Cerca nel quotidiano:


Basket, serie B. La Libertas cede solo nel finale: ko a San Miniato (85-72)

Per 30’ gli amaranto hanno mascherato le assenze grazie ad una concentrazione feroce e a ottime scelte di tiro che hanno costretto i quotati padroni di casa a remare a lungo controcorrente. Nel finale però la Libertas è andata in debito d’ossigeno

Lunedì 15 Novembre 2021 — 08:39

Mediagallery

Priva di capitan Forti, Ammannato e anche di Onojaife (a riposo precauzionale per un affaticamento al ginocchio operato la scorsa primavera), la Libertas Maurelli perde l’imbattibilità esterna sul campo di La Patrie Etrusca San Miniato (85-72 il risultato finale).

Per 30’ gli amaranto hanno mascherato le assenze grazie ad una concentrazione feroce e a ottime scelte di tiro che hanno costretto i quotati padroni di casa a remare a lungo controcorrente. Nel finale però la Libertas è andata in debito d’ossigeno sebbene Fantozzi abbia concesso alti minutaggi anche ai giovani Kuuba (15) e Mancini (11).

La partita. In avvio San Miniato sembra prendere il sopravvento (15-8 all’8’), ma la Libertas c’è e non solo ricuce lo strappo, ma riesce pure a scappare via sul +9 grazie a Davide Marchini che entra in gas e firma otto punti consecutivi (32-41 al 18’). Il secondo quarto della Libertas è perfetto con gli amaranto che chiudono la frazione senza neanche una palla persa e si presentato all’intervallo lungo sul + 7 (34-41). Nel terzo quarto, pronti via Ricci mette la tripla del +10, ma con calma e grazie ad almeno tre fischi arbitrali rivedibili, San Miniato rientra progressivamente in partita, sospinta da superTozzi, di gran lunga il migliore in campo. La Libertas prova a resistere, ma con le energie ormai al lumicino incassa un pesante 30-15 nell’ultimo quarto e chiude a -13, uno scarto che non fotografa bene quanto visto in campo.

Coach Alessandro Fantozzi: “Ho visto più di venti minuti buonissimi. Anche il terzo quarto mi è piaciuto. L’ultima frazione invece è stata negativa. San Miniato vi è arrivato con più benzina in corpo e noi ci siamo fatti irretire dalla loro fisicità. Sul piano atletico nell’ultima parte della gara ci hanno superato e di questo abbiamo risentito sia in attacco che in difesa. Purtroppo nell’ultimo quarto abbiamo mollato un po’ con la testa e questo non deve assolutamente accadere”.

TABELLINO.

La Patrie San Miniato – Libertas Livorno 1947 85-72
(19-18, 15-23, 21-16, 30-15)

La Patrie San MiniatoLuca Tozzi 22 (8/9, 2/4), Nicola Mastrangelo 15 (4/8, 1/5), Renato Quartuccio 14 (3/4, 2/3), Edoardo Caversazio 13 (5/6, 1/3), Giulio Candotto 9 (0/1, 2/5), Antonio Lorenzetti 8 (4/10, 0/0), Stefano Capozio 2 (0/1, 0/1), V.j. Alberto Benites 2 (1/4, 0/0), Lorenzo Bellachioma 0 (0/1, 0/1), Leonardo Scomparin 0 (0/0, 0/0), Giosué Tamburini 0 (0/0, 0/0), Marco Ermelani 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 11 / 12 – Rimbalzi: 32 5 + 27 (Antonio Lorenzetti 9) – Assist: 13 (Renato Quartuccio 6)

Libertas Livorno 1947Antonello Ricci 20 (5/7, 2/3), Davide Marchini 17 (3/5, 2/6), Luca Toniato 10 (4/8, 0/0), Andrea Casella 9 (1/5, 1/2), Ivan Morgillo 9 (4/8, 0/1), Costantino Bechi 6 (2/4, 0/0), Gregor Kuuba 1 (0/1, 0/0), Gianni Mancini 0 (0/1, 0/0), Dario Mazzantino 1 (0/0, 0/0), Stefano Mori 0 (0/0, 0/0), Matteo Geromin 0 (0/0, 0/0), Iker Ciano 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 19 / 26 – Rimbalzi: 27 3 + 24 (Luca Toniato 7) – Assist: 4 (Antonello Ricci Davide MarchiniAndrea CasellaCostantino Bechi 1)

Riproduzione riservata ©