Cerca nel quotidiano:


Alessandria-Livorno 3-2, rocambolesco ko

Gli amaranto non riescono a controllare il doppio vantaggio iniziale di Marsura e Pallecchi e nella ripresa verranno prima raggiunti da Mora e poi, a tempo scaduto, subiranno il gol del ko su un rigore di Eusepi

Domenica 8 Novembre 2020 — 17:41

di Filippo Ciapini

Mediagallery

Non resta che tornare a lavorare per ripartire da quanto di buono costruito e far sì che la sconfitta di Alessandria sia solo una brutta battuta d’arresto

Succede di tutto al Moccagatta di Alessandria dove il Livorno, in vantaggio di due reti, riesce a perdere per 3-2. Amaranto visibilmente stanchi non riescono a controllare il doppio vantaggio iniziale di Marsura e Pallecchi e nella ripresa verranno prima raggiunti da Mora e poi, a tempo scaduto, subiranno il gol del ko su un rigore di Eusepi. Una brutta prestazione dei ragazzi di Dal Canto che adesso avranno la possibilità di rifarsi mercoledì 11 novembre contro la Giana Erminio.

La partita. Livorno che parte benissimo con il solito 4-2-3-1 che produce azioni pericolose e contropiedi letali. Dopo 15 minuti, infatti, gli amaranto si trovano in vantaggio con le reti di Marsura e Pallecchi, abile a ricevere una bella palla di Mazzeo. Come spesso accade però sale la paura di vincere le partite ed una rete di Blondett su calcio d’angolo manda il Livorno in vantaggio negli spogliatoi. La seconda frazione di gioco è un assolo dei padroni di casa con il Livorno che perde anche la corazza difensiva che si era costruita nel corso della partita e subisce continuamente gli attacchi da entrambe le fasce. Prende coraggio l’Alessandria che segnerà prima il gol del pareggio con Mora e poi, su una clamorosa ingenuità di Piccoli, la rete della vittoria su rigore con Eusepi.

L’analisi. Primo tempo pressoché perfetto degli amaranto che sfruttano molto gli inserimenti di Marsura e Murilo andando più volte al tiro. Nonostante il centrocampo filtri poco, la difesa è ben schierata ed i pericoli arrivano solamente da calcio piazzato. Sarebbe stata una domenica perfetta per gli amaranto ma il secondo tempo è da incubo. Poco da dire, nessuna azione concretamente pericolosa e monologo dei padroni di casa. Stancampiano ci mette le mani più volte ma la sensazione è che i due gol che condanneranno la squadra alla fine arrivino. Perché gli amaranto calano drasticamente alla distanza. Le ultime due partite fanno così emergere un Livorno a tratti vincente con attaccanti che fanno ampiamente il loro dovere ed una difesa solida e arcigna. Ma il rovescio della medaglia fa vedere anche come la squadra stenti a gestire i vantaggi. Dal Canto, come più volte è stato scritto, sta facendo un grandissimo lavoro ma oggi la stanchezza dei suoi si è vista. Il quarto d’ora finale con Braken ha tolto i pochi sprazzi di gioco amaranto mentre gli esterni avevano esaurito la benzina dopo cinque minuti dalla ripresa. Ad ogni modo adesso la panchina c’è e forse qualche cambio doveva essere fatto prima, così come contro la Juventus. Non resta quindi che tornare a lavorare per ripartire da quanto di buono costruito e far sì che la sconfitta di Alessandria sia solo una brutta battuta d’arresto, consapevoli di aver fatto malissimo ad una delle favorite alla promozione diretta. Almeno per 45 minuti.

Pagelle Livorno Calcio

Stancampiano 6.5: Non può nulla sui tre gol avversari, evita la goleada nel secondo tempo.
Sosa 5.5: Fuori forma. La sua esperienza dovrebbe fare la differenza, ma per il momento neanche l’ombra.
Di Gennaro 5.5: Partita no per il capitano amaranto. Lento e impreciso sui lanci forzati dalla difesa.
Parisi 5.5: Stanchissimo, spinge poco e difende male.
Porcino 5: Prestazione insufficiente per il terzino e quei passaggi orizzontali in mezzo al campo meglio non farli. (Dal 65′ Gemignani 6: Spinge più del compagno di reparto).
Agazzi 6: Sottotono anche lui, ma perché ci ha abituato bene. Recupera palloni ed imposta.
Haoudi 6: Nonostante fosse imbastito gioca una partita sufficiente, a tratti è instancabile.
Pallecchi 6.5: Tanta grinta e segna il gol del raddoppio, la miglior partita stagionale. (Dal 62’ Piccoli 4.5: Parte benino poi la tragedia, il fallo da rigore ed espulsione. Esordio choc.)
Murilo 6: Buona prova dei tre davanti, non segna ma dà il suo contributo. Paga come tutti la stanchezza nel secondo tempo.
Marsura 6.5: Sembrerebbe tornato il treno di un anno fa, gol e freddezza sotto porta. (Dal 75’ Braken sv)
Mazzeo 6.5: Si sacrifica tantissimo per la squadra, la nuova linfa viene dal gioco più arretrato. Le azioni più pericolose partono da lui e l’assist per Pallecchi è delizioso. (Dal 75’ Deverlan 5.5: Era da sv, ma quel giallo preso al limite dell’area gli costa il voto-fantacalcistico).

Dal Canto 5.5: Come già detto, il lavoro che sta facendo è inestimabile. Ma come dice lui dobbiamo guardare partita dopo partita.

Riproduzione riservata ©