Cerca nel quotidiano:


Il Museo del Livorno Calcio si farà: arriva l’ok della giunta

L'esposizione sarà allestita in una palestra dell'Armando Picchi. L'assessore Morini: "Si tratta di una soluzione temporanea in attesa di capire cosa il futuro riserverà sia allo stadio che alla società stessa"

venerdì 19 ottobre 2018 07:37

Mediagallery

Dopo lo straordinario successo del museo del Livorno calcio allestito a Villa Mimbelli due anni fa, molti tifosi hanno chiesto all’assessore Andrea Morini e al presidente del Coordinamento Club Livorno, Ivano Falchini, di riproporre l’iniziativa ma in pianta stabile. Il primo passo in avanti è stato fatto dalla giunta comunale che, riunitasi il 16 ottobre, ha concesso l’uso di una palestra dell’Armando Picchi proprio per il museo. Il tutto “senza ulteriori addebiti” alla società amaranto. Che adesso dovrà farsi carico di portare avanti questo progetto come spiega l’assessore allo sport Morini raggiunto telefonicamente. “La richiesta ci è arrivata direttamente dal Livorno Calcio e noi l’abbiamo approvata – chiarisce Morini – Si tratta sicuramente di una soluzione temporanea in attesa di capire cosa il futuro riserverà sia allo stadio e che alla società stessa. Ovviamente si dovrà fare di necessità virtù visto che lo spazio a disposizione non sarà lo stesso di Villa Mimbelli però credo che abbiamo intrapreso la strada giusta. Adesso la palla passa in mano al Livorno visto che noi, rimanendo in tema sportivo, abbiamo offerto l’assist. Spero che l’allestimento del museo possa anche essere da stimolo per i calciatori affinché possano caricarsi vedendo quella che è stata la storia della vecchia Unione”.
Entusiasta dell’idea anche il presidente del CCL (Coordinamento Club Livorno) Ivano Falchini: “Sono felice di questa decisione anche se siamo soltanto agli inizi. Io mi farò vivo con le persone che mi aiutarono ad allestire la mostra a Villa Mimbelli anche tutto è nelle mani della società. Confido molto nel lavoro di Fernandez e Peiani  ma la strada da fare è ancora molta. Innanzitutto bisognerà capire come strutturare il museo perché la mia intenzione è quella di fare una mostra in continuo aggiornamento che possa proporre cimeli e immagini nuove di volta in volta”.

Riproduzione riservata ©

1 commento

 
  1. # Antonio Caprai

    Mai cose sono tanto stabili come quelle temporanee. Ma personalmente ho un sogno che da tanti anni con tutte le giunte non si è mai realizzato e che va al di la di un museo del calcio (fra l’altro sarebbe una buona idea farlo dello sport livornese, visto che Livorno è la città più medagliata del mondo). Avere un campo sportivo scolastico degno della città, con spogliatoi decenti, con una copertura delle tribune, con una pista ottima… Sogni che da tanti assessori e sindaci sono stati sempre resi di impossibile realizzazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003 e degli art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.
Il commento e il nick name da lei inseriti potranno essere pubblicati solo previa lettura da parte della redazione. La redazione si riserva il diritto di non pubblicare o pubblicare moderandolo sia il commento che il nick name. Se acconsente prema il bottone qui sotto “commenta l’articolo”.

Passa alla versione desktop Torna alla versione responsive