Cerca nel quotidiano:


Beach Volley, le agenti della municipale sono argento ai campionati italiani

Per il Comando di Livorno erano presenti Elisa Esposito, Manuela Mariani, Chiara Ercole, Elena Grimaldi e Matteo Manzi per la categoria maschile

Lunedì 4 Ottobre 2021 — 12:54

Mediagallery

Dal 26 al 30 settembre si sono svolti a Riccione i campionati italiani di beach volley ASPMI, riservati alle polizie municipali d’Italia.
Dopo un anno di stop dovuto alla pandemia del Covid-19 si sono ritrovati sui campi del Beach Arena di Riccione agenti e ufficiali dei comandi di Riccione, Rimini, Torino, Pogliano Milanese, Brescia, Venezia, Genova, Savona, Ravenna, Pesaro, Firenze, Pomezia.
Per il Comando di Livorno erano presenti Elisa Esposito, Matteo Manzi, Manuela Mariani, Chiara Ercole e Elena Grimaldi.
Gli agenti labronici hanno ottenuto un ottimo secondo posto nella categoria 3×3 femminile con Esposito, Mariani e Grimaldi.
Dopo aver vinto una bellissima semifinale con Torino, in finale si sono arrese alle padrone di casa di Riccione, perdendo 22-20 il primo set e 21-16 il secondo.
Buon quarto posto nella categoria mista con Manzi, Mariani, Ercole e Guarnieri (del comando di Firenze) dopo aver perso in semifinale al tie break con Torino si sono arresi nella finale per il terzo posto a Pogliano Milanese.
Nella categoria 2×2 maschile Manzi in coppia con Guarnieri sono usciti ai quarti di finale contro la coppia di Genova A.
Ciò che distingue queste manifestazioni oltre alla sana rivalità sportiva in campo è l’amicizia e la forza di fare gruppo fuori dal campo. Quest’anno gli agenti delle polizie municipali che hanno partecipato al campionato italiano ASPMI di beach volley non hanno dimenticato di fare solidarietà facendo una raccolta fondi per aiutare l’associazione Giacomo Sintini che sostiene la ricerca medica contro leucemie, linfomi e mieloma.

Classifiche finali

3×3 femminile
1° Riccione
2° Livorno
3° Torino

2×2 maschile
1° Riccione A
2° Brescia
3° Riccione B

3×3 misto
1° Riccione A
2° Torino
3° Pogliano Milanese

Riproduzione riservata ©