Cerca nel quotidiano:


Karate, l’Accademia dello Sporto Blubay sbarca in Croazia

I ragazzi dei maestri Alessandro Fasulo, Carmelo Triglia e Alessio Magnelli erano presenti con 5 atleti, per il kumite (combattimento) Giada Barontini, Matteo Lanfranca, Emanuele Magnelli, Manuele Miniati, per il kata (forma) Diego Caponera

mercoledì 18 luglio 2018 16:02

Mediagallery

Si chiude con un altro, l’ennesimo, appuntamento internazionale la stagione agonistica dell’Accademia dello Sport Blubay settore karate.

Questa volta in Croazia, precisamente a Umag, caratteristica città istriana sul mare con connotati sportivi molto radicati, teatro ormai da oltre un decennio di una delle più importanti competizioni Mondiali di karate dedicate alle categorie giovanili, ospitando una delle quattro tappe della coppa del Mondo giovanile, la Karate 1 Youth League WKF.

I ragazzi dei maestri Alessandro Fasulo, Carmelo Triglia e Alessio Magnelli erano presenti con 5 atleti, per il kumite (combattimento) Giada Barontini, Matteo Lanfranca, Emanuele Magnelli, Manuele Miniati, per il kata (forma) Diego Caponera.

Settimana impegnativa iniziata con i primi tre giorni dedicati al training con i più bravi tecnici mondiali del momento, impegnati a gestire circa  800 atleti che si allenavano simultaneamente nelle quattro zone dedicate. Dopo è stata la volta della competizione, circa 90 le nazioni presenti con oltre 2400 atleti, circa 600 per le categorie dedicate agli under12 e under21,  più di 1800 nella categorie under 14, Cadet e Junior.

Dopo la conquista di due importanti medaglie d’oro all’Open di Svezia e allo Austrian Junior Open con Emanuele Magnelli, gli atleti labronici si sono ben comportati anche in Croazia, sfiorando anche il podio.

Nella categoria kumite under 12 +38 kg ottimo 5° posto di Emanuele Magnelli, dopo 3 incontri, perde la finale per la medaglia di Bronzo confrontandosi con atleti Russi, Bielorussi e Croati. Perde la finale di misura 1-0 contro l’atleta croato battuto a Salisburgo la settimana precedente in finale.

Altro piazzamento prestigioso viene dal kumite con l’undicesimo posto di Manuele Miniati, che riesce ad entrare in classifica con un turno di ripescaggio dopo aver combattuto con il forte atleta ucraino, perdendo poi ai recuperi con l’atleta della Russia.

Benissimo anche le prove, sempre nel kumite, di Matteo Lanfranca che negli under 14 +55 kg si arrende all’atleta della Lettonia e Giada Barontini negli under 14 +47 kg  femminile che perder dall’atleta bosniaca.

Nel kata bella prova di Diego Caponera nella categoria cadet, 9° nella propria pool di gara.

Riproduzione riservata ©

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003 e degli art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.
Il commento e il nick name da lei inseriti potranno essere pubblicati solo previa lettura da parte della redazione. La redazione si riserva il diritto di non pubblicare o pubblicare moderandolo sia il commento che il nick name. Se acconsente prema il bottone qui sotto “commenta l’articolo”.