Cerca nel quotidiano:


Debutto amaro per Tramezzani, Livorno-Benevento 0-2

Non arriva la scossa dopo il cambio di allenatore, la capolista segna una volta per tempo con Kragl e Letizia. Amaranto ancora sotto tono, infortuni per Marsura e Gasbarro

Sabato 14 Dicembre 2019 — 20:00

Mediagallery

Non arriva la scossa dopo il cambio di allenatore, la capolista segna una volta per tempo con Kragl e Letizia. Amaranto ancora sotto tono, infortuni per Marsura e Gasbarro

di Simone Panizzi

Non è servito, al momento, il cambio di guida tecnica al Livorno, che al cospetto di un ottimo Benevento (non a caso primo in classifica) mostra ancora una volta tutti i suoi limiti (clicca sul link in fondo all’articolo per consultare la fotogallery del match).
Squadra fragile, impaurita e come ormai di consueto abulica negli ultimi venti metri, alla quale Tramezzani, in sella da pochi giorni, non ha ancora avuto modo di dare la propria impronta. Anzi, il 3-5-2 di partenza, con Marsura e Morganella esterni, si è rivelato un’arma a doppio taglio fino al passaggio al più logico 4-4-2 della ripresa.
Il Benevento, seppur giocando sotto ritmo, ha controllato a lungo il possesso palla dopo aver sbloccato in avvio con Kragl (sinistro sotto l’incrocio). Gli amaranto, stasera in maglia giallo-nera, non sono mai riusciti a farsi vedere dalle parti del portiere ospite Montipò con Mazzeo e Braken (subentrato all’infortunato Murilo).
Tramezzani prova a cambiare modulo dopo l’intervallo, ma tolta una deviazione ravvicinata di Braken sono gli ospiti ad andare più volte vicini al raddoppio, che arriva al minuto 85 grazie a Letizia, che approfitta di una topica di Morganella.
Il Livorno rimane così desolatamente sul fondo della classifica, in attesa di un vero e proprio tour de force natalizio: trasferta a Crotone, Pescara in casa e chiusura a Empoli. Tramezzani dovrà dar fondo a tutta la sua abilità per tirare fuori punti da questo trittico terribile.

L’ALLENATORE DEL LIVORNO TRAMEZZANI

Queste le sue prime parole in sala stampa: “Non ho visto una squadra rassegnata, ma piuttosto in difficoltà, anche nell’esprimere gioco. Siamo fragili, qualsiasi cosa facciano gli avversari perdiamo lucidità. Non siamo partiti male, ma dopo il loro gol ci sono stati 20′ di buio. Nella ripresa sembravamo voler fare qualcosa in più, abbiamo preso il 2 a 0 solo alla fine. Non è contro il Benevento che dobbiamo fare punti, ma forse mi aspettavo qualcosa in più. Adesso dobbiamo solo pensare a lavorare, sia fisicamente che mentalmente, per tirarci fuori da questa situazione”.

IL TABELLINO

LIVORNO:  Plizzari, Bogdan, Gonnelli, Gasbarro (51′ Porcino), Morganella, Del Prato, Agazzi, Luci, Marsura, Murilo (27′ Braken), Mazzeo (69′ Raicevic). A disposizione: Zima, Ricci, Di Gennaro, Morelli, Rizzo L, Marras, Boben, Viviani, Rocca. All. Tramezzani.
BENEVENTO: Montipò, Maggio, Antei, Caldirola, Letizia, Tello, Viola, Schiattarella, Kragl (71′ Tuia), Sau (75′ Insigne), Coda (86′ Armenteros). A disposizione: Manfredini, Gori, Gyamfi, Del Pinto, Improta, Basit, Vokic, Di Serio. All. Inzaghi F.
Arbitro: Ros di Pordenone (ass. Di Gioia e Robilotta, quarto uomo Gariglio)
Reti: 13′ Kragl, 85′ Letizia
Note: ammoniti Morganella (L), Gonnelli (L), Schiattarella (B), Kragl (B), Sau (B), Coda (B); calci d’angolo 5-7; recupero 2’+4′; spettatori 4325.

di Simone Panizzi

Plizzari 6: sorpreso dalla traiettoria disegnata da Kragl, tiene botta su Coda e Tello nella ripresa.
Bogdan 5,5: troppi interventi imprecisi, ha smarrito la sicurezza mostrata nello scorso campionato.
Gonnelli 5,5: soffre Coda, che in area fa un po’ quel che vuole. Serata complicata.
Gasbarro 6: primo tempo dignitoso e senza macchie, si fa male a inizio ripresa (51′ Porcino 6: entra da esterno basso complice il cambio modulo, tiene bene la sua zona).
Morganella 4,5: primo tempo horror, con Letizia che sembra Cafu. Nel finale regala allo stesso esterno ospite il gol del raddoppio con un controllo senza senso.
Del Prato 5,5: giocando esterno ha perso i tempi della mediana, infatti inizialmente sbaglia molto. Si adegua al ruolo col passare dei minuti.
Agazzi 5,5: prova come può a tamponare la maggior qualità del Benevento in mezzo al campo. Compito gravoso ma assolto con dedizione.
Luci 6: come capita troppo spesso questa stagione, è l’unico a spiccare nel grigiore generale.
Marsura 5: si incaponisce nella stessa giocata, senza accorgersi che è diventato prevedibile per gli avversari. E regala almeno 5 corner calciandoli sempre corti.
Murilo 6: qualche spunto prima di cadere vittima di un infortunio muscolare (27′ Braken 5,5: suo l’unico tiro nello specchio, si dà molto da fare ma non è il tipo di giocatore che può risolvere una partita).
Mazzeo 5: altra prova incolore, neanche giocando con un altro attaccante accanto riesce a rendere (69′ Raicevic 5,5: oltre 20′ senza acuti).
All. Tramezzani 5,5: debutto amaro, la squadra è vittima delle proprie fragilità e la scossa non è arrivata.

Riproduzione riservata ©

Photogallery

20 commenti

 
  1. # giancarlo

    …………………STENDERE UN VELO PIETOSO !!!!!!!!!!!!!!!

  2. # Gary

    No ma la colpa è di Breda.

    1. # tifosostagionato

      questa squadra l’ha approvata anche lui …tutti questi giocatori li ha voluti anche lui, Diamanti via ..su questo do ragione a Spinelli (l’unica questione dove non ha torto marcio)

  3. # Dr.Baciocca

    Purtroppo, e lo dico con amarezza, non è cambiato niente e vedo un futuro nero per il Livorno.
    I giocatori sono questi e la societa’ ha le sue colpe nell’avere allestito una squadra non all’altezza di una serie B per SALVARSI.
    Poi tutti questi infortuni, oggi ben tre in una partita,se non sbaglio e qui entra in ballo anche la preparazione atletica in una squadra che gioca SOLTANTO il campionato.
    Spero in un miracolo,ma quest’anno potrebbe essere la fine del calcio a Livorno.
    SEMPRE FORZA VECCHIA UNIONE SPORTIVA LIVORNO.

  4. # giancarlo

    IL GIOCATTOLO SI E’ FRANTUMATO , ADESSO C’E’ SOLO DA ASPETTARE PER VEDERE L’ANNO PROSSIMO SE DISPUTEREMO IL CAMPIONATO DI SERIE C, O L’ECCELLENZA .

  5. # guernica

    Una sola parola: VERGOGNA!!! Mille spettatori: anche troppi!

  6. # Sandro65

    Nemmeno Guardiola o Mourinho, è la squadra che è limitata. Dietro, con almeno uno svarione a partita, nel mezzo dove mancano geometrie e fantasia, davanti con un attacco inesistente. Complimenti a chi ha costruito questo capolavoro di squadra, e a chi ha avallato le scelte, Non ce n’é uno che sappia tirare un calcio d’angolo, un calcio di punizione e se ci fosse un rigore vorrei vedere chi se la sente di tirarlo.

  7. # Solo amaranto grazie

    Il Sig. Tramezzani ci deve spiegare perché non ha fatto giocare Marras, l’uomo più pericoloso del Livorno. Morganella poi?

  8. # Roberto Manni

    C’è poco da commentare si va allo stadio solo per la maglia ma ieri non avevano nemmeno la maglia (amaranto) che tristezza.

    1. # ugo

      qualcunio potrebbe spigarmi il significato……. solo per la maglia…..francamente non lo capisco

  9. # Mauro

    Le colpe…di chi?…Alino grazie per averci salvato l’altr’anno….Ora non ci resta che piangere vero SCIU?….

  10. # Spinelliforever

    Grande Livorno! Ed ora attendiamo un risultato positivo da parte di Cosenza e Trapani per consolidare la classifica

  11. # VOLTONE

    meno male non c’è più breda, non ha voluto DIAMANTI, diamo fiducia a Tramezzani, diamo fiducia al LIVORNO e poi Spinelli, è nel suo diritto, farà le sue valutazioni SEMPRE FORZA LIVORNO

  12. # Giovsnni

    Qualche volta mettete anche il mio di commento grazie

  13. # Piero

    sempre colpa di qualcuno vero? Il problema e’ che la squadra non va, inutile ragionarci tanto sopra! C’è poco da difenderli, questa non e’ più la mia squadra.

  14. # Marcovaldo

    Come siamo bravi ad abbandonare la nave che affonda…e poi ci sentiamo un popolo di marinai !!! onore a chi c’ era, e soprattutto a chi ha avuto il fegato di restare fino alla fine. Il Livorno sono loro…ed è certo significativo che l’ età media di essi sia sui sessanta. Tutta gente che spero proprio diserterà in massa lo stadio quando si giocherà il derby contro la Pro Livorno o l’ Armando Picchi…con tutto il rispetto per quest’ ultime.

    1. # Francesco

      No ….Non ho niente contro il LIVORNO anzi sempre FORZA, ma via DIAMANTI,via VALIANI, giocatori che non contrastano, si fanno anticipare…NO, NON CI STO.. HASTA LA VICTORIA SIEMPRE…

  15. # ugo

    calcio a livorno?….finito! la Domenica? tutti all’ipercoop

  16. # stefano

    L’anno scorso di questi tempi avevamo alcuni punti in meno rispetto ad ora e alla fine ci siamo salvati. Con qualche innesto valido ci si potrebbe fare anche quest’anno dato che, secondo me, le squadre sono quasi tutte alla ns. portata. comunque sempre forza magico Livorno!!!
    Ugo all’Ipercoop vacci te, magari a quella di Pisa.

  17. # giancarlo

    Decine di anni fa , uscivo dallo stadio , di corsa al palazzetto a vedere il basket ( due squadre in serie A . ) altri andavano al campo di rugby ( serie A2 ) altri ancora a pallavolo ( A2 ) ……………adesso ???? il prossimo anno neppure il cacio ………….che fine !!!!!