Cerca nel quotidiano:


Cosenza-Livorno 1-1. Primo punto firmato Giannetti

Primo punto in campionato per il Livorno. A Cosenza finisce 1-1: calabresi avanti nel primo tempo con Tutino, pareggio amaranto nel finale con Giannetti

sabato 22 settembre 2018 19:00

Mediagallery

Il Livorno coglie il primo punto in questo campionato sul campo del Cosenza al termine di una partita molto sofferta. E’ Giannetti a regalare l’1-1 finale con un preciso colpo di testa su assist di Luci (foto gentilmente concesse da cosenzachannel.it consultabili cliccando sul link alla gallery in fondo all’articolo). Un risultato questo utile soprattutto al morale per gli amaranto che sicuramente meriterebbero una classifica diversa da quella attuale viste le prestazioni offerte contro Pescara e Crotone (LA CLASSIFICA). Tuttavia il match in terra calabrese ha dimostrato come Lucarelli debba ancora lavorare tanto perché per larghi tratti di partita il suo Livorno è parso inerme al cospetto di un Cosenza che ha creato più di un pericolo dalle parti di Mazzoni. L’aver rinunciato a Diamanti dal primo minuto in favore di un centrocampo di sostanza con Luci, Valiani e Agazzi non ha ripagato in quanto la manovra amaranto è stata lenta e molto prevedibile. Soltanto con gli inserimenti del pratese e di Giannetti la musica è cambiata. Con il Lecce, nel turno infrasettimanale, servirà più verve per raccogliere la prima vittoria.

E dire che è il Livorno ad aver l’occasione per passare subito in vantaggio ma Murilo spreca malamente da ottima posizione. Il 3-5-2 di Braglia crea più di un grattacapo specie a centrocampo dove Mungo sembra a tratti imprendibile mentre Maniero e Tutino tengono in ansia l’intera retroguardia amaranto. Proprio quest’ultimo è abile a sbloccare il risultato con un tocco da distanza ravvicinata dopo una sponda di Dermaku. Nella ripresa Lucarelli le prova tutte per provare a raggiungere il pari inserendo Diamanti, Giannetti e Kozak e passando prima al 3-4-1-2 poi ad un più offensivo 4-2-3-1. I cambi danno ragione al tecnico livornese visto che da una punizione sporcata di Alino nasce il gol del pareggio, con Luci abile a trovare la testa di Giannetti. Prendiamoci questo risultato e guardiamo alla prossima sfida.

Il tabellino
Cosenza: Saracco; Capela, Dermaku, Legittimo; Corsi, Bruccini, Mungo (62′ Varone), Garritano, D’Orazio (69′ Anastasio); Maniero, Tutino (69′ Di Piazza). A disp: Cerofolini, Idda, Tiritiello, Pascali, Bearzotti, Perez. All. Braglia
Livorno: Mazzoni, Gonnelli, Dainelli (73′ Kozak), Di Gennaro, Maicon, Luci, Valiani, Agazzi (58′ Diamanti), Porcino, Murilo, Raicevic (58′ Giannetti). A disp: Zima, Romboli, Gasbarro, Bogdan, Iapichino, Bruno, Soumaoro, Maiorino, Frick. All. Lucarelli
Arbitro: Ros di Pordenone
Rete: 36′ Tutino, 83′ Giannetti
Note: angoli 7-2 per il Cosenza, ammonito Di Gennaro, Dermaku, Dainelli, Maicon, recupero 3′ + 3′

Mazzoni 6,5: incolpevole sul gol subito, tiene a galla i suoi con una super parata nel finale di primo tempo.

Gonnelli 6: preciso e puntuale nelle chiusure, si fa sempre trovare al punto giusto nel momento giusto.

Dainelli 6: sicuro quando deve giocare di anticipo, qualche difficoltà invece se viene puntato in velocità (73’ Kozak sv).

Di Gennaro 6: non corre particolari pericoli dalla sua parte. Sicuro nelle chiusure.

Maicon 6: seconda partita da titolare. Dopo un primo tempo parecchio anonimo, si fa vedere più spesso nella ripresa.

Agazzi 5: sovrastato da Dermaku in occasione del vantaggio calabrese, non riesce mai a far cambiare il passo al centrocampo (58’ Diamanti 7: il suo ingresso in campo sprona tutta la squadra. Entra in tutte le azioni e rischia di trovare un gol incredibile da centrocampo).

Luci 6: l’assist a Giannetti per il gol dell’1-1 gli vale la sufficienza. Per il resto partita non indimenticabile per il capitano che a centrocampo soffre.

Valiani 5,5: stesso discorso fatto per il capitano. Corre spesso a vuoto e fa fatica a contenere le scorribande avversarie.

Porcino 6: buona la sua spinta sull’out sinistro. Preciso quando deve contrastare gli avversari sulla fascia di competenza.

Murilo 5: ha una grossissima occasione nel primo tempo ma se la divora. Lontano dalla porta, dialoga poco e male con Raicevic.

Raicevic 5,5: schierato a sorpresa titolare, si muove tanto in attacco senza però mai trovare il guizzo per battere a rete (58’ Giannetti 7: imperioso lo stacco di testa con il quale riagguanta la partita. Corre e lotta su tutti i palloni, bentornato Niccolò).

All. Lucarelli 6: nel primo tempo il Livorno non convince. Rimedia nella ripresa e indovina l’inserimento di Giannetti. Per battere il Lecce però servirà ben altro.

 

Riproduzione riservata ©

11 commenti

 
  1. # giancarlo

    SQUADRA CON TECNICA MEDIOCRE , NON SI PUO’ FARE POSSESSO PALLA CON ATLETI CHE NON HANNO UN MINIMO DI CONTROLLO SUL PALLONE ……SI SBAGLIA DUEMILA PASSAGGI , REGALANDO LE RIPARTENZE AGLI AVVERSARI !!

  2. # maremosso

    Dopo due buone prestazioni senza raccogliere nulla, una partita sottotono ci sta. Ma oggi l’ importante era muovere la classifica, e questo è avvenuto. Ciò ora consentirà alla squadra di giocare per vincere, e se martedi sera i tre punti dovessero arrivare le cose comincerebbero a farsi interessanti. Certo, sempre con l’ umiltà di pensare a mettere quanto più fieno in cascina per raggiungere quanto prima la quota-salvezza, ma anche con la certezza che raggiunto questa cifra la squadra ha le carte in regola per agganciare l’ ultimo posto-utile per accedere ai play-off. Forza ragazzi, la Livorno che tifa amaranto è tutta con voi…degli altri (anche se sono la grande maggioranza) fregatevene.

  3. # Giunto

    Con l’ingresso di ALINO mi sembra che le cose siano cambiate…..Poi credo che il 3/5/2 non sia adatto al tipo di giocatori, meglio secondo me il 4/2/3/1……

  4. # Dr. Baciocca

    Il gioco del calcio è anche questo: giochi bene zero punti,giochi male prendi punti.
    Sono convinto che quando avremo la squadra al completo ed al top della condizione atletica, ci leveremo delle soddisfazioni.
    Stiamo vicini alla squadra ed a Cristiano , una vittoria martedi’ potrebbe essere l’inizio di un bel percorso.
    Senza polemica , ma semplice constatazione, troppi infortuni, tempi lunghi di recupero e ricadute, mi preoccupano.
    SEMPRE FORZA VECCHIA UNIONE SPORTIVA LIVORNO.

  5. # nico66

    Prendiamo questo punto d oro anche se forse non meritato e sotto con lecce e venezia forza ragazzi ci manca la forma fisica di 4/5 giocatori poi vedremo il vero Livorno sempre grande unione Sportiva Livorno

  6. # Vedolontano

    Io farei il 2/2/2 e poi il 5 e 5 col pepe nero e il pan francese.

    1. # Salvatore

      Boia te sei meglio di “Acciuga”….Vai a mondiali?…….

  7. # Scoglio

    Quando un portiere di una squadra rinvia tutte le rimesse senza appoggiare la palla ai difensori per costruire il gioco non è un buon segno.Mi meraviglio che Lucarelli permetta ciò.

  8. # Babbocacco

    …al solito…tutti allenatori……lasciamo Cristiano e i ragazzi tranquilli…..la strada è lunga….FORZA MAGICO

  9. # Karl

    Io spero solo che i giocatori come Dainelli, Diamanti, Luci, Valiani , possono reggere tutto il campionato nonostante che siano solo 36 le partite da giocare.

  10. # Davide

    E’ normale che quei 4 giocatori non potranno reggere tutto il campionato per questo motivo ci sono anche quell’altri..
    Secondo te Diamanti perche’ e’ entrato nel secondo tempo?
    Ma le guardate le partite?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003 e degli art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.
Il commento e il nick name da lei inseriti potranno essere pubblicati solo previa lettura da parte della redazione. La redazione si riserva il diritto di non pubblicare o pubblicare moderandolo sia il commento che il nick name. Se acconsente prema il bottone qui sotto “commenta l’articolo”.

Passa alla versione desktop Torna alla versione responsive