Cerca nel quotidiano:


I Folgorini dilagano agli Open di Croazia

Grande successo nel weekend scorso, per la ASD Esercito – 187° Folgore di Livorno, che, con i suoi “atleti combattenti” ha preso parte alla competizione internazionale del 19° Open di Croazia

martedì 08 Ottobre 2019 11:24

Mediagallery

Grande successo nel weekend scorso, per la ASD Esercito – 187° Folgore di Livorno, che, con i suoi “atleti combattenti” ha preso parte alla competizione internazionale del 19° Open di Croazia, a cui hanno partecipato 269 club di 25 paesi e altro dato rilevante, sono state le 1.917 presenze registrate dall’organizzazione dell’evento, presso l’impianto sportivo di Rieka – HR.
I folgorini sono stati schierati dalle classi giovanili degli “Under” ai “Master”, in riferimento alle categorie WKF.
Nella specialità del Kumite “combattimento a contatto controllato”, femminile, Laura Giraldi ha conquistato la medaglia d’oro, nella 36 Kg.
Nel maschile, altrettanto emozionanti, sono stati quattro i match sostenuti dal folgorino Andrea Bozzi, titolato Campione Italiano dello scorso anno, che ha conquistato la medaglia d’oro nella categoria + 57 Kg. Tenace e soprattutto inarrestabile lo è stato per gli atleti della Croazia, Slovenia, San Marino e per il connazionale incontrato nella disputa della finale, che, con maestria ha ben gestito gli avversari, disponendo in campo le adeguate manovre tattiche, che ne hanno risaltato e delineato, la sua continua e costante crescita individuale.

Successivamente a seguitola folgorina Francesca Giraldi, che ha conquistato la medaglia di bronzo nella categoria di peso – 50 Kg.  Una scalata entusiasmante quella di Francesca, che ha sostenuto 5 incontri, confrontandosi con due atlete connazionali, due della Slovacchia e una dell’Ungheria. Una gara ricca di emozionanti ed energiche azioni, nella quale l’atleta ha potuto esprimere nei combattimenti, una notevole capacità tecnica addizionata da potenza e determinazione. Queste peculiarità, in certi casi, le hanno permesso di capovolgere totalmente l’andamento sfavorevole dell’incontro, mutandolo in nette vittorie. Ferma e costante, Francesca,ha raggiunto brillantemente il gradino più basso del podio.

Nella specialità del Kata “forme”, dopo i tre confronti sostenuti, continua è la conferma del fighter Vincenzo Corvaglia, che ha conquistato la medaglia d’oro nella categoria Veterans (over 35), con indiscutibili vittorie.

Inoltre, durante le prove della competizione agonistica, sono stati impegnati sui quadrati di gara Jacopo Citi 7° posto, Sofia Causarano 9° posto, Samuele Corvaglia e Ilaria Bianchi.
Altro entusiasmante risultato portato a segno dalla ASD Esercito – 187° Folgore, è stato il 10° posto raggiunto nella classifica generale. Quest’ultimo, in campo internazionale, è la riprova dell’ottimo lavoro e dell’ottima ricezione dei programmi formativi impartiti agli atleti del settore giovanile.
Un esito complessivamente soddisfacente, che si aggiunge a quello conseguito il mese scorso in Ungheria. Risvolti positivi, provenienti dall’intensa attività estiva del progetto “Folgore – Summer Days”, che ha visto i folgorini i protagonisti della propria formazione, parte di questa, è stata svolta presso il Centro Sportivo Olimpico Esercito – CSOE di Roma, quale centro d’eccellenza per la Forza Armata, per lo sport in divisa.
Il team ASD 187° è stato accompagnato e seguito nei quadrati di gara, dal “tecnico con le stellette”, Antonio Citi, paracadutista dell’Esercito Italiano.

Riproduzione riservata ©

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003 e degli art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.
Il commento e il nick name da lei inseriti potranno essere pubblicati solo previa lettura da parte della redazione. La redazione si riserva il diritto di non pubblicare o pubblicare moderandolo sia il commento che il nick name. Se acconsente prema il bottone qui sotto “commenta l’articolo”.