Cerca nel quotidiano:

Condividi:

Calcio, torna il torneo “Sara Mazzi”. Domenica via alla 28esima edizione

Mercoledì 15 Giugno 2022 — 16:26

Il torneo si terrà domenica 19 giugno al campo sportivo “Mario Magnozzi” e saranno presenti le scuole di calcio 2013/2014/2015 che disputeranno un mini torneo. La partita del cuore sarà tra la squadra “Vecchie glorie Livorno” e la squadra femminile del Livorno Calcio

Presentata a Palazzo Comunale, alla presenza del sindaco Luca Salvetti, la ventottesima edizione del Torneo “Sara Mazzi”, la manifestazione calcistica giovanile organizzata dall’Associazione culturale Sara Mazzi, con il patrocinio del Comune, dedicata a Sara, la prima bambina donatrice di organi a Livorno.

Il torneo si terrà domenica 19 giugno al campo sportivo “Mario Magnozzi” e saranno presenti le scuole di calcio 2013/2014/2015 che disputeranno un mini torneo. La partita del cuore sarà tra la squadra “Vecchie glorie Livorno” e la squadra femminile del Livorno Calcio.

Il torneo avrà inizio alle 9 con ingresso libero. L’eventuale ricavato sarà destinato ad Avis comunale. Il torneo ha l’obiettivo di promuovere il dono in ogni sua forma, nel ricordo di una bambina, Sara, deceduta prematuramente 32 anni fa, alla quale è stata intitolata una scuola d’infanzia “Il giardino di Sara” e un premio istituito da International Police Association.

Queste le società calcistiche invitate al torneo: Ardenza, Carli Salviano, Collevica, La 10 Soccer, Livorno 9, Portuale, Pro Livorno Sorgenti, Sorgenti Calcio, Tre & 24, Femminile Livorno.

Presenti alla conferenza stampa di presentazione del Torneo Sara Mazzi i genitori di Sara, Marzia e Claudio, Pino Burroni dell’associazione Allenatori Calcio, Fulvio Landi, ideatore tecnico del torneo e Giovanni Di Rocca che cura la parte fonica.

“Riproporre il torneo Sara Mazzi dopo due anni di interruzione a causa della pandemia è motivo di soddisfazione – ha affermato il sindaco – e mi fa molto piacere che abbia trovato riscontro la mia proposta di coinvolgere il calcio femminile. La presenza dei bambini, che rappresentano il futuro, aggiunge al torneo un motivo in più per essere seguito soprattutto perché riportano al senso vero della manifestazione. L’aspetto più qualificante è l’adesione al torneo di molte società sportive, segno di grande sensibilità del tessuto sportivo cittadino”.

Condividi:

Riproduzione riservata ©