Cerca nel quotidiano:


Gare remiere, ecco il calendario della stagione 2022

Come da tradizione saranno 5 gli appuntamenti in programma: Coppa Liberazione il 25 aprile, Coppa Santa Giulia il 22 maggio, Coppa Risi’atori il 5 giugno, Coppa Barontini il 25 giugno e Palio Marinaro il 2 luglio. Il sindaco Luca Salvetti: "Ci ripresentiamo al gran completo"

Giovedì 24 Marzo 2022 — 08:23

di Giulia Bellaveglia

Mediagallery

La soddisfazione del sindaco Salvetti: "Per il 2022 ci ripresentiamo al gran completo, una decisione presa con il Car per onorare l’impegno di vogatori, dirigenti e cantinieri"

A distanza di due anni, vissuti tra i dubbi e le incertezze dettate dalla pandemia, le gare remiere tornano ad essere le protagoniste indiscusse dell’estate livornese. Come da tradizione, 5 saranno gli appuntamenti in programma; la Coppa Liberazione il 25 aprile e la Coppa Santa Giulia il 22 maggio, a cui si affiancheranno i tre pilastri storici: Coppa Risi’atori il 5 giugno, Coppa Barontini il 25 giugno e Palio Marinaro il 2 luglio. “Un biennio complicato nel quale siamo comunque riusciti a mantenere un filo conduttore – dice il sindaco Luca Salvetti – Il primo anno con la Labronica, mentre nel secondo, nonostante la situazione sanitaria, abbiamo messo in piedi 2 competizioni su 3. Per il 2022 ci ripresentiamo al gran completo, una decisione presa con il Car per onorare l’impegno di vogatori, dirigenti e cantinieri”. Il primo cittadino ha poi fatto il punto sull’organizzazione generale e sulla situazione dei gozzi. “La Federazione italiana di canottaggio a sedile fisso sarà coinvolta per tutti gli eventi – prosegue – in occasione della Barontini ci si muoverà attraverso un protocollo operativo che consentirà anche la partecipazione di Uisp in modo da conservare lo storico rapporto. Relativamente alle barche abbiamo rimesso in mare le stesse, anche se un po’ sofferenti, grazie allo splendido lavoro dei volontari. Siamo convinti di creare un bando per nuove imbarcazioni e spero di concludere il mio mandato con i nuovi gozzi in acqua”. Per la Barontini è tempo di una grande novità. “Cercheremo di dedicarla ai giovani – spiega la presidente del Comitato organizzatore Coppa Barontini Monica Bellandi – Abbiamo pensato ad un coinvolgimento per le scuole superiori, dove gli studenti lavoreranno sul tema della tolleranza per ricordare i valori antifascisti di Ilio Barontini. L’idea, nasce anche dalla volontà di voler rinfrescare la memoria dei ragazzi su quello che è il mondo delle gare remiere”. Tutto secondo le regole invece per la Risi’atori, con qualche novità per il futuro. “Questa è probabilmente l’ultima edizione in cui il punto di arrivo sarà agli scali Novi Lena – commenta il presidente del Comitato organizzatore Coppa Risi’atori Luca Ondini – Per esigenze strutturali andremo quasi sicuramente a modificarlo. Anche per quest’anno la manifestazione sarà abbinata a Straborgo, un evento che ci ha consentito di avere un grande pubblico”.
Ancora in fase di programmazione un probabile talk show in piazza XX Settembre, dove ogni serata sarà dedicata ad un rione, e una serie di interviste agli storici personaggi delle Cantine realizzate dal Centro artistico Il grattacielo.

Riproduzione riservata ©