Cerca nel quotidiano:


Brilla d’argento il fioretto di Karen Biasco. Nella sciabola Cantini è 5°

Nel fioretto maschile ottimo 5º posto per Gabriel Giardinelli che cede solo al vincitore della gara Franzoni di Roma, Nella sciabola femminile si fermano nei 32 le atlete del Fides Monaldi e Iervasi

Lunedì 20 Gennaio 2020 — 16:41

Mediagallery

Weekend importante per le lame del Circolo Scherma Fides impegnate nel fioretto e nella sciabola nella seconda prova nazionale cadetti. A brillare nel fioretto femminile (su 127 partecipanti) è stata Karen Biasco con una prestigiosa medaglia d’argento. Per lei tutte vittorie nel girone piazzandosi numero 9 dell’eliminazione diretta dove nei 64 sconfigge Crivellaro di Vicenza per 15-4 , poi si aggiudica lo scontro inter-sala con l’altra atleta del Fides Beatrice Prusciano, la quale aveva espresso davvero un’ottima scherma fino a quel momento. Peccato che si siano incontrate proprio nei 16esimi.
Sopo è il turno della forte atleta di Ancona Pianella contro la quale Biasco mette a segno una vittoria per 15-12. Nell’incontro che vale il podio incontra la numero 1, Ferrari di Como, e dopo essere stata in svantaggio per 14-10, trova la forza ed il carattere per rimontare andando a vincere per 15-14. Immensa.
In semifinale vince con grandissima lucidità contro la Incorvaia di Monza per 15-5. Stratosferica. Nella finalissima viene però un po’ schiacciata dall’iniziativa dell’avversaria e perde per 15-10 contro Gambitta di Ancona. Resta comunque incredibile la sua gara, considerata anche la sua giovanissima età (2004) .
Bene anche Beatrice Bibite (2005) la più piccola del gruppo che, dopo un ottimo girone di qualificazione e due incontri di eliminazione diretta vinti, si ferma contro un avversario alla portata, subendo ancora un po’ la sua inesperienza.
Nel fioretto maschile ottimo 5º posto per Gabriel Giardinelli che cede solo al vincitore della gara Franzoni di Roma. Numero 2 dopo i gironi, si impone al secondo turno di diretta su Santarelli di Jesi 15-10, poi su Rossitto di Siracusa 15-12, poi su Zorzan di Milano e contro Guidotti di Lucca per 15-14, recuperando uno svantaggio di 13-10. Purtroppo un po’ di sfortuna per Gregorio Isolani che non riesce a esprimere tutto il suo talento e valore, fermato nei 16esimi in un assalto gestito non al meglio. Più indietro Alexander Milano, ragazzo dalle grandi doti che però non riesce ancora ad esprimere con continuità. Ma anche per lui, siamo sicuri, arriverà il momento. Appuntamento tra 7 giorni sempre a Roma per la coppa del Mondo cadetti dove il Circolo Fides, assicurano i maestri, si presenterà agguerrito più che mai.
Ottimi risultati vengono anche dalla sciabola. Di nuovo tra i primi il classe 2004 Cantini. Con il 5° posto in classifica finale Edoardo ha confermato tutte le sue doti che ormai lo contraddistinguono da tempo. Nonostante non si sia potuto esprimere al meglio per un risentimento alla caviglia che lo frena da un paio di settimane, ha comunque raggiunto un altro ottimo piazzamento importante anche in prospettiva della convocazione in nazionale per i campionati Europei U17 che si svolgeranno a Porec a fine febbraio. Nella stessa categoria ottimi segnali anche dai più “giovani” cadetti Casavecchia, Ribaudo, Bertini che gara dopo gara dimostrano una continua crescita. Buona la prestazione anche di La Comba e Santini.
Nella gara femminile si è fermata nei 32 la corsa di Monaldi e Iervasi. Noemi ha sicuramente subito la pressione della gara di selezione decisiva per la convocazione ai campionati continentali di categoria. A Noemi va comunque il merito di essersi potuta giocare fino alla fine una possibile convocazione che ad inizio anno sembrava solo un “sogno impossible”. Un’esperienza comunque utile per il futuro che non scalfisce la stima nei suoi confronti. Come anticipato brava Giulia Iervasi arrivate nei 32, sciabolatrice che ultimamente non si è potuta allenare con continuità per motivi di studio. Buoni i segnali anche da Azzurra Strati (2005) che ha perso alla prima diretta.

Riproduzione riservata ©