Cerca nel quotidiano:


Foscarini: “Soddisfatto, ma c’è da migliorare”

Domenica 11 Settembre 2016 — 21:53

Mediagallery

Foscarini voleva a tutti i costi far vedere che il Livorno non è quello di Alessandria. Questa vittoria in parte lo dimostra anche se, come lui stesso ammette, la strada da fare è ancora lunga.

Mister, in questo momento quel che conta sono essenzialmente i tre punti.
”Sono soddisfatto, era importante ripartire dopo la sconfitta con l’Alessandria. Dopo l’uno a zero dovevamo gestire meglio, abbiamo concesso quella punizione pericolosissima dal limite a tempo scaduto. Nel complesso sono ovviamente contento del risultato, sulla prestazione qualcosa da rivedere c’è”.

Cosa ha funzionato meno?
“Ci vuole maggior personalità oltre alla corsa e all’impegno in alcuni tempi di gioco, specialmente i giocatori che hanno già anni di esperienza alle spalle e devono sapere prendere in mano la manovra e il gioco. Ad esempio Giandonato e Venitucci. A volte siamo stati scolastici”.

Al momento siamo ancora una squadra difficilmente valutabile, considerate le numerose assenze.
“Adesso è importante fare punti, muovere la classifica e valutare i giocatori che ho a disposizione. Non importa se un ragazzo che mando in campo ha 18 anni, da tutti pretendo la prestazione”.

Stasera Murillo non è sembrato a suo agio nel ruolo di punta centrale. Ruolo congeniale invece a Maritato.
“Murillo è bravo quando può puntare la porta, di spalle soffre la marcatura. Stasera è riuscito a farlo solo una volta, però sta lavorando molto per giocare non solo esterno ma anche centralmente. Maritato ha caratteristiche che si sposano bene con il resto degli attaccanti, ha tecnica e sa far salire la squadra”.

Abbastanza contrariato l’allenatore ospite Andrea Danesi: “Meritavamo di vincere, abbiamo avuto più palle gol del Livorno. Di solito quando non si fa gol ma si gioca bene si ottiene almeno un pari, stasera abbiamo addirittura perso. Siamo partiti un mese dopo le altre a causa del fallimento, la squadra è rinnovata per dieci undicesimi. Rimangono ancora 35 gare, se continuiamo a fornire queste prestazioni i risultati arriveranno”.

Riproduzione riservata ©

2 commenti

 
  1. # Speriamobene

    Per la serie in cui siamo (lega pro) mancano corsa e fisicità . La tecnica e la velocità di esecuzione non sono poi presenti nei nostri giocatori più che negli altri……ne deriva che con gli attuali interpreti dovremo sempre soffrire per vincere …..
    Spero in Protti e Foscarini che traggano il massimo dai molti giocatori oramai alla fine e da quelli assolutamente scarsi

  2. # giancarlo

    Se c’è d’aver soddisfazione per queste prestazioni…evito di commentare!