Cerca nel quotidiano:


Livorno-Carrarese 1-2, brutta sconfitta degli amaranto

Al gol del vantaggio di Piscopo risponde Di Gennaro, ma dopo pochissimi minuti subirà nuovamente la rete del vantaggio con Infantino

Sabato 14 Novembre 2020 — 23:00

di Filippo Ciapini

Mediagallery

Il cambio di modulo con la difesa a tre non ha funzionato, Sosa è ancora indietro di condizione e i due attaccanti erano praticamente pesci fuor d'acqua

Finisce il match tra Livorno e Carrarese con gli ospiti che vincono per 1-2. Brutta sconfitta degli amaranto che non riescono ad incidere particolarmente per tutti e novanta i minuti. I ragazzi di Dal Canto soffrono tremendamente l’assenza di Agazzi non praticamente mai al tiro e difendendosi, anche maldestramente, dagli attacchi degli esterni avversari (clicca sul link in fondo all’articolo per consultare video e fotogallery).

Tabellino
Livorno (3-5-2): Stancampiano; Deverlan (83′ Fremura), Di Gennaro, Sosa; Morelli, Haoudi, Piccoli (78′ Pecchia), Pallecchi (59′ Mazzeo), Gemignani; Murilo, Marsura (59′ Braken). A disposizione: Romboli, Matysiak, Marie Sainte, Caia, Canessa. All. Dal Canto
Carrarese (4-2-3-1): Mazzini; Valietti, Borri, Murolo, Imperiale; Luci, Foresta; Caccavallo (78′ Cais), Piscopo (84′ Schirò), Calderini (62′ Pavone), Infantino. A disposizione: Pulidori, Grassini, Ermacora, Fortunati, Agyei. All. Baldini
Arbitro: Panettella di Gallarate
Reti: 28′ Piscopo, 35′ Di Gennaro, 38′ Infantino
Note: angoli 8-3, ammoniti Murilo, Calderini, recupero 1’+3′

La partita. Subito in salita la partita con il gol del vantaggio di Piscopo, perso da Di Gennaro in area di rigore. Sarà però lo stesso capitano amaranto a rimediare il pasticcio approfittando di una svista difensiva su corner per segnare il pareggio. Parità che durerà veramente pochi minuti con un altro errore della difesa amaranto, questa volta di Sosa, che perde la marcatura su Infantino consentendo all’attaccante classe ’86 di segnare la rete del vantaggio. La grinta che ha caratterizzato il Livorno fino ad ora non è stata tirata fuori neanche nel secondo tempo. Scialbe le poche occasioni offensive, anzi la poca occasione offensiva. Solamente a dieci minuti dalla fine dell’incontro gli amaranto hanno fatto il primo vero tipo in porta con Morelli che, di testa, ha spedito a lato. Non ci sono stati nemmeno i cosiddetti “disperati attacchi”, la Carrarese si è ben difesa chiudendo gli spazi ed i lanci lunghi del Livorno non hanno mai trovato la quadratura del gioco.

L’analisi. Il cambio di modulo con la difesa a tre non ha funzionato, Sosa è ancora indietro di condizione e i due attaccanti erano praticamente pesci fuor d’acqua. Buona l’idea di cambiare lato del campo in spazi più “puliti” ma i costanti ed imprecisi lanci lunghi hanno praticamente spezzato ogni accenno di azione offensiva. A calcio infatti si gioca palla a terra e questa continua voglia di tenerla alta, con il passare dei minuti, diventa prevedibile e facilmente arginabile. Si salvano in pochi, Haoudi cerca di dirigere la squadra ma è solo in mezzo al campo, Stancampiano salva il salvabile e Murilo, pur non incidendo con azioni pericolose, cerca perlomeno di mettere a disposizione la grinta, ma non basta. Piena bocciatura invece per Piccoli e Marsura. Il centrocampista, di ritorno dalla squalifica, non ha praticamente azzeccato un passaggio mentre Marsura, non ha proprio toccato il pallone.

Pagelle Livorno Calcio

Stancampiano 6 – Imparabili le due reti avversarie, fa quel che può.
Deverlan 5.5 – Si vede che non abituato a giocare con questo modulo, insicuro. (Dall’83′ Fremura sv)
Di Gennaro 6.5 – Croce e delizia per il capitano, perde l’uomo sul gol e lanci super imprecisi, rimedia con il pareggio e con qualche intervento provvidenziale.
Sosa 5.5 – Fuori forma, così non serve alla squadra, anzi.
Morelli 6 – Calderini è un cliente scomodo, ma lo tiene bene. Continua a spingere troppo poco per essere un terzino.
Haoudi 6.5 – Prova a mettersi sulle spalle l’intera squadra e per certi versi riesce anche nel suo intento, peccato che gioca da solo.
Piccoli 5 – Non azzecca un passaggio, copre male e innesca contropiedi avversari. Bocciatura piena.  (Dal 78’ Pecchia sv)
Pallecchi 5.5 – Continua a giocare in un ruolo non suo, fa quel che può. (Dal 59’ Mazzeo 5.5 – Rallenta pesantemente l’azione, non è l’uomo adatto ad innescare un contropiede).
Gemignani 6 – Primo tempo insufficiente, si salva nella seconda frazione giocando con grinta e personalità.
Marsura 5 – “Rimandato a settembre”. Le sue prestazioni sono come il giorno e la notte. Quando è in forma è devastante, quando fa partite come questa è inconsistente. (Dal 59’ Braken 5 – Difficile dare un giudizio, in mezz’ora non combina niente, non arriva nemmeno sui colpi di testa).
Murilo 6 – Corre e si sbatte per la squadra, dispiace vederlo correre per tre.

Dal Canto 6 – Vista l’assenza in mediana di Agazzi prova a coprirsi con cinque centrocampisti e la difesa a tre. Il risultato non convince assolutamente, poca sicurezza e tanti errori in fase d’impostazione. Scelte discutibili anche per i sostituti, Braken e Mazzeo rallentano le azioni clamorosamente, ma non era meglio mettere il giovane Canessa invece dell’olandese?

Ecco le parole di mister Dal Canto al termine del match:
https://youtu.be/cTma9i0ESps

Riproduzione riservata ©

Photogallery