Cerca nel quotidiano:


Livorno-Cosenza 2-0. Decidono Giannetti e Salzano. Spinelli di nuovo in tribuna

Partita sofferta decisa da un lampo dell'attaccante e da un rigore nel recupero, dopo che gli ospiti avevano colpito una traversa

domenica 10 Febbraio 2019 07:50

Mediagallery

di Simone Panizzi

Vittoria doveva essere e vittoria è stata (clicca qui per consultare LA CLASSIFICA). Il Livorno stende il Cosenza di Braglia con due gol nel secondo tempo di Giannetti e Salzano (su rigore) e rilancia le proprie ambizioni di salvezza. I tre punti permettono agli amaranto di salire in zona playout, abbandonando momentaneamente quella che porta alla retrocessione diretta (clicca sul link in fondo all’articolo per guardare la fotogallery).
La partita si presenta sin da subito complicata, con gli ospiti ben messi in campo e capaci di pungere con insistenza seppur senza creare occasioni nette, se si escludono due tiri dal limite di Tutino e Embalo. Il Livorno ci prova, ma nonostante l’impegno profuso il portiere del Cosenza Perina non compie interventi degni di nota.
Tutt’altra musica dopo l’intervallo, con Giannetti che impiega appena 3′ per sbloccare il risultato sfruttando di testa un perfetto cross del solito Diamanti. Il gol apre gli spazi, con il Cosenza che pian piano si sbilancia in avanti e il Livorno pronto a colpire in contropiede. Il finale è convulso: prima viene espulso Tutino, uno dei migliori dei suoi, per un fallo di reazione, quindi Sciaudone colpisce la traversa. Sulla successiva ripartenza Dumitru viene steso in area, con Salzano perfetto a trasformare dal dischetto il definitivo 2-0.
Per il Livorno è l’ottavo risultato utile consecutivo. Alle viste la prossima difficile trasferta di Lecce, che permetterà di valutare ancora una volta i progressi della squadra.

IL TABELLINO

LIVORNO: Mazzoni, Di Gennaro, Bogdan, Gonnelli, Kupisz, Luci, Agazzi, Fazzi, Diamanti (80′ Dumitru), Giannetti (70′ Raicevic), Murilo (58′ Salzano). A disp. Zima, Crosta, Gasbarro, Boben, Rocca, Eguelfi, Valiani, Porcino, Gori. All. Breda.

COSENZA: Perina, Bittante, Dermaku, Idda, D’Orazio, Bruccini (74′ Legittimo), Palmiero (87′ Capela), Sciaudone, Embalo (58′ Mungo), Tutino, Baez. A disp. Saracco, Hristov, Schetino. All. Braglia.

ARBITRO: Marini di Roma (assistenti Baccini e Bresmes)

RETI: 48′ Giannetti, 93′ Salzano rig.

NOTE: ammoniti Diamanti (L), Agazzi (L), Giannetti (L), Luci (L), D’Orazio (C), Sciaudone (C); espulso Tutino (C); calci d’angolo 2-8; recupero 0’+5′; spettatori 6086.

di Simone Panizzi

LIVORNO

Mazzoni 6: una sola parata importante, su Tutino, in un’azione in cui rimedia a un suo precedente errore.
Di Gennaro 6,5: convince sempre più da centrale di difesa, ruolo in cui legge bene l’azione mettendo pezze importanti.
Bogdan 7: devastante sia quando va in anticipo che quando gioca di fisico sull’uomo, dal suo lato non passano mai.
Gonnelli 6: meno sicuro di altre volte, qualche spiffero di troppo a destra arriva.
Kupisz 6: si vede che è un habitué del ruolo e copre con intelligenza l’intera fascia.
Luci 6: primo tempo complicato perché il Cosenza pressa e esce bene, cresce dopo l’intervallo e blinda la mediana.
Agazzi 6,5: dinamico come sempre, è ormai un punto di riferimento in mezzo per la squadra.
Fazzi 6,5: parte timido e attacca lo spazio di rado, però difensivamente sbaglia poco o niente.
Diamanti 7: solito accentratore delle manovre offensive amaranto, non segna ma mette sulla testa di Giannetti il cross del vantaggio (80’ Dumitru 6: guadagna il rigore che chiude la gara).
Giannetti 7: voto ovviamente gonfiato dal gol decisivo, per una volta il suo sbattersi in campo viene premiato anche in fase realizzativa (70′ Raicevic 6: messo dentro per recuperare condizione e tenere su qualche pallone).
Murilo 5,5: nessuno discute l’impegno, i risultati rimangono mediocri e approssimativi (58′ Salzano 6,5: non entra benissimo, perdendo qualche pallone semplice. Si prende la responsabilità di calciare il rigore che chiude i giochi).
All. Breda 6,5: squadra contratta per un tempo, poi il gol scioglie l’incantesimo e la testa e il Livorno gioca dal Livorno. Unico appunto: troppa sofferenza nel finale con l’uomo in più.

Riproduzione riservata ©

Photogallery

22 commenti

 
  1. # Maurizio72

    GRAZIE RAGAZZI! GRAZIE BREDA! GRAZIE SPINELLI!

  2. # Nevo

    Più che ” Spinelli vattene” allo stadio bisognerebbe urlare…. Curva Nord non Ti vogliamo…. senza Spinelli sarebbe la fine del calcio a Livorno, gli irriducibili contro il Presidente credono ancora alla Befana ed a Babbo Natale. Si illudono che ci sia davvero la cordata…. Oggi nel calcio non investe più nessuno. Perché non dare il Titolo agli ultras ed aspettare cosa inventerebbero per salvare la Serie B

    1. # massimo

      boia de come sei ganzo. io non sono della curva nord ma se levi il tifo della curva nord il tifo chi lo fa te?

  3. # Valerio

    Fermati a grazie ragazzi e grazie Breda vai che è meglio!!!

    1. # Arcibaldo

      E non siete i padroni di Livorno e ve lo dovete levare dalla testa!!!

  4. # Sandro65

    Una partita difficile, contro un Cosenza che nel primo tempo c’ha imbrigliato e nel finale c’ha spaventato. Però se vinci queste partite dimostri maturità e capacità di saper soffrire, doti fondamentali in B. Ora sotto col Lecce, mancherà Agazzi, ma va proseguita la serie positiva.

  5. # giancarlo

    E’ SPIACEVOLE DIRLO …….SE INIZIAVAMO CON UN ALLENATORE ( VEDI BREDA)…………….ERA TUTTA UN’ALTRA CLASSIFICA !!!!

  6. # Stef

    Quelli che contestano Spinelli, perche non se ne vanno all’arena garibaldi a vedere la squadra e il campionato che si meritano?

  7. # Albe62

    Curva continuate a contestare…se questi sono i risultati va bene così…

  8. # Io

    Spinelli vattene.
    Meglio l’eccellenza di questa presidenza

    1. # Orestino

      Affermazione adatta ai tempi di propaganda populista che porterebbe addirittura allo sfascio del Livorno Calcio, quello in pratica che sta accadendo in Italia.

    2. # roxy

      Vai te in eccellenza …vai ….Piuttosto Spinelli a vita.

  9. # Attila

    BENE LIVORNO, BENE RAGAZZI, BENE SPINELLI…B E N T O R N A T O…..

  10. # sononellanord

    Guardiamoci intorno,
    è anni che siamo la seconda o la terza squadra della toscana, e abbiamo con lui anche battuto piu’ di una volta anche la Fiorentina!
    Abbiamo un presidente che ama il livorno, certo che è un imprenditore e che non vuole rimettere,
    ma sono sicuro che dopo di lui sarà molto dura.
    Ha piu’ di 80 anni, ma con lui abbiamo visto il gioco del calcio a Livorno, la coppa Uefa, Protti, Chiellini Lucarelli Amelia Fiore Enynnaya Diamanti Bortolazzi Passoni BAlleri Doga boia quanti me ne dimentico…
    e credo che paghi regolarmente tutti i tesserati da sempre.
    Guardiamoci vicino la fatica che fanno…prima eravamo li con loro…Pisa Pistoia Massese Carrarese Grosseto per no guardare fuori dallla nostra Toscana…
    non stiamo con i paraocchi.
    Andiamo allo stadio, coloriamo di bandiere e di tifo il NOSTRO LIVORNO,
    è un momento difficile per tutti, ma noi dobbiamo rimanere in questa categoria,

  11. # VOLTONE

    ai signori come Valerio ed io e qualcun altro che ancora non si è palesato, ma dove volete andare, ma dove vivete, ma non vi rendete conto che siamo una bella squadra, che abbiamo una bella dirigenza un ottimo allenatore, ma cosa pretendete, SEMPRE FORZA LIVORNO

  12. # piero

    teniamocelo stretto….anche in C

  13. # LioKlingo

    Mi dispiace, mi dispiace davvero tanto per la continua contestazione al presidente Spinelli. Io rimango grato di tutto quello che ci ha fatto vedere in questi anni, dove probabilmente avremmo languito in serie infime con presidenti cialtroni.
    Si può dire che Spinelli è esente da errori? No, come tutti i presidenti di calcio di errori ne sono stati commessi, ma mai tanti quanto le meraviglie che abbiamo accarezzato: dalla B dopo anni all’insperata Serie A, la Uefa League, Lucarelli capo cannoniere di Serie A, giocatori eccelenti che hanno calcato il nostro palcoscenico cittadino.
    Io credo che questa presidenza, che indubbiamente rimarrà nella storia come la più fulgida di sempre, meriti il rispetto che si è conquistata sul campo. Siamo Livorno non Nuova York… ma chi investirebbe in questa formazione calcistica se non ci fosse Spinelli? Quando leggo frasi come “Meglio l’Eccellenza che questa presidenza” io ricordo agli amici che l’hanno scritta che c’è la possibilità di seguire un bel manipolo di squadre labroniche che lottano in quei campionati. Non c’è bisogno di venire allo stadio per remare contro.

    FORZA LIVORNO!

  14. # Dr. Baciocca

    Non capire che in questi momenti che attraversa il calcio nazionale avere un presidente come Aldo Spinelli, specialmente per una realta’ come Livorno è un LUSSO lascia quantomeno perplessi.
    Se ci giriamo attorno, vediamo realta’ calcistiche toscane e di altre regioni che non riescono a rialzarsi e per ultimo Palermo docet, no, dico Palermo .
    Pur con la sua filosofia, il suo carattere, con i suoi errori ( è umano) e con le arrabbiature che mi ha fatto prendere, dico TENIAMOCI STRETTO ALDONE.
    Chi non è d’accordo e lo rispetto, vada a sostenere le due squadre dilettantistiche di Livorno ( che vanno bene) oppure c’è sempre l’ Arena Garibaldi , Empoli o Firenze.
    Io sempre con LIVORNO ovunque e comunque.
    SEMPRE FORZA VECCHIA UNIONE SPORTIVA LIVORNO.

  15. # Dany

    Breda miglior allenatore della serie B
    Sta costruendo un vero miracolo
    Ora spavaldi a Lecce perché nn ci spaventa più nessuno !

  16. # Ruggine

    GUARDIAMOCI, GUARDATEVI IN GIRO, CI SONO E ULTIMAMENTE NE ABBIAMO AVUTO LA PROVA, ALTRI PRESIDENTI COME SPINELLI?…..NO, DECISAMENTE NO…DAL PALERMO A TIRA GIU’ ALTRA GENTE, ALTRA QUALITA’ CHE HANNO E OFFUSCANO IL BEL GIOCO DEL CALCIO E ALLORA??’….BASTA, CON INUTILI PROCLAMI, INUTILI SBANDIERAMENTI: SOLO FORZA LIVORNO E ….TENIAMOCI STRETTO CHI OGNI MESSE PAGA REGOLARMENTE GLI STIPENDI E CONTINUA A FARCI VEDERE UNA SQUADRA IN SERIE “B”…MICA E’ DA TUTTI..!!!
    SEMPRE FORZA LIVORNO E GRAZIE SPINELLI….

  17. # stefano

    Ora e sempre forza magico LIVORNO, meno discorsi e tutti allo stadio!!!!!!

  18. # Cristiana Canton

    Grande Livorno Mitico sei sempre nel cuore… l’importante è crederci sempre… Forza Livorno…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003 e degli art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.
Il commento e il nick name da lei inseriti potranno essere pubblicati solo previa lettura da parte della redazione. La redazione si riserva il diritto di non pubblicare o pubblicare moderandolo sia il commento che il nick name. Se acconsente prema il bottone qui sotto “commenta l’articolo”.