Cerca nel quotidiano:


Livorno-Alessandria 0-1. Tutto in 9 secondi. Amaranto ancora a +6

Finisce così, con la curva che incita la squadra e chiama i ragazzi sotto la Nord. L'Alessandria con il minimo sforzo ottiene il massimo risultato. Adesso testa al prossimo impegno in esterna contro la Pistoiese

Domenica 28 Gennaio 2018 — 18:28

Mediagallery

di Anna Campani e Simone Panizzi 

Finisce così, con la curva che incita la squadra e chiama i ragazzi sotto la Nord. L’Alessandria con il minimo sforzo ha ottenuto il massimo risultato (in fondo all’articolo la fotogallery). Il Livorno ha spinto molto, tantissimi i cross, ma è mancato il tocco finale, la zampata vincente. Come sempre adesso la testa è rivolta al prossimo impegno in esterna contro la Pistoiese. Al 90′ il Livorno registra un possesso palla del 75% e un computo dei tiri totali verso la porta di 20. Nella conferenza stampa del dopo partita Sottil è chiaro: “Mi urta veramente perdere delle partite così, adesso dobbiamo rimanere compatti”. Verrà definita la situazione di Pedrelli alle prese con delle ernie alla schiena, cosa che potrebbe incidere su questi ultimi giorni di mercato. La vetta rimane però ben salda in mano agli amaranto che conducono ancora il girone A della serie C con ben 6 punti di vantaggio dal Siena (LA CLASSIFICA).

Primo tempo: Il buongiorno non si vede dal mattino per il Livorno, che soltanto dopo nove secondi passa in svantaggio. Fischio di inizio e Marconi serve Gonzalez che di prima supera Mazzoni. La gara per gli amaranto si fa in salita. Sono 45 minuti dove l’Alessandria spinge senza però andare mai al tiro. Il Livorno ci prova, corre su tutti i palloni ma manca la concretezza in fase offensiva. Doumbia risulta in ombra rispetto al solito, Sottil cambia la sua posizione spostando dalla parte opposta anche Valiani per cercare di dare velocità al fraseggio. Baumgartner si spegne lentamente, Vantaggiato ci prova in più di un’occasione andando vicino alla rete con una mezza rovesciata, così come Franco che sfiora il pareggio di testa. L’Alessandria gioca veloce e rientra bene a difendere la propria porta, Il Livorno spinge sopratutto negli ultimi dieci minuti, senza però riuscire a trovare la rete. Nei minuti finali l’Alessandria cerca di arginare le ripartenza di casa, perdendo anche qualche secondo di troppo.

Secondo tempo: L’Alessandria imposta la sua partita sulla fase difensiva. Gli ospiti cercano di ostacolare il gioco amaranto. Per il resto niente da segnalare anche se al termine gli ospiti hanno comunque avuto due ottime occasioni da rete per portare il risultato sul 2-0. Gli amaranto qualcosa hanno da imputarsi: un fraseggio di gioco forse troppo lento rispetto al solito e una fase offensiva che si spegneva una volta arrivati al limite dell’area. I tiri in porta concessi sono stati limitati, nonostante sia stata molto presente la spinta offensiva. E’ mancata la brillantezza e la cattiveria nel cercare il gol. Arriva così la seconda sconfitta in stagione, la prima al Picchi per il Livorno.

Mazzoni 6: non si aspetta lo svarione difensivo iniziale, tanto che è ancora distante dalla linea di porta. Primo e unico tiro nello specchio.

Morelli 5,5: ha un passo che gli permette di raggiungere con facilità il fondo, il problema è poi indovinare il cross giusto. Dietro Sestu lo punge spesso (68’ Perez 6: qualche spunto interessante a sinistra, ma Celjak lo rimbalza spesso).

Pirrello 6: nessuna colpa specifica, anche se oggi la difesa ha peccato spesso di sufficienza.

Gasbarro 5: altra distrazione fatale, rimane con la testa negli spogliatoi e Gonzalez ringrazia.

Franco 6,5: uno degli ultimi a mollare, arriva al 96esimo col fiato corto dopo aver spinto dal primo minuto. Sfiora il pari di testa.

Luci 6: uno dei punti di riferimento anche nelle giornate no, gioco semplice ma efficace fatto di recuperi e appoggi (78’ Kabashi 5,5: debutto in chiaroscuro, scheggia la traversa su punizione ma perde anche due palle pesanti).

Bruno 6: sempre nel vivo del gioco, tampona e si propone anche al tiro.

Doumbia 5: si emargina dalla partita, limitandosi a giocate basilari e mai incisive (59’ Murilo 5,5: poco efficace, lotta più col sole negli occhi che con gli avversari).

Baumgartner 5: inizia benino, poi si schiaccia troppo sulla difesa e si disinnesca da solo (59’ Manconi 5,5: parzialmente assolto perché era alla prima, tiene troppo palla cercando il dribbling anche quando non necessario).

Valiani 6: si spreme nelle due fasi, risultando meno lucido negli ultimi venti metri. Nella ripresa passa a esterno destro con la stessa qualità di sempre.

Vantaggiato 5,5: ha sofferto maledettamente i centrali dell’Alessandria e la mancanza di un giocatore vicino a sé.

All. Sottil 5,5: dopo il pari di Lucca, il Livorno rimanda ancora la vittoria e continua ad accusare la sosta. Partita iniziata male e gestita peggio, con la squadra incapace di creare pericoli dalle parti di Vannucchi per tutta la ripresa.

LE INTERVISTE:

Mister Sottil, anche oggi molto possesso palla ma difficoltà nel trovare la porta avversaria come a Lucca. 

“Statistiche alla mano abbiamo fatto 20 tiri in porta, la cosa che magari dà più fastidio è che nel cinquanta per cento delle partite siamo andati sotto per primi. Non è facile ribaltare sempre il risultato, oggi in pratica abbiamo iniziato dallo zero a uno con un gol peraltro molto dubbio. Dal punto di vista dell’impegno ai ragazzi non posso imputare niente, ma dobbiamo ritrovare smalto e lucidità”.

È il momento più difficile dall’inizio della stagione?
“Bisogna rimanere compatti e sereni anche nelle sconfitte, sono sicuro che la squadra si saprà riprendere con forza. Sono grato ai tifosi per aver dimostrato attaccamento dopo il triplice fischio e per aver capito il momento. È un segno di grande maturità”.

La squadra è sembrata in calo fisico e mentale: questo ultimo aspetto è colpa anche del mercato?
“La squadra sta bene, lo confermano i dati raccolti in allenamento. È più un discorso di atteggiamento, di cattiveria e di non farsi prendere dalla fretta di voler recuperare il risultato. Riguardo al mercato non vedo l’ora che finisca, stiamo valutando tutte le situazioni tra cui Pedrelli che ha dei problemi di ernie. Io penso al campo e sono contento di quello che ho a disposizione”.

Un momento delicato quello per il Livorno, che nel 2018 non è ancora riuscito a vincere una partita. In mix zone si è presentato Luca Mazzoni.

Luca, un momento dov’è importante reagire subito. 
“E’ un momento dove abbiamo perso una partita dopo non so quanto tempo. A mio avviso abbiamo fatto la partita che dovevamo, togliendo quel primo minuto dove abbiamo giocato come una squadra che non può vincere il campionato. Il momento è particolare non difficile. Non ho visto una squadra in difficoltà da qualche punto di vista. Non abbiamo avuto episodi a favore, come invece delle volte è avvenuto il contrario. L’Alessandria è una squadra in salute, forte. Dobbiamo continuare a fare quello che facciamo sempre, lavorare e limare gli errori. Sapevamo bene che il campionato non era chiuso, se qualcuno lo ha pensato si renderà conto che sbaglia”.

E’ mancato qualcosa sul profilo offensivo, sulla velocità del giropalla.
“Effettuare un certo giropalla con una squadra che si chiude non è facile. Quello che penso è che dobbiamo essere più cattivi, sfruttando al meglio le occasioni che ci capitano. Guardando le statistiche abbiamo fatto venti tiri verso la porta, cercheremo di essere meno prevedibili. Sono molto rammaricato di come abbiamo preso gol, non possiamo permettercelo e forse non mi era neanche mai capitato. Sono arrabbiato per questo. Se giochiamo così le reti poi arrivano, anche se dobbiamo sicuramente riaccendere qualcosa. La fortuna ce la dobbiamo andare a cercare. E’ importante restare sereni e lucidi”.

Sponda Alessandria si presenta in sala stampa l’autore della rete. Gonzalez: “Il Livorno ha giocato molto bene ha fatto un’ottima partita, noi siamo stati fortunati a trovare subito il gol, a livello di gioco forse non abbiamo fatto vedere una delle nostre migliori partite, ma siamo stati bravi a portare a casa il risultato”.

IL TABELLINO

Livorno: Mazzoni, Morelli (66′ Pèrez), Pirrello, Gasbarro, Franco, Luci (77′ Kabashi), Bruno, Doumbia (59′ Murilo), Baumgartner  (59′ Manconi), Valiani, Vantaggiato. A disp. Pulidori, Borghese, Gemmi, Zhikov, Gonnelli, Montini, Giandonato, Bresciani,  All. Andrea Sottil.
Alessandria: Vannucchi, Celjak, Piccolo, Giosa, Fissore, Gatto, Gazzi, Sestu (80′ Russini), Nicco, Marconi (61′ Bunino), Gonzales (69’Fischnaller). A disp. Pop Alin, Gjoni, Barlocco, Bellazzini, Rossetti, Sciacca, Pastore, Kadi, Ranieri. All. Michele Marcolini
Arbitro: Valiante di Salerno (Della Vecchia – Abagnara)
Reti: 1′ Gonzalez
Note: Ammoniti: 2′ Gasbarro 67′ Piccolo, 78′ Celjak, 93′ Bruno Angoli: 4-2 Spettatori: 5.791

 

 

Riproduzione riservata ©

49 commenti

 
  1. # Nevo

    Speriamo che con tutta questa euforia….di non farci del male, si parla troppo, ed il Siena e’ lì dietro l’angolo..!!!…più umiltà, l’Alessandria non e’ l’ ultima arrivata e sviluppa un bel gioco soprattutto in trasferta.

    1. # Jura

      Grande Nevo, riesci a vedere la realtà come pochi….E’ successo ciò che avevi presagito, è stato proprio così….

  2. # Karl

    Però non male come inizio. Speriamo bene ,non vorrei che capitasse proprio come l’alessandria dello scorso campionato.

  3. # giancarlo

    GAME OVER. FINE DEL DIVERTIMENTO …

  4. # andrew

    NEVO…….CHIAMATELA CORVATA!!!! O BOIA!!!!

  5. # Fabio

    Con il calcio mercato di gennaio si è per caso rotto il giocattolo?

  6. # max

    E’ finita la cuccagna, purtroppo la testardaggine nel non volere Diamanti sta inevitabilmente causando il patatatrac.

  7. # Dr Baciocca

    Urge subito un trequartista “vero” ed un centrale difensivo esperto , altrimenti buttiamo a mare tutto quello che si è fatto.
    Oggi nemmeno se si giocava fino a Natale si faceva rete.
    I nuovi,anche se è presto per giudicarli,mi sembrano buoni giocatori di prospettiva, ma non possono essere quelli che ti fanno fare il salto di qualita’.
    Spero vivamente di sbagliarmi , ma se non si ritorna sul mercato, la vedo dura.
    SEMPRE FORZA VECCHIA UNIONE SPORTIVA LIVORNO.

  8. # Maurizio72

    Via gufi sortite dall’armadi oggi è la vostra giornata

  9. # Bobbe65

    È un grande livorno…..sedici giocatori da mandare a casa

  10. # cesarsandino

    Diamanti era un giocatore che cambiava le partite con un’invenzione

  11. # ivano

    una parola sola……-Diamanti

  12. # gari

    Siamo alla frutta come tutti gli anni, a Gennaio si ripete la solita musica, speriamo bene ma la vedo dura …. Forza sempre Livorno .

  13. # Karl

    Mi dispiace molto dire questo, ma il Livorno non vincerà questo campionato. Una squadra in difficoltà fisica e mentale. Una capolista che si rispetti, anche se in svantaggio dopo pochi secondi e con ancora da giocare 90 minuti non riuscire neanche a pareggiare è un bruttissimo segnale.

  14. # cesar sandino

    purtroppo l’arroganza e la presunzione di uno (pecini) stanno ricadendo sulle spalle di tutti!!
    avevamo l’occasione di crescere di un gradino in più rispetto alle altre…con lui avremmo passato indenni momenti difficili come questo…DIAMANTI PRIMA CHE SIA TROPPO TARDI

    1. # Ercole Labrone

      Ma lo sapete da quanto è fermo diamanti??? ma credete che arrivi e spacchi tutto?? se anche venisse sarebbe pronto fra un mese…. allora aspetto maiorino alla grande

  15. # Ugo

    Aibo’ che tifosi irriducibi che scrivono.. …

  16. # Davide

    Boia deh. Sono stati tappati mesi e mesi ora risortiscano fuori i gufi…

  17. # Chef

    Preferisco essere sopra di 4 punti al Siena che stare dietro.
    Ci sta perdere.
    Pace.
    L’importante è riprenderci domenica.

  18. # Gianni

    Bobbe. Te sei pisano dentro anche se sei nato a livorno

  19. # Traf

    Boia deh. Avevano ragione i gufi. Il siena ha strapazzato il gavorrano ed ora si e’ riportato sotto!!!
    Oddio che paura.

  20. # Emiliano

    L’avete avuta.
    Grazie Damonte

    1. # Aldo

      Arriveremo terzi se va bene.

  21. # AiutateCi

    Siamo Maiorino dipendenti. Senza un regista si fa la fine dello scorso anno. Diamanti ti ci voleva eccome altro che discorsi.

  22. # Maurizio72

    Bobbe65 spero di aver letto male!..non volevi mica intendere quello che hai scritto vero?!

  23. # Traf

    Mi sa di si max, Bobbe e’ un irriducibile

  24. # Arconada

    Ora ci vuole compattezza e passione e incitamento un calo è fisiologico e bisogna gestirlo tutti insieme ma a Livorno come da sempre o campioni o bidoni………..Forza amaranto fino alla fine comunque vada.

  25. # Andrea.S.

    Boia deh… O gufi…. Hanno fatto un tiro si sono presi a pallonate…. Migliore in campo il loro portiere…. Ma vi etate

  26. # Ercole Labrone

    Boia quanta gente non aspettava altro che uno scivolone per ritornà fori dopo mesi di fegato marcio….
    ma datevi una patta

  27. # AHIO

    Signori Spinelli, Pecini, Facci, Romano cosa sta succedendo?…..

  28. # bimbone

    BOIA DE…..LE NUTRIE SORTONO DAI TOMBINI ANCHE A LIVORNO DE…!!!
    POPO’ DI GUFACCI MALEDETTI…..PRENDIAMO TIZIAO, CAIO SEMPRONIO…..E VI DOVETE CHETA’…!!!
    MA POSSIBILE CHE DA SQUADRA SCHIACCIASASSI….ORA SIAMO DEI BRIAI…??? CI VOLE UN PO DI EQUILIBRIO…!!! DOPO 9 SECONDI S’E’ PRESO UN GOL ASSURDO……POI LORO TUTTI IN DIFESA, COME NORMALE, ASSEDIO AL FORTINO MA NIENTE GOI…!! LORO SONO CMQ LA SQUADRA Più IN FORMA DEL CAMPIONATO……E SONO STATI AI PALETTI X GRAN PARTE DELLA GARA..!!
    MEGLIO IR SIENA CHE HA PAREGGIATO IN CASA COL GAVORRANO..???
    INVECE DI CRITICARE…..FATE COME LA CURVA NORD, CHE A FINE GARA HA INCITATO I GIOATORI…..è COSì CHE SI FA….!!
    FORZA LIVORNO….GUFI A CASAAAAAAAAAA….!!!

    1. # Salvatore

      Secondo me il “NIK-Name” ti giustifica……

    2. # Karl

      Non direi proprio così. Probabilmente se nei 90 minuti riuscivi a creare 6 7 palle goal si poteva parlare di sfortuna o di partita stregata, ma purtroppo non hai creato praticamente nulla. Questo è il problema.

  29. # piero

    Diamanti non era adatto ? o forse non rientra nel circuito di Facci e Pecini ? con tutto il rispetto dei calciatori attuali qui si parlava di uno che in questa serie C poteva giocare con una gamba sola ….figuriamoci lui che ne ha tre…Che errore !!! Ora fate un bel rinnovo di 10 anni a Vantaggiato, ma non lo vedete che è ingrassato in maniera non possibile per un giocatore ? Ma esistono dei nutrizionisti in questa società un comportamento alimentare da tenere? Ma è possibile ?

  30. # Carli

    Deh. Boia deh. Diamanti deh. Io lo so sono ganzo. Cio ir collanone d’oro.ma levatevi di viii. O redioli
    Livornesi finti. Pisani d’adozione..

  31. # voltone

    Da farlo sempre, ma specialmente in questi momenti, la gradinata e la tribuna coperta se fanno un pò di tifo organizzato di cosa hanno paura? allo stadio fate un pò di tifo, mischiatevi con la curva nord, tanto quando si esce dallo stadio ogn’uno ritorna il pesce che è. SEMPRE FORZA LIVORNO

  32. # sesa

    a tutti i dirigenti amaranto, forza gente, un altro piccolo sforzo , alino diamanti!!!!!

  33. # Jura

    Il Presidente come sempre non co deluderà… anche se Diamanti è irraggiungibile aldilà delle sue affermazioni.

  34. # vraie55

    Va tutto bene

  35. # MAURO

    Grande Bimbone Condivido tutto quello che hai detto. Ma che razza di tifosi scrive su questo forum stiamo dominando il campionato dall’inizio siamo a più 6 sul Siena che pareggia in casa con l’ultima della classe e direi che proprio ora bisogna stare vicini alla squadra all’allenatore e alla società forza sempre Grande Livorno

    1. # Karl

      Esiste una bella differenza tra tifosi obbiettivi a quelli fanatici.

  36. # traf

    bimbone ma cosa glielo dici a che fa..tanto questa è gente che esce una volta l’anno per vedere una partita

    cioè quando la suocera ce li manda

  37. # Maurizio72

    Bravo mauro e traf questa è gente che si passa fa livornesi e poi stanno di Casa come minimo a larderello o a lajatico…se incontrano un giocatore per strada non lo riconoscano nemmeno..lasciamoli stare poverini!FORZA MAGICO LIVORNO!

  38. # Curva Nord

    L’ arrivo e’ al Vigorelli….. criticate meno e venite allo stadio.

  39. # paolo

    Ma quando mai si è vista una squadra che vince un campionato senza perdere neanche una partita ? La Cremonese l’anno scorso perse con noi qui e laggiù (e anche da qualche altra parte) ma il campionato lo ha vinto in carrozza e se noi non avessimo avuto una serie incredibile di infortuni, nonostante l’inizio stentato, in serie B ci saremmo andati noi. Abbiamo perso ieri contro la migliore squadra vista a Livorno e mi pare che nonostante tutto gli altri non volino, anzi stentano e scazzano (come ha fatto il Siena ad Arzachena e a Piacenza). Siamo ancora primi con sei punti di vantaggio e i panforti domenica vanno proprio ad Alessandria, mi pare. E noi siamo qui a invocare l’arrivo di gente da almanacco Panini. Qualcuno, prima che venissero a Livorno, sapeva che esistevano al mondo giocatori come Cannarsa, Melara, Fanucci, Vanigli, Grauso, Amelia, etc. che ci hanno poi portato dalla C fino in serie A e ci sono rimasti tranquilli ? Se ci dobbiamo preoccupare è semmai per il fatto che per 11 volte su 22 siamo andati in svantaggio regalando gol incredibili fin dalla prima giornata. E’ lì che la società dovrebbe trovare dei puntelli validi. E qualche fenomeno ha da ridire su Facci e Pecini. Ma andate all’ippodromo di San Rossore, è meglio !

  40. # Carlo

    Ma manco all’ippodromo. Direttanente a san rossore a gioca’ a pallavvellenata e rubabandiera.
    Il livorno non e’ roba per voi

  41. # preoccupato

    se non si vince a Pistoia è crisi e mi sa che faremo come l’Alessandria lo scorso anno. Il Siena ha preso Santini e noi? Ber mi’ Diamanti con te a quest’ora eravamo primi a 20 punti dalla seconda.

  42. # nico66

    Io e mia moglie abbiamo comperato il biglietto per domenica io sono di poche parole quindi lamenti si diamanti no e gasbarro e cosi e mazzoni non e bono e morelli non va ricordatevi che siamo la capolista e i tifosi che amano la maglia amaranto si vedono nei momenti come questi quindi sosteniamo i ragazzi al picchi e fuori casa insieme ai bimbi della nord sempre forza unione

    1. # Karl

      Sostenere la squadra sempre, ma questo non vuol dire non criticare l’operato della dirigenza o le prestazioni non molto convincenti.