Cerca nel quotidiano:

Condividi:

Foscarini: “Dobbiamo essere più coraggiosi”

Domenica 18 Settembre 2016 — 18:09

di Riccardo Campopiano e Simone Panizzi

Non si può certo definire soddisfatto il tecnico di casa Foscarini per il pari maturato nel finale nel derby con la Lucchese (clicca qui per vedere gli highlights della partita) “Siamo partiti bene, poi siamo calati. Non credo sia una questione di fare quattro o cinque cambi rispetto al Como né di condizione atletica. Quando soffriamo dobbiamo saper essere più coraggiosi, ed avere anche maggior personalità nel prender palla e dettare le giocate”. I cambi, da quello di Cellini a quello di Borghese, hanno recitato una parte importante nella gara. “Ho messo Borghese perché volevo difendere, magari anche soffrendo, negli ultimi dieci minuti. Invece abbiamo subito per due volte la stessa azione, con lo scarico dietro, senza leggerla bene. Cellini si è fatto male, probabile che non lo avremo per qualche partita. Lui è un giocatore che sa tener palla e fa salire la squadra, gli altri attaccanti sono stati bravi ma hanno caratteristiche diverse”.

Il secondo gol di Venitucci non è valso altri tre punti: “Peccato non aver vinto visto che il gol loro è arrivato allo scadere. Purtroppo nella ripresa abbiamo smesso di giocare senza sfruttare le ripartenze avute. Probabilmente le tre partite in una settimana si sono fatte sentire, ma adesso pensiamo al prossimo match”.

Buona anche la prova di Giandonato: “Pensavamo di poter portare a casa un’altra vittoria ma così non è stato. Una volta subito il pareggio abbiamo attaccato più con la forza della disperazione che con la testa. Forse ci è mancata un po’ di lucidità ma dopo tre partite in una settimana è normale. Sicuramente le partite vanno chiuse prima e questo ci deve servire da lezione”.

Contento l’allenatore ospite Galderisi, sulla graticola dopo un avvio di campionato in sofferenza: “Un pari importante, contro una grande squadra. Arriva dopo un percorso di due mesi, in cui io e il direttore abbiamo scelto i giocatori della rosa. Questo risultato ci conferma che le scelte che abbiamo fatto hanno valore e potenziale. Una dimostrazione di unità d’intenti dei giocatori nell’ottenere un risultato”.

Condividi:

Riproduzione riservata ©