Cerca nel quotidiano:


Calcio a 5, serie C1. La 10 Livorno fa il blitz battendo Midland per 4 a 3

Per la Midland una buona partita giocata almeno alla pari contro la quarta forza del campionato ma, alla fine dei giochi, nessun punto per i padroni di casa per risollevarsi nella classifica del campionato anche se la squadra appare in ripresa

Giovedì 10 Marzo 2022 — 09:35

Mediagallery

MIDLAND G.S. 3
LA 10 LIVORNO 4

Marcatori: 9° e 21 p.t. Benfatto (M), 14° p.t. Pedani rig. (L), 24° p.t. Raddi (L); 6° s.t.  Celli (M), 7° e 13° s.t. Pedani (L).

Midland G.S.: 1) Becherucci, 2) Tempesti, 3) Fizialetti, 4) Mitrado, 5) Celli, 6) Bonini, 7) Pini, 8) Barbato, 9) Benfatto, 10) Biagiotti, 11) Bonifacio, 22) Casini. All. Dino Del Re

La 10 Livorno: 1) Vernace, 2) Sireno, 3) Stara, 6) Pedani, 7) Raddi,  8) Principato, 9) Gani, 11) Bartolucci, 13) Colucci, 15) Ananias, 16) Bruna. All. Francesco Agosti

Per la Midland una buona partita giocata almeno alla pari contro la quarta forza del campionato ma, alla fine dei giochi, nessun punto per i padroni di casa per risollevarsi nella classifica del campionato anche se la squadra appare in ripresa.
Per lunghi tratti i rosso-blu hanno giocato anche meglio dei più quotati avversari ma hanno vanificato il tutto commettendo errori da cui sono scaturiti tutti e quattro i gol al passivo.
Iniziano molto bene i padroni di casa e già al 2° potrebbero passare in vantaggio con un bel servizio di Celli per capitan Biagiotti.
Dopo una bella uscita di Becherucci su Principato, fiorentini ancora vicini al gol: bella azione in velocità sull’asse Celli, Biagiotti, Pini, ma la conclusione in diagonale non trova lo specchio della porta.
Il vantaggio è però nell’aria. Al 9° Bonifacio conquista palla e in slalom sconquassa la difesa avversaria liberando Benfatto che non ha difficoltà  a superare Vernace.
Midland in controllo fino all’invenzione di Pedani che con una magia si libera in area. Mitrado è in ritardo e lo stende da dietro. Rigore inevitabile che lo stesso Pedani trasforma.
Il pari non ferma i rossoblu che ci riprovano al 20° quando Celli scodella per Mitrado ma la conclusione a porta vuota finisce incredibilmente fuori. Questa volta, gol sbagliato, gol segnato. Un minuto dopo è infatti Pini ad assistere Guly Benfatto e il bomber dell’Under 21 firma la sua doppietta personale. Anche questo vantaggio fiorentino dura poco. Una puntata senza grosse pretese di Raddi inganna Becherucci.
Prima del riposo bella combinazione Pini-Barbato con pallonetto fuori di poco del fantasista rossoblu e sull’altro fronte riscatto di Becherucci su un nuovo tentativo di Raddi. A metà gara il risultato di parità sta oggettivamente stretto ai ragazzi di Dino Del Re.
Al rientro in campo sembrano più pimpanti i nero-oro che si fanno pericolosi con il solito Raddi fermato da una bella uscita del portiere fiorentino. Allo scoccare del 6° minuto, torna in vantaggio la Midland. Federico Pini, evidentemente a suo agio nel ruolo di assist-man, serve di testa Gigi Celli che elude l’uscita di Vernace e deposita in fondo al sacco portando per la terza volta in vantaggio i padroni di casa. Ma non c’è tempo neanche per esultare. È  lo stesso “ex Firenze” a commettere una leggerezza per lui non abituale. Il suo retropassaggio è intercettato dal rapidissimo Pedani che non ha difficoltà a riportare i suoi in parità.
Minuto dodici, dalla possibilità di riallungare per la Midland grazie a una caparbia azione di Bonini conclusa fuori da buona posizione a un’altra palla persa che innesca il contropiede livornese. Pericolo che sembra sventato dalla chiusura di Becherucci in angolo ma proprio dal corner battuto da Raddi è ancora il diciannovenne Tommaso Pedani a farsi trovare pronto per la sua tripletta personale e per il primo vantaggio labronico che poi risulterà decisivo.
Nell’ultimo quarto di gara la Midland ci prova anche se, inevitabilmente, si scopre e rischia sulle conclusioni di Raddi e Sireno. Al 28°conclusione perfetta di Tancredi Bonifacio. Vernace è nettamente battuto ma il palo della porta ospite impedisce ai fiorentini di conquistare un punto ampiamente meritato sul campo.

Riproduzione riservata ©