Cerca nel quotidiano:


Livorno-Chievo 3-4. Amaranto rimontati e battuti ad un minuto dal termine

Gli amaranto dilapidano il vantaggio costruito nel primo tempo con la doppietta di Marsura e il gol di Marras e crollano nella ripresa facendosi rimontare dagli ospiti che trovano la vittoria all'89esimo

sabato 05 Ottobre 2019 17:10

Mediagallery

Sette gol, tante emozioni e tanta amarezza. Come chi ti ruba il biglietto per entrare alle giostre ad un passo dal salire sulla carrozza. La sensazione è la stessa (clicca sul link in fondo all’articolo per consultare le immagini all’interno della fotogallery).
Gli amaranto di Breda giocano bene, benissimo. Per quarantacinque minuti sembrano il Brasile e il Picchi il Maracanà. Tocchi, passaggi, trame, gol, cross, difesa. C’è tutto. Marsura, Marras e Luci la fanno da padroni. Arriva il vantaggio dopo 5 minuti. Subito neanche dopo 60 secondi è il pareggio, complice un’uscita di Plizzari non proprio da manuale. Si capisce subito che il match sarebbe stato non adatto ai deboli di cuore. Al 25′ è Luci che illumina e Marras che insacca. E poi ancora Marsura. Mammamia che Livorno! E’ sempre DM7 che al termine del primo tempo potrebbe mettere una pietra tombale sul match ma a tu per tu con Semper sbaglia e spara addosso. Poi il vuoto. Gli amaranto dilapidano il vantaggio costruito e crollano nel secondo tempo facendosi rimontare così dagli ospiti che trovano la vittoria all’89esimo con un gol di Segre. Nel mezzo c’è una doppietta di Meggiorini con un gol che arriva anche su rigore. Gli amaranto devo nuovamente arrendersi in casa. E devono farlo cedendo il passo proprio nei minuti finali del match. Il Chievo nel secondo tempo dimostra di essere una grande squadra per la categoria e in 13 minuti rimette la partita sul binario da cui la sua locomotiva era deragliata nei primi 45 minuti. Il Livorno perde giri, La batosta intimorisce e annichilisce la veemenza e la fantasia amaranto vista nel primo tempo. Il match rimane in bilico fino al termine quando all’89esimo Segre trova il tap-in vincente su di una respinta di Plizzari arrivata su un tocco “impazzito” in area di rigore in seguito ad un traversone. Ancora una volta è gelo. Il Picchi da Maracanà diventa Siberia. Il finale ci regala anche un po’ di nervosismo con un rosso diretto a Marsura che adesso dovrà saltare il prossimo match a Frosinone in programma lunedì 21 ottobre nel posticipo serale delle 21.

Livorno 3- Chievo Verona 4

Livorno (3-4-3): Plizzari; Boben, Di Gennaro, Bogdan; Del Prato, Agazzi, Luci (74′ Morganella), Porcino, Marras, Raicevic (61′ Braken), Marsura. Allenatore: Breda. A disposizione: Zima, Ricci, Gasbarro, Gonnelli, Rizzo, Rocca, Murilo, Morelli, Stoian, Mazzeo.

Chievo Verona (4-3-1-2): Semper; Dickman, Cesar, Leverbe, Frey; Segre, Pina Nunes (46′. Vignato), Obi (19′ Esposito), Pucciarelli, Meggiorini, Djordjevic (68′ Rodriguez). Allenatore: Marcolini. A disposizione: Nardi, Pavoni, Cotali, Rigione, Vaisanen, Brivio, Bertagnoli, Karamoko, Rovaglia.

Reti: 5′, 30′ Marsura (L), 6′ Pucciarelli (C), 25′ Marras (L), 54′, 59′ rig. Meggiorini (C).

Angoli: 5-1 per il Livorno
Ammoniti: Boben, Dickmann, Marras, Rodriguez, Cesar.
Espulsi: Marsura (L), Meggiorini (C)
Recupero: 1’+4′.
Spettatori: 4.945

Arbitro: Lorenzo Illuzzi di Molfetta.
Assistenti: Rossi e Sechi.
Quarto Uomo: Meraviglia.

Termina il match all’Armando Picchi. Gli uomini di Roberto Breda si mangiano il vantaggio costruito nel primo tempo (3-1) e perdono in casa per 3 a 4.

93'

Rappresentazione dell'azione

Ammonito Esposito per un fallo in scivolata.

92'

ESPULSO Pucciarelli per un brutto fallo in mezzo al campo.

91'

Rappresentazione dell'azione

ESPULSO Marusra per proteste.

89'

Rappresentazione dell'azione

GOL DEL CHIEVO! Segre gela il Picchi a due minuti dal termine. Punizione da fuori area, pallone in mezzo, Bogdan tocca con la coscia verso la porta amaranto, Plizzari è costretto a metterci la mano in tuffo e sul tap-in Segre non sbaglia: 3 a 4!

88'

Marras fallo su Pucciarelli. Punizione per il Chievo da posizione interessante.

85'

Rappresentazione dell'azione

Cesar in scivolata su Marras: è giallo per lui.

80'

Il Livorno protesta per un rigore non concesso su di un presunto fallo su Marras.

79'

Rappresentazione dell'azione

Ammonito Rodriguez per un fallo a centrocampo.

76'

Marras prova a fare tutto da solo ma il suo tiro rasoterra è debole ed è preda di Semper.

74'

Rappresentazione dell'azione

Esce Luci entra Morganella.

68'

Rappresentazione dell'azione

Esce Djordjevic entra Rodriguez per il Chievo.

67'

Rappresentazione dell'azione

Esposito dalla sinistra per Djordjevic che però non trova la precisione. Nell’azione l’attaccante del Chievo si fa male.

61

Rappresentazione dell'azione

Fuori Raicevic entra Braken per gli amaranto.

59'

Rappresentazione dell'azione

GOL DEL CHIEVO! Meggiorini dal dischetto non sbaglia. Palla a sinistra e Plizzari a destra. Gol su rigore che pareggia i conti: 3 pari!

58'

RIGORE PER IL CHIEVO! Bogdan stende in area Meggiorni: per l’arbitro non ci sono dubbi: è rigore!

56'

Rappresentazione dell'azione

Il Chievo ci crede! E spinge! Vignato dalla sinistra mette dentro rasoterra per Esposito che di prima intenzione calcia leggermente al lato sulla destra di Plizzari. Occasione per il Chievo!

54'

Rappresentazione dell'azione

GOL DEL CHIEVO! Di Gennaro pasticcia su di un retropassaggio. Ne approfitta Meggiorini che tutto solo sulla trequarti si inserisce in area di rigore e batte Plizzari: 3 a 2!

51'

Il Chievo si prova a rendere pericoloso. Esposito, finta di tiro, poi scambia con Segre che prova dalla lunga. Il pallone rimbalza davanti a Plizzari che con i pugni e in tuffo mette la palla in angolo.

47'

Fermato fallosamente Marras da Leverbe. Il Chievo alza l’asticella dell’agonismo.

Intervallo terminato. Si torna in campo per la ripresa. Il Livorno deve difendere il 3 a 1. Per il Chievo entra Manuel Vignato al posto di Pina Nunes. Marcolini passa al 4-4-2.

46′ Fine primo tempo. Il Livorno conduce il match per 3 a 1 grazie ad una doppietta di Marsura e ad un gol di Marras.

45'

Il quarto uomo Meraviglia indica un minuto di recupero sul tabellone elettronico. Poi sarà fine primo tempo.

42'

Rappresentazione dell'azione

Dickman dalla destra crossa in mezzo. E’ bravo a trovare la testa di Meggiorni il quale però è meno bravo a trovare lo specchio della porta. Palla alta sopra la traversa. Niente di fatto.

38'

Rappresentazione dell'azione

Marras ammonito per un fallo in scivolata su Dickman.

36'

Rappresentazione dell'azione

OCCASIONISSIMA per gli amaranto. Marsura in velocità si libera centralmente del controllo della difesa del Chievo ma, a tu per tu con Semper, spara addosso al portiere. Niente di fatto. Ma il Livorno domina.

30'

Rappresentazione dell'azione

GOOOOOL DEL LIVORNO! Ancora Marsura! E’ sempre lui che dalla sinistra si insinua in area e con un diagonale, complice Semper, trova prima il palo e poi la rete. Livorno dilaga: 3 a 1! Doppietta per Marsura!

28'

Ammonito Dickman in seguito ad una trattenuta su Marsura.

25'

Rappresentazione dell'azione

GOOOOOOOL DEL LIVORNO! Luci si fa dare il pallone sulla sinistra, gran cross in mezzo dove si inserisce Marras che di testa beffa l’estremo difensore del Chievo! Il Livorno torna in vantaggio: 2-1! Tante emozioni al Picchi.

23'

Esposito su punizione impegna Plizzari che in tuffo sulla sua sinistra e con i pugni allontana la minaccia.

22'

Rappresentazione dell'azione

Ammonito Boben per un fallo su Segre.

21'

Il Livorno spinge. Ancora un corner per gli amaranto. E’ il terzo in 21 minuti.

19'

Rappresentazione dell'azione

Salvatore Esposito entra nelle file del Chievo al posto di Obi.

12'

Di Gennaro prova a prendere l’ascensore con il colpo di testa su cross di Bogdan dalla sinistra. La palla si spegne però sul fondo senza impensierire il portiere del Chievo.

9'

Rappresentazione dell'azione

Punizione per il Livorno. Va Luci: palla sulla barriera.

6'

Rappresentazione dell'azione

GOL DEL CHIEVO! Pucciarelli ritrova il gol dopo un lungo periodo di astinenza e pareggia i conti dopo neanche un minuto approfittando di un momento di confusione in area amaranto. La zampata finale è sua. Indecisione di Plizzari in uscita. E’ 1-1.

5'

Rappresentazione dell'azione

GOOOOOOOOOOOOOOL DEL LIVORNO! Marsura! E’ lui a segnare il gol che sblocca il risultato dopo cinque minuti. Fa tutto da solo sulla fascia sinistra. Si libera di due avversari, sgomita, entra in area e con un diagonale rasoterra batte Semper! Livorno in avanti!

2'

2′ Il Chievo prova a spingere e a farsi vedere là davanti avanti ma è bravo Luci che libera l’area.

Pomeriggio assolato all’Armando Picchi. Livorno in maglia e pantaloncini amaranto. Chievo in campo con completo bianco con rifiniture blu. Un minuto di raccoglimento prima dell’inizio del match per il presidente del Sassuolo, Squinzi, recentemente scomparso all’età di 76 anni. L’arbitro Lorenzo Illuzzi di Molfetta fischia l’inizio della partita. Si parte!

Riproduzione riservata ©

31 commenti

 
  1. # giancarlo

    Ieri sera ho visto il Pisa ……..quella è una squadra messa bene in campo !!!! nonostante la sconfitta , ha fatto soffrire con le sue ripartenze !!!

  2. # Valerio

    Se ti diverti così fai bene… Personalmente sono convinto che valiamo molto di più della classifica che abbiamo Fino ad oggi . A regime ed a pieno organico sono stra convinto che ci toglieremo belle soddisfazioni . I conti si fanno alla fine , molte delle squadre che oggi ci precedono saranno parecchio dietro di noi tra qualche mese .

    1. # LivorneseVero

      Bravo i conti si fanno al 90° e anche a sto giro è andata male

  3. # stefano a strisce

    dannene

  4. # Gary

    Non c’è niente da commentare parla il risultato

  5. # ugo

    corpa dell’arbitro voi vedè

    1. # Max

      …no dei gufi

  6. # Karl

    Una difesa vergognosa, roba da tornei aziendali. Di Gennaro da collocare fuori dallo stadio. Lui il maggior responsabile delle sconfitte del Livorno.

  7. # Milo

    L’anno scorso Breda ha fatto un miracolo e l’abbiamo ringraziato,in questo momento pero’, prima che i migliori Allenatori attualmente disoccupati trovino sistemazione in altre squadre,è bene che la Società valuti il da farsi, così non si può andare AVANTI, la difesa di oggi da mani nei capelli, per non parlare di Raicevic, per fortuna abbiamo Marras e Marsura,e l’allenatore che a mio avviso, visto il momento molto delicato(Frosinone e Pisa,le prossime) dovra’ essere sostituito da un ‘altro con i cosi detti attributi ,due partite in casa 0 punti! Mai esistito!

  8. # Avete visto un bel mondo

    Perdere così è roba da matti … Complimenti a chi ha tenuto fuori diamanti ….. No non lo vedi che mancano gli attributi a questa squadra per non dire le p.. Vai che Alino ti faceva comodo… Va’ Breda… Va’

  9. # Peppa

    Siamo da tortaaaaa

  10. # Dr.Baciocca

    Gli sportivi livornesi non meritano di essere trattati cosi’. Nemmeno con due reti di vantaggio si vince,ma dove si vuole andare, si prendono reti a grappoli. 4 punti su 21 a disposizione in 7 partite. 0 punti in due partite casalinghe, 8 reti fatte 13 reti subite( peggiore difesa della B) una sola partita vinta,una pareggiata,5 sconfitte.se vince la Juve Stabia, ULTIMI in classifica, i numeri dicono la dura realta’ e non sono chiacchiere da bar.
    SUBITO DA DOMANI SOSTITUZIONE di Breda (Gattuso o Nicola) che ormai è in totale confusione. La sostituzione di Zima con Plizzari autore di una partita da dimenticare con interventi imbarazzanti per un portiere da nazionale che è stata troppo affrettata , i difensori bravi come marcatori, ma scarsi nel palleggio e non riconoscere che Di Gennaro nelle ultime partite ha fatto danni a ripetizione e quindi doveva essere avvicendato. Ora è chiaro, i VERI artefici del miracolo dello scorso anno sono stati DIAMANTI e VALIANI.
    Condizione atletica disastrosa ,si dura solo 45′.
    Siamo in fondo alla classifica,sta subentrando il nervosismo nei giocatori come logico che sia, vedi espulsione di Marsura che vede vanificata la sua ottima prestazione, al pari di Marras, Agazzi e Luci e pochi altri.
    Ragazzi il solo impegno non è sufficiente dall’impedire una retrocessione ,OCCORRE UNA SVOLTA DRASTICA,come fu fatto con Cristiano.
    SEMPRE FORZA VECCHIA UNIONE SPORTIVA LIVORNO.

  11. # giancarlo

    Mi ripeto: l’altro anno ci ha salvato Alino, giocatore, trascinatore, allenatore fuori e dentro il campo.
    Adesso siamo in mano di nessuno, in campo per quel che può, cerca di essere Luci un faro, a bordo campo esserci o non esserci non cambia nulla!… abbiamo rovinato un giovane e si è scoraggiato un altro che aveva sì delle responsabilità, però superabili… e adesso?

    1. # Ale

      Alino ha troppa personalità e con questo allenatore non poteva convivere. La squadra la deve gestire l’allenatore evidentemente da quello che si vede da fuori non ha il carisma ho non riesce a trasmetterlo alla squadra. Di Gennaro da piangere e sul rigore bravo l’attaccante.
      Poi siamo sicuri che i giocatori volessero il bimbo in porta?

  12. # Faber

    Allenatore non in grado di riassestare la squadra dopo il cambio di modulo del Chievo a inizio secondo tempo.
    E già 3-4 partite che dimostra essere in confusione.

  13. # MA...VIA.....

    Siamo da gattate morti nella ghigna…e si deve soffri una cea..

    1. # Avete visto un bel mondo

      Ora fra poco vado a fare la notte 10 ore per 50 euro l’ho già fatta stanotte per vedere il magico Livorno non ho dormito e questa è la medaglia che meritano …? Venite con me a fare le notti di 10 ore per 50 euro vedrai vi passano le ruzze

  14. # adriano

    se sci scorcia i tempi di gioco di 10 minuti. si vincono o pareggiano tutte………

  15. # Fabio

    Breda…per favore DIMETTITI…..

  16. # Milo

    Breda, non vanificare quel Miracolo dell’anno scorso che noi tutti non scorderemo mai!!!, per il bene del Livorno Calcio e di noi Tifosi, DIMETTITI!!!

  17. # giancarlo

    U L T I M I !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  18. # Ferdinando

    Signori, servo il polpo?

    1. # marco975

      Della serie l’ottimismo è il sale della vita…
      Va bene che la classifica è parecchio preoccupante, ma ad essere già retrocessi …
      Ora più che mai FORZA LIVORNO

  19. # Rikinac

    Gli sbagli della difesa sono da tornei parrocchiali, ma Breda quante colpe!…non ha saputo motivare la squadra nella ripresa e ha tolto un uomo a centrocampo dove eravamo già in minoranza tra l’altro per inserire un terzino…il risultato schiacciati…mah….

  20. # max

    Breda se sei un uomo onesto devi dimetterti . Ora veramente BASTA !

  21. # Marcovaldo

    Devo riconoscere che quelli che avevano che avevano bollato la squadra come “mediocre” avevano ragione. Io invece credevo che i nuovi acquisti potessero compensare la mancanza di Diamanti. E’ vero, nelle fasi in cui la squadra gira riesce ad esprimere un miglior gioco, ma queste due ultime sconfitte hanno purtroppo dimostrato che senza un leader basta un episodio negativo per farla crollare. La personalità mostrata nello scorso girone di Ritorno quindi evidentemente indotta da questo giocatore, e stando così le cose veramente difficile intravedere uno spiraglio di luce. Tuttavia è vero che per forza di cose non ci si può certo già arrendere, e quindi qualcosa deve esser pur fatto. Cambiare modulo? Cambiare allenatore? Bàh…difficile da dirsi. E francamente è indubbio che dare il ben servito a Breda dispiacerebbe parecchio. Però Gattuso a Pisa insegna che nel calcio la riconoscenza può fare più danni della grandine!

  22. # Alfredo

    La squadra ha giocato bene!!…Poi il patatrac…Non è mia abitudine dare colpe a qualcuno, però ORA BASTA DI FARSI PRENDERE PER I FONDELLI…
    FORZA LIVORNO SEMPRE……

  23. # Marco975

    Un’altra sconfitta amarissima. Ed un’altra prova della fragilità mentale e psicologica di gran parte dei giocatori amaranto, che giocano con il “braccino”. Inutile evidenziare l’ottimo primo tempo, imprecare alla sfortuna, agli episodi negativi o all’arbitraggio (rigore solare negato). Sono troppe gare che va in un certo modo e di certo non può essere una casualità.
    Questa squadra – che pure sta facendo delle prestazioni positive – non ha carattere, essendo priva di leader e di uomini di personalità: ogni qualvolta c’è un risultato da tenere, una situazione in bilico o un momento di difficoltà, i nostri soccombono…Nel calcio l’aspetto della convinzione e della tenuta mentale è determinante: questo, specialmente in una categoria come la serie B e per una squadra con si alcune buone individualità, ma priva di fenomeni o di campioni.
    Oltre (ovviamente) alle giocate, mancano tantissimo il carisma, l’esperienza ed il temperamento di Diamanti e Valiani. Chi ha voluto privarsene dovrebbe farsi un esamino di coscienza, al pari di chi ha avvallato tale scelta .
    Occorre cambiare rotta. Ed alla svelta. Perché la classifica è veramente inquietante.
    FORZA LIVORNO SEMPRE

  24. # Traf

    Mi fanno ridere quelli che dicono breda dimettiti. Ma secondo voi ha un contratto di due anni e si dimette per prendere il reddito di cittadinanza?
    Vedete troppi film

  25. # Ciro

    Ma non giriamo per la camera….Avevamo un Diamanti,un Valiani….chi NON L’HA PIU’ VOLUTO?….Allora LA COLPA E’ SOLO DI LUI..Punto e accapo!!!!!!!….

  26. # VOLTONE

    breda ci può anche stare, senza mandarlo via, ci costa e ci stia, ma deve essere supportato , basta anche uno che sia già a stipendio nella società, da mettergli accanto con poteri presidenziali ( se si trova con personalità e carisma meglio) che lo consigli, che gli infonda un po’ di furore e gli levi un po’ di paura. ll secondo tempo se la squadra è in vantaggio ci si difende, con questa difesa non va bene non è granitica. l’ altranno di chi fu il merito di protti di diamanti di valian ? certo a vedere queste partite il merito di breda no, SEMPRE FORZA LIVORNO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003 e degli art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.
Il commento e il nick name da lei inseriti potranno essere pubblicati solo previa lettura da parte della redazione. La redazione si riserva il diritto di non pubblicare o pubblicare moderandolo sia il commento che il nick name. Se acconsente prema il bottone qui sotto “commenta l’articolo”.