Cerca nel quotidiano:

Condividi:

Cessione, Spinelli: “Con la fidejussione vendo”. Salvetti: “Io tramite di nessuno”

Sabato 18 Aprile 2020 — 16:12

Nei prossimi giorni è attesa la stretta finale, anche se per adesso nulla è certo e solamente il tempo saprà svelarci la verità sulla trattativa

La volontà di cedere è stata più volte ribadita e adesso la palla passa davvero a Yousif che, non appena presenterà ufficialmente la fidejussione di circa un milione e mezzo, darà il via ad una nuova era

di Filippo Ciapini

Con un comunicato sui propri social network di riferimento e sul sito ufficiale il Livorno Calcio ha chiarito la situazione riguardante la cessione della società. “La famiglia Spinelli – questo quanto si legge nella nota stampa – comunica che non appena riceverà dall’imprenditore Yousif, direttamente o tramite il sindaco Luca Salvetti, la fidejussione concordata sarà pronta a sottoscrivere atto di cessione della A.S. Livorno Calcio alle condizioni concordate lo scorso febbraio”.‬ La famiglia Spinelli era già intervenuta ai microfoni della televisione locale Telecentro nella trasmissione serale del 17 aprile quando, prima confermando la chiusura con il patron Aldo e poi smentendola con l’amministratore delegato Roberto, erano state date notizie riguardanti il prosieguo della trattativa. Sicuramente un incontro tra gli emissari italiani dell’imprenditore olandese e quelli dell’attuale e storico presidente amaranto è stato fatto. La volontà di cedere è stata più volte ribadita e adesso la palla passa davvero a Yousif che, non appena presenterà ufficialmente la fidejussione di circa un milione e mezzo darà il via ad una nuova era, chiudendo così un importantissimo capitolo della storia amaranto. Nei prossimi giorni, dunque, anche a partire da lunedì 20 aprile, è attesa la stretta finale, anche se per adesso nulla è certo e solamente il tempo saprà svelarci la verità sulla trattativa.
Salvetti: “Il sindaco della città di Livorno non può e non deve fare da tramite di nessuno” – Riceviamo e pubblichiamo un commento, al riguardo della trattativa amaranto, del sindaco. “Il sottoscritto in qualità di sindaco della città di Livorno da settimane è impegnato a gestire l’emergenza legata all’epidemia in atto e ad aiutare con la struttura comunale le tante famiglie livornesi in difficoltà. Proprio per questo non c’è stata alcuna possibilità di seguire la trattativa in essere tra la famiglia Spinelli e il dott. Yousif Majid per la cessione del Livorno. Le evoluzioni le ho apprese attraverso gli organi di stampa e alcune dichiarazione dei protagonisti. Questo del resto è coerente con la mia posizione di febbraio quando, dopo essere stato chiamato da Spinelli che mi chiedeva un aiuto per arrivare a cedere la società, feci da “facilitatore” nel contatto tra i due soggetti presenziai, su richiesta di entrambe le parti, all’incontro a Genova nel quale prese forma il percorso per arrivare all’accordo per la cessione del Livorno, e poi annunciai di estraniarmi da qualsiasi tipo di interessamento in una trattativa privata nella quale un amministratore ha l’obbligo assoluto di non interferire. In queste ore in un comunicato della famiglia spinelli vengo indicato come tramite della consegna di una fideiussione, a tal proposito specifico con chiarezza che il sindaco della città di Livorno non può e non deve fare da tramite di nessuno. Io spero che le parti trovino l’accordo migliore per il bene del Livorno calcio che è prima di tutto patrimonio cittadino e spero che sia un accordo di reciproca soddisfazione. Viceversa il sottoscritto sarà pronto a ripetere azioni e comportamenti avuti in questa occasione anche con eventuali nuovi e futuri interessati al subentro nel sodalizio amaranto che la famiglia Spinelli continua ripetutamente a dire di voler cedere”.

Condividi:

Riproduzione riservata ©