Cerca nel quotidiano:


Allenamenti a piccoli gruppi e tamponi. Così il Livorno torna ad allenarsi

Sarà una settimana suddivisa a piccoli gruppetti con allenamenti ad orari diversi. Verranno fatti due tamponi ad ogni calciatore che, se daranno esito negativo, permetteranno a tutti gli amaranto di iniziare le sedute di squadra

Mercoledì 27 Maggio 2020 — 08:12

di Filippo Ciapini

Mediagallery

Per quanto riguarda le misure di sicurezza ai ragazzi è stata misurata la temperatura all'ingresso del Coni mentre per ogni tipologia di esercizio è stato utilizzato un campo differente

Meglio tardi che mai. Il Livorno Calcio torna finalmente in campo e, anche se a gruppi e con tutte le precauzioni del caso, ha svolto nel pomeriggio di martedì 26 maggio la prima vera seduta di allenamento. Gli amaranto, infatti, si erano già trovati al centro Coni di Tirrenia nella mattinata  insieme al medico sociale per sostenere nuovamente le visite mediche ed ottenere così l’idoneità sportiva. Sarà quindi una settimana suddivisa a piccoli gruppi con allenamenti ad orari diversi. Una volta rientrati tutti i tesserati, Zima e Bogdan arriveranno nella giornata di mercoledì 27 maggio, verranno fatti due tamponi ad ogni calciatore che, se daranno esito negativo, permetteranno a tutti gli amaranto di iniziare gli allenamenti di squadra. La giornata del 26 maggio ha dunque visto i ragazzi di mister Antonio Filippini arrivare scaglionati a mezz’ora di distanza con allenamenti a “circuito” suddivisi in esercizi a corpo libero, tecnica individuale con la palla ed esercizi di aerobica, il tutto per circa un’ora di tempo. Per quanto riguarda le misure di sicurezza ai ragazzi è stata misurata la temperatura all’ingresso del Coni mentre per ogni tipologia di esercizio è stato utilizzato un campo differente. In attesa di capire dunque quali saranno le prossime mosse di Lega Calcio e Governo, il Livorno è tornato operativo.

Riproduzione riservata ©