Cerca nel quotidiano:


Foscarini: “Dobbiamo essere più coraggiosi”

Domenica 18 Settembre 2016 — 18:09

Mediagallery

di Riccardo Campopiano e Simone Panizzi

Non si può certo definire soddisfatto il tecnico di casa Foscarini per il pari maturato nel finale nel derby con la Lucchese (clicca qui per vedere gli highlights della partita) “Siamo partiti bene, poi siamo calati. Non credo sia una questione di fare quattro o cinque cambi rispetto al Como né di condizione atletica. Quando soffriamo dobbiamo saper essere più coraggiosi, ed avere anche maggior personalità nel prender palla e dettare le giocate”. I cambi, da quello di Cellini a quello di Borghese, hanno recitato una parte importante nella gara. “Ho messo Borghese perché volevo difendere, magari anche soffrendo, negli ultimi dieci minuti. Invece abbiamo subito per due volte la stessa azione, con lo scarico dietro, senza leggerla bene. Cellini si è fatto male, probabile che non lo avremo per qualche partita. Lui è un giocatore che sa tener palla e fa salire la squadra, gli altri attaccanti sono stati bravi ma hanno caratteristiche diverse”.

Il secondo gol di Venitucci non è valso altri tre punti: “Peccato non aver vinto visto che il gol loro è arrivato allo scadere. Purtroppo nella ripresa abbiamo smesso di giocare senza sfruttare le ripartenze avute. Probabilmente le tre partite in una settimana si sono fatte sentire, ma adesso pensiamo al prossimo match”.

Buona anche la prova di Giandonato: “Pensavamo di poter portare a casa un’altra vittoria ma così non è stato. Una volta subito il pareggio abbiamo attaccato più con la forza della disperazione che con la testa. Forse ci è mancata un po’ di lucidità ma dopo tre partite in una settimana è normale. Sicuramente le partite vanno chiuse prima e questo ci deve servire da lezione”.

Contento l’allenatore ospite Galderisi, sulla graticola dopo un avvio di campionato in sofferenza: “Un pari importante, contro una grande squadra. Arriva dopo un percorso di due mesi, in cui io e il direttore abbiamo scelto i giocatori della rosa. Questo risultato ci conferma che le scelte che abbiamo fatto hanno valore e potenziale. Una dimostrazione di unità d’intenti dei giocatori nell’ottenere un risultato”.

Riproduzione riservata ©

6 commenti

 
  1. # Franco

    MA io mi chiedo…
    Qualcuno ci può dire i programmi della società a medio termine?
    Protti è sparito? Che dice?
    Puntiamo alla salvezza in lega pro o vogliamo tentare di uccidere il campionato?
    Staremo in questa categoria per anni oppure il presidente ha altre ambizioni… meglio, peggio…
    Io credo che le cose vadano programmate e questo mortorio dà veramente fastidio.
    Sta di fatto che, a parte i punti non abbiamo mai visto giocare a calcio e se non giochi vai poco lontano… Il Livorno di Jaconi o il vecchio Spezia erano altri pianeti.

  2. # giancarlo

    A me sembra che ci meleggino : l’allenatore dell’Alessandria , Galderisi della Lucchese :
    punti conquistati contro una grande squadra , ma quale sarebbe questa grande squadra ? Siamo mediocri e senza gioco , da qui in avanti incontreremo squadre che non si faranno intimorire dal nome ed allora sarà molto triste !

  3. # Dr Baciocca

    Bravo Franco, mi hai preceduto.
    Anch’io chiedo quali siano i programmi della societa’.
    Sono spariti tutti: il presidente non viene nemmeno a vedere le partite e sembra sparito; Protti non parla piu’; Ceravolo dice che siamo pronti fra un mese ( un attaccante bono in piu’ era chiedere troppo); Armenia non dice nulla.
    C’è qualcosa che non va. Parlino chiaro alla tifoseria su cosa vogliono fare.
    FORZA VECCHIA UNIONE.

  4. # Franco

    Ma poi perchè noi sempre indietro nella preparazione?
    Cavoli, una squadra che 3 anni fa era in serie A deve soffrire così in Lega Pro?
    Sembra che ci si affacci oggi al gioco del calcio mentre questa società ha partecipato a pieno titolo alla UEFA LEAGUE facendo una dignitosa figura.
    Forse qualcuno ci vuole fare un dispetto? Ci vuole far morire piano piano?
    Occhio perchè a Pisa hanno bloccato stazione ed aeroporto… ed è noto che noi non siamo più delicati dei nostri cugini…
    Presidente stia attento perchè ora la storia comincia a puzzare un pò troppo…

  5. # ugo caponi

    Ma il LIVORNO è un problema per chi: Spinelli, della città, dei tifosi? Qualcuno conosce il prezzo di vendita?

  6. # Mario Berto

    Foscarini: “Dobbiamo essere più coraggiosi…”.
    Sbaglio o qualcuno ha scritto che “il coraggio uno se non ce l’ha non se lo può dare”