Cerca nel quotidiano:


Bruciante sconfitta casalinga per la Ortopedia Michelotti Tds Livorno

Pesante la sconfitta (9-71) per la Ortopedia Michelotti TDS Livorno sabato 19 marzo alla Bastia. Al di là del punteggio, gli amaranto sono sembrati giù di forma e con le reazioni ovattate in quasi tutti gli atleti in campo

Domenica 20 Marzo 2022 — 09:33

Mediagallery

Pesante la sconfitta (9-71) per la Ortopedia Michelotti TDS Livorno sabato 19 marzo alla Bastia. Al di là del punteggio, gli amaranto sono sembrati giù di forma e con le reazioni ovattate in quasi tutti gli atleti in campo, il che fa segnare una regressione rispetto all’ultima trasferta a Bologna, dove pur perdendo nettamente, hanno giocato con pazienza e con maggiori risultati, dimostrando una difesa accettabile contro i forti avversari.
Anche il Rimini, squadra di metà classifica con giocatori di grande esperienza, era una forte avversaria per i labronici alle prese col loro secondo campionato, e il risultato non è mai stato in discussione neppure prima della palla a due.
La cosa più preoccupante è che i ragazzi di coach Melis sono sembrati stanchi, il che pone forti interrogativi per le due partite che la TDS dovrà disputare oggi (domenica 20), una dietro l’altra, alle 10 e alle 14,30 sempre alla Bastia contro l’Asinara Porto Torres, squadra che fa compagnia ai livornesi con 0 punti in fondo alla classifica, e che quindi sembra finalmente alla portata dei padroni di casa.
Riusciranno i nostri eroi a conquistare la prima vittoria sul campo della loro storia? Sarà necessaria una maggiore consapevolezza dei propri mezzi e una buona rotazione delle forze in campo, e mettere sul parquet tutti i progressi che la squadra ha dimostrato in questo suo secondo campionato. Dal 17enne Pietro Passerini al lungo Alessandro Ferretti, i ragazzi che possono fare risultato ci sono.
Staremo a vedere, e speriamo che tanti livornesi vadano ad incoraggiarli.

Nella foto di Marco Pannocchia in primo piano Pietro Passerini.

Riproduzione riservata ©