:55

A fare gli onori di casa il sindaco Luca Salvetti. Presenzieranno anche il prefetto Paolo D’Attilio, il presidente della Libertas Atletica Unicusano (e delegato provinciale CONI) Giovanni Giannone, la prof.ssa Luigina Fabiani dell’Ufficio Scolastico Provinciale, rappresentanti dell’Università Niccolò Cusano

Parteciperà anche il presidente della Federazione Italiana Atletica Leggera, Stefano Mei, alla consegna delle borse di studio Unicusano, in programma venerdì 18 novembrealle 17 nella Sala Cerimonie del Palazzo Comunale.

A fare gli onori di casa il sindaco Luca Salvetti. Presenzieranno anche il prefetto Paolo D’Attilio, il presidente della Libertas Atletica Unicusano (e delegato provinciale CONI) Giovanni Giannone, la prof.ssa Luigina Fabiani dell’Ufficio Scolastico Provinciale, rappresentanti dell’Università Niccolò Cusano.

Per questa seconda edizione dell’iniziativa, sono sei gli studenti-atleti che potranno usufruire delle borse di studio messe in palio in collaborazione con l’Università Niccolò Cusano e riservate agli studenti più meritevoli dell’Atletica Libertas Unicusano, che hanno saputo meglio coniugare lo studio con i risultati agonistici. Le borse di studio vengono infatti assegnate considerando la media dei voti scolastici/universitari ottenuti e i punteggi che le tabelle federali attribuiscono ai risultati tecnico-sportivi raggiunti.

“Una iniziativa – si legge nella nota diffusa dall’Atletica Libertas Unicusano – che già di per sé rappresenta un fiore all’occhiello per la Società amaranto, ma che assume una rilevanza importante in quanto le borse di studio sono intitolate a tre ragazzi, tre atleti prematuramente scomparsi negli ultimi anni: Leonardo Trainni, Dario Pistolozzi e Andrea Matteucci, affinché il loro ricordo non sia mai cancellato e rimanga sempre scolpito nelle menti. I valori che lo sport può insegnare ai giovani sono tanti, compreso il ricordo di chi purtroppo non c’è più. Accanto ai rappresentanti delle istituzioni, ai dirigenti, ai genitori e agli amici dei ragazzi, la presenza del Presidente della Federazione Italiana di Atletica Leggera dimostra la bontà e la rilevanza sociale nazionale dell’iniziativa”.

I premiati –  Per le scuole secondarie di primo grado riceveranno una borsa di studio Carlotta Masoni, classe 2010, atleta polivalente che vanta ottimi risultati nel cross, nella marcia, nei 2000 metri, nei 1000 metri e nei 600 metri piani, ed Edoardo Gori, classe 2008, che vanta ottimi tempi nella velocità (50, 80 e 150 metri), nel salto in lungo e nel salto triplo.

Per le scuole secondarie di secondo grado vincono la borsa di studio Valentina Bianchini, classe 2003, ottima atleta nel settore ostacoli, quarta sui 60 metri ostacoli ai campionati italiani indoor e sempre quarta ai campionati italiani all’aperto sui 100 ostacoli, e Sofia Fiorini, nata nel 2004, specialista nella marcia, ha vestito la maglia della nazionale italiana nel 2022 a Muscat (Oman) per il campionato del mondo a squadre, chiudendo la sua gara sui 10 Km con il 19° posto al mondo; ha anche collezionato una serie di secondi e terzi posti ai campionati italiani.

Per la categoria universitari, Erica Sorrentino, classe 1998, che tra l’altro si è laureata nei giorni scorsi, atleta specialista nel fondo e nelle siepi tra le migliori italiane, vincitrice del titolo italiano universitario dei 3000 siepi e campionessa regionale toscana. Ha anche vinto molte gare nel cross.

Altro universitario vincitore di borsa di studio Alessandro Sion, atleta nato nel 2002 che predilige gli sport multipli, già azzurro ai campionati mondiali under 20 a Nairobi nel 2021 con un significativo settimo posto e azzurro anche ai campionati europei a Tallin, vincitore dei campionati italiani indoor nella gara di eptathlon e con un eccellente terzo posto agli assoluti di decathlon, con ottimi punteggi nel salto in lungo, salto in alto, salto con l’asta, getto del peso e lancio del giavellotto.

Condividi:

Riproduzione riservata ©