Cerca nel quotidiano:


Dal “Loco” agli under della serie A. Ecco i 4 acquisti amaranto

Arrivata l’ufficialità dell’esperto difensore Matias Silvestre, hanno parlato alla stampa il difensore Moustapha Seck, il centrocampista Teophilus Awua, l’ala Mattia Trovato e la punta Franco Ferrari

Giovedì 6 Febbraio 2020 — 19:08

di Filippo Ciapini

Mediagallery

Tutti e quattro hanno parlato di quanto Livorno sia un passo importante per il rilancio della propria carriera e che la salvezza, per quanto possa essere difficile, non è da considerarsi un’impresa impossibile

Sono stati presentati i primi quattro rinforzi del mercato amaranto. Arrivata l’ufficialità dell’esperto difensore Matias Silvestre, hanno parlato alla stampa il difensore Moustapha Seck, il centrocampista Teophilus Awua, l’ala Mattia Trovato e la punta Franco Ferrari. Tutti e quattro hanno parlato di quanto Livorno sia un passo importante per il rilancio della propria carriera e che la salvezza, per quanto possa essere difficile, non è da considerarsi un’impresa impossibile. Le parole dei nuovi acquisti.

Seck. Arrivato dall’Olanda, è un terzino mancino dotato di spiccate doti offensive, probabile il suo impiego in alternativa a Porcino. Ex primavera della Lazio ed acquistato successivamente dalla Roma, dopo tre stagioni non proprio fortunate in serie B con la maglia di Carpi, Empoli e Novara, gioca con continuità nell’Almere City, serie B olandese. “Sono pronto, la mia condizione fisica è abbastanza buona ma devo valutarla durante la partita. Mi piace attaccare e giocare l’uno contro uno”.

Ferrari. Una cosa è sicura, questo i gol li sa fare. Sempre in doppia cifra in Lega Pro, “El Loco” Ferrari è un attaccante puro da area di rigore (1.93 mt) capace di segnare e fare spazio per gli inserimenti delle ali. Ha già esordito con la maglia amaranto non sfigurando. “Vivo per il gol. La situazione degli attaccanti deve sbloccarsi, è un momento duro lungo ma che passerà, noi non molliamo. Perché il loco? Piano piano lo scoprirete”.

Awua. “Tuttocampista dal vizietto della rete, sei nell’ultima stagione per il classe 1998. Ha anche lui esordito nella disfatta contro l’Ascoli dove seppur spaesato perché appena arrivato ha fatto vedere cose interessanti come la rapidità di pensiero ed esecuzione. Mi è dispiaciuto prendere i fischi dai tifosi però sapevo già della nostra situazione, non è bello quando perdi quindi li capisco. Cerco sempre di inserirmi, un centrocampista deve essere completo non solo fare assist o gol, ma anche la fase difensiva”.

Trovato. Un passato tra le trafile della Fiorentina ha esordito tra “i grandi” del Cosenza disputando un buon campionato con 19 gettoni. Poi il doppio infortunio al ginocchio e una difficile riconferma lo hanno portato a Livorno. Ala veloce e dotata di un’ottima tecnica individuale farà di Livorno il suo trampolino per la serie A? “Appena ho saputo dell’interesse ho subito accettato, a livello di condizione fisica sono pronto per giocare. Potrei fare anche l’ala invertita a sinistra, dove mi metterà il mister giocherò”.

Riproduzione riservata ©

3 commenti

 
  1. # Mimmo

    Spero vivamente che gia’ contro il Pordenone Breda giri questa squadra come un calzino visto i nuovi arrivi,la vecchia formazione fatta prima da Lui poi da Tramezzani e’ piu’ da serie D che non da B…..,almeno proviamoci!!!!!,a centrocampo ed attacco ci vogliono i giovani!!!!!

    1. # Vale56

      Caro Mimmo , non puoi levare il sangue da una rapa…

      1. # Mimmo

        So’ anch’io che il sangue dalle rape non si leva,ma come siamo messi,inserirei tutti i Nuovi Acquisti al posto delle solite Minestre Riscaldate che abbiamo in squadra!!!!!