Cerca nel quotidiano:


Como-Livorno 1-0, amaranto sconfitti in Lombardia

Il Livorno perde di misura al "Sinigaglia" di Como con Gatto abile a concludere su un cross di Terrani

Mercoledì 23 Dicembre 2020 — 18:00

di Filippo Ciapini

Mediagallery

Anti vigilia di Natale dal sapore amaro per il Livorno che perde di misura al “Sinigaglia” di Como con Gatto abile a concludere su un cross di Terrani. Il Livorno, rimasto in dieci per l’espulsione ingenua di Bussaglia dopo due minuti dall’inizio della ripresa, salirà in cattedra con cuore e grinta provando in tutti i modi a riequilibrare la gara, ma senza incidere particolarmente negli ultimi metri. Prossimo match casalingo in programma per domenica 10 gennaio alle 15.

La partita. Gli amaranto subiscono il gol dopo undici minuti e dopo l’espulsione di Bussaglia nella ripresa, prima con Morelli di testa e poi con Haoudi che a tu per tu con il portiere tira troppo centralmente, provano ancora di più a reagire con grinta. Il Como gestisce il vantaggio e l’uomo in più ed il finale di partita sarà controllato dai padroni di casa. Poche sufficienze per l’ultimo match del 2020: solo Di Gennaro, Stancampiano e Deverlan si assicurano il sei.

L’analisi. Dal Canto, in emergenza offensiva vista la squalifica di Murilo ed i forfait di Mazzeo e Marsura, schiera un inedito 4-4-1-1 con Braken alle spalle di Haoudi e le fasce composte dalle coppie Parisi/Morelli e Gemignani/Porcino. Sulla carta un modulo azzeccato che però, una volta applicato sul campo, si dimostra pieno di lacune. La corsa di Parisi e Gemignani viene infatti otturata dagli esterni di centrocampo facendo salire così gli avversari in attacco senza curarsi della fase difensiva. Gli amaranto pagano con la rete, poi rivelatasi decisiva, un atteggiamento troppo cauto. Nei secondi quaranticinque minuti, però, pur ritrovandosi in dieci per un’espulsione troppo ingenua di Bussaglia, scende in campo una squadra totalmente diversa che con grinta cerca in tutti i modi il gol del pareggio. Sarà fondamentale nel mercato di gennaio cercare di inserire acquisti importanti, considerando poi il reinserimento in squadra di Maiorino e Mazzarani, per raggiungere la salvezza con maggior serenità.

” src=”https://www.quilivorno.it/wp-content/uploads/2020/10/pagelle-livorno-calcio.jpg” alt=”Pagelle Livorno Calcio” width=”330″ height=”110″ />

Stancampiano 6 – Nonostante il gol trasmette sicurezza alla squadra.
Parisi 5.5 – Sbaglia parecchio, si fa saltare sull’1-0. Quando ricopre tutta la fascia è un altro giocatore.
Di Gennaro 6 –  Si divide le colpe con la difesa sul gol. Per il resto amministra come può, evita la goleada.
Deverlan 6 – Non si scompone dopo l’inizio terrificante e cresce minuto dopo minuto.
Gemignani 5.5 – In ritardo su Gatto nella rete del vantaggio, qualche errore di troppo.
Morelli 5.5 – Primo tempo lontano dal gioco, tra i migliori nella seconda frazione ma non basta.
Agazzi 5.5 – Ultima partita dal sapore amaro, fisicamente c’è, mentalmente no. “Ciao amore ciao” (Cit.)
Bussaglia 4.5 – Ingenuità che costa caro, deve invertire la rotta al più presto.
Porcino 4.5 – Saluta gli amaranto con la solita prestazione inconsistente. Uno ci prova a dargli la sufficienza, ma non azzecca un passaggio. (Dal 78’ Fremura sv)
Haoudi 5.5 – Non al meglio, ma tutti i palloni passano dai suoi piedi, si divora il pareggio.
Braken 5.5 – Tra i più attivi in campo, ma un attaccante deve segnare, non fare solo sponde.

Dal Canto 5.5 – Il 4-4-1-1 d’emergenza non funziona, Parisi si esalta solamente dopo aver spostato Morelli in attacco. Vuole concedere la passerella finale a Porcino ma è un harakiri. Abile a trasmettere la grinta vista nel secondo tempo.

La video intervista del mister Dal Canto post partita:

Riproduzione riservata ©