Cerca nel quotidiano:

Condividi:

Bodybuilding. Simonini non si ferma più: ancora un oro e un argento

Martedì 22 Novembre 2022 — 17:22

Al centro Michael Simonini durante la gara dell'Olympia Cup Cibb a Borgaro Torinese

Adesso all'orizzonte di Simonini c'è la gara del 4 dicembre che lo riporterà sempre a Borgaro Torinese per il suo esordio ufficiale nei professionisti. "Sarà davvero dura, ma come sempre - conclude Simonini - non mi do per vinto in partenza. Sto già lavorando durissimo per arrivare a quella data al massimo della mia forma"

di Giacomo Niccolini

Michael Simonini non si ferma più. Il bodybuilder professionista labronico del Team Lenzi continua a mietere successi gara dopo gara salendo ogni volta su di un podio sempre più prestigioso. È accaduto anche domenica 20 novembre quando nella bellissima cornice dell’Hotel Atlantic Congress & Spa di Borgaro Torinese (Piemonte) all’Olympia Cup Cibb, l’atleta livornese ha conquistato un’altra medaglia d’oro nella categoria 75-85 Kg e un prestigioso argento negli assoluti cedendo solo davanti ad un avversario 60enne premiato dalla giuria per il bellissimo percorso in carriera. “Sono molto felice di questi risultati che sto ottenendo. Anche domenica a Borgaro Torinese ho ancora una volta dimostrato il mio ottimo stato di forma. Questa volta ero da solo. Il mio preparatore-amico, Emanuele Lenzi, era impegnato in altre gare e così è stato ancor più difficile dover gestire al meglio la preparazione pre-esibizione gestendo acqua e alimentazione e soprattutto non avendo un supporto psicologico come quello che sa fornirmi Emanuele”. Nonostante questo Simonini ha sbaragliato la concorrenza nella sua categoria grazie ad uno stato di forma eccezionale ed un tiraggio egregio e ad una qualità muscolare che solo lui sa portare sul palco. “Peccato per l’argento negli assoluti – spiega il livornese a QuiLivorno.it – anche se sono molto contento dei complimenti ricevuti in primis dal vincitore che si è congratulato vivamente per quanto visto con la mia performance contro avversari di altissimo livello”.
“Un risultato arrivato – conclude Simonini anche grazie anche all’aiuto effettivo di Roberto Puccio, il mio massofisioterapista dello studio di Forte dei Marmi che tutti chiamano affettuosamente Il Meccanico visto che ripara tutto quello che non funziona del nostro corpo e che ha contribuito sia grazie alla sua professionalità che come supporto personale alla mia partecipazione e quindi alla conquista di queste due medaglie”.
Adesso all’orizzonte di Simonini c’è la gara del 4 dicembre che lo riporterà sempre a Borgaro Torinese per il suo esordio ufficiale nei professionisti. “Sarà davvero dura, ma come sempre – conclude Simonini – non mi do per vinto in partenza. Sto già lavorando durissimo per arrivare a quella data al massimo della mia forma”.

Condividi:

Riproduzione riservata ©