Cerca nel quotidiano:


Livorno ancora senza gol, l’Ascoli colpisce due volte

Amaranto a secco da inizio campionato, Di Gennaro nel finale spreca le migliori occasioni per il pari. Debutto per Brignola, Braken e Marras, ma arriva la terza sconfitta in altrettante giornate

venerdì 13 Settembre 2019 19:06

Mediagallery

di Simone Panizzi

Non si interrompe la serie negativa del Livorno, che ad Ascoli rimedia la terza sconfitta nelle prime tre giornate di Serie B e prosegue nel suo rapporto complicato con la porta avversaria. Ancora zero alla casella “reti segnate” dopo oltre 270′ per l’undici di Breda, che anche in terra marchigiana ha denotato limiti nel costruire efficaci trame offensive. Le occasioni più nitide nei 90′ infatti, un tiro di Marsura (tra i migliori oggi) dal limite e due chance colossali per Di Gennaro nel finale sempre sullo 0-1, sono state frutto di soluzioni e situazioni estemporanee. Qualcosa di buono si è visto da Braken, comunque poco e male servito, e da Brignola, accesosi a tratti, mentre Murilo continua a essere poco incisivo.
L’Ascoli si è limitato a giocare la sua partita, fatta di possesso palla, e ad attendere gli errori del Livorno, salvato sia da Zima che dall’imprecisione di Ardemagni in giornata no.
Fortunatamente sono state giocate appena tre gare di campionato, per cui c’è ancora tutto il tempo per rimediare e invertire la tendenza, considerato anche che gli ultimi arrivati devono ancora integrarsi al meglio negli schemi. La partita con il Pordenone diventa però per Breda già un importante banco di prova.

LE FORMAZIONI

ASCOLI: Lanni, Pucino, Gravillon, Brosco, Padoin (62′ Andreoni), Gerbo (56′ Cavion), Petrucci, Piccinocchi (83′ Brlek), Ninkovic, Chajia, Ardemagni. A disposizione: Novi, Leali, Valentini, Ferigra, Troiano, Rosseti, D’Agostino, Laverone. All. Zanetti.
LIVORNO: Zima, Morganella (55′ Del Prato), Di Gennaro, Bogdan, Gasbarro, Luci, Agazzi, Marsura, Brignola (60′ Marras), Murilo, Braken (70′ Porcino). A disposizione: Plizzari, Stoian, Morelli, Gonnelli, Mazzeo, D’Angelo, Raicevic, Rizzo A., Boben. All. Breda.
Arbitro: Rapuano di Rimini (assistenti Robilotta e Vono)
Reti: 43′ Gerbo, 96′ Ninkovic
Note: ammonito Gerbo (A), Chajia (A), Gravillon (A), Ninkovic (A), Morganella (L), Gasbarro (L), Marras (L); calci d’angolo 4-3; recupero 4’+6′.

 

di Simone Panizzi

Zima 6,5: rimedia subito a una sua topica con i piedi, poi salva su Ardemagni nella ripresa. Poco colpevole.
Morganella 5: dalla sua parte l’Ascoli si infila troppo facilmente, Padoin lo mette spesso in difficoltà (55′ Del Prato 6: tiene la posizione senza sbavatura e prova qualche sortita in avanti).
Di Gennaro 5: pesano sulla sua valutazione i due errori in area avversaria, nel complesso di una prova comunque non sufficiente.
Bogdan 5,5: Ardemagni gli sfugge un paio di volte e sono dolori, oggi non si è visto il solito muro croato.
Gasbarro 5: mette sempre troppa sufficienza nelle giocate, tanto da sembrare indolente.
Luci 5,5: fa legna in mezzo, quando si trova a dover dettare il passaggio sulla trequarti mostra i suoi limiti.
Agazzi 5,5: gioca semplice, e non per forza è un difetto. Ma Ninkovic ha spesso troppa libertà di agire.
Marsura 6,5: non ha paura di provare e forzare la giocata e di prendersi responsabilità al tiro. Conferma le buone impressioni lasciate con il Perugia.
Brignola 6: qualche lampo, passaggi di prima e dribbling. Deve però ancora inserirsi bene nei meccanismi (60′ Marras 6: trova spesso il fondo, ma mai l’assist vincente. Giocatore di categoria che si rivelerà utile).
Murilo 4,5: ancora una volta un corpo estraneo, nel secondo tempo si eclissa completamente. Inspiegabile la scelta di Breda di lasciarlo in campo.
Braken 6: movimenti interessanti e piede educato, ma siamo sicuri che avrebbe voluto ricevere qualche pallone in più (70′ Porcino 6: gioca gli ultimi venti minuti con il Livorno proteso in avanti alla ricerca del pari).
All. Breda 5: approccio molle alla partita. Deve lavorare per integrare quanto prima i nuovi e evitare scelte cervellotiche, come quella di insistere con Murilo. A conti fatti, il Livorno al 96′ non aveva un centravanti di ruolo in campo.

 

Riproduzione riservata ©

16 commenti

 
  1. # manu70li

    forza ragazzi la vera livorno amaranto è con voi..noi che abbiamo un’unica fede quella labronica!

  2. # Kevinlab

    Asfaltiamo l’ascoli !!!

  3. # Karl

    State sereni è come l’anno passato, ci salveremo all’ultima giornata.

  4. # Sachem

    Caro Breda avevi in rosa un Sign. Diamanti , ma come si può pensare di lasciarlo andare via ! Cambia passo perché così si va poco lontano.

  5. # Peppa

    Non ho parole

  6. # Milo

    Naturalmente ci manca un BOMBER di RAZZA, come tutti noi Tifosi speravamo che la Societa’ acquistasse,ma nel complesso i Giocatori sono stati acquistati a differenza di altri anni, dispiace molto dirlo ma Mister Breda con la Rosa che si ritrova non puo’ puntare su 3 Giocatori che in qualsiasi altra squadra di serie B non giocherebbero MAI!!! quindi cambiare modulo, prima che sia troppo tardi, va salvata a tutti i costi questa serie B!!!.

  7. # Sergio Giomi

    Mi sembra che senza Diamanti il Livorno sia più concreto!!AOOOO !!!!!.

  8. # Franco

    No ma continua a far giocare Murillo…..

  9. # Pietro

    A questo punto occorre fermarsi e dirci a che gioco giochiamo caro Breda. Abbiamo fiducia in te, ma devi spiegarci alcune cose incomprensibili. L’anno scorso hai fatto un miracolo ed in quella squadra NON FACEVI GIOCARE né Gasbarro e ne Murilo. E facevi bene Perche ora sono inamovibili pur offrendo prestazioni ampiamente insufficienti. Lasci in panchina un Boben che ha dimostrato di essere un mastino sempre all’altezza della situazione e per questo la societa lo ha riscattato. Occorre tornare subito con la difesa a tre con Boben bogdan e di Gennaro. Rinforzare il centrocampo dove e fin troppo evidente che i nostri avversari vanno a Nizza con due soli mediani come Agazzi e luci. Hai dal prato che è un nazionale under 21 e porcino sulla fascia. Davanti ampia scelta dove risulta indispensabile giocare in 11 lasciando fuori murilo. e poi e possibile che tutti i nuovi non siano pronti ? Sono passati 15 gg con la sosta, hanno tutti fatto la preparazione e non ce ne uno pronto. COSI NON SI VA AVANTI…. non ci far perdere la fiducia che avevi conquistato l’anno scorso

  10. # Deeeeeee

    E ci risiamo….

  11. # Deeeeeee

    Scusate e C risiamo

  12. # RX

    PREMETTO CHE NON SONO E NON VOGLIO FARE L’ALLENATORE MA SEMBRA CHE AD OGGI CI SIA UN PO’ DI CONFUSIONE IN CAMPO TRA RUOLI E SCELTE DI GIOCATORI…UN ESEMPIO??.. QUANDO STAI PERDENDO 1 A 0 E SOSTITUISCI UNA PUNTA E MEZZO CON DUE MEZZE PUNTE ALLORA ANCHE A CHI NON CAPISCE NIENTE DI CALCIO SORGONO DEI DUBBI (PREMETTO NON SONO A CONOSCENZA DI EV, INFORTUNI E/O INDISPOSIZIONI…)….
    CARO BREDA, C’E’ ANCORA MOLTO DA LAVORARE MA IL TEMPO E’ AMICO….
    SEMPRE FORZA LIVORNO…..

  13. # Sandro65

    Formazione troppo sbilanciata. 2 a centrocampo, 3 dietro l’unica punta,. Alla fine tolta l’unica punta. Ora si deve fare 3 punti sennò è un casino.

  14. # Franco49

    Buona la prima la seconda e la terza. Non c’e Due senza tre e il quattro vien da se. Avanti così

  15. # Federico

    …… Cosa vuoi commentare……..

  16. # Erminio

    Era da buttare via un DIAMANTI e un VALIANI?….Io dico di no!!!…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003 e degli art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.
Il commento e il nick name da lei inseriti potranno essere pubblicati solo previa lettura da parte della redazione. La redazione si riserva il diritto di non pubblicare o pubblicare moderandolo sia il commento che il nick name. Se acconsente prema il bottone qui sotto “commenta l’articolo”.