Cerca nel quotidiano:


Livorno-Crotone 1-5, manita dei calabresi al Picchi

Ennesima sconfitta interna per gli amaranto, seppelliti dai pitagorici, ormai ad un passo dalla promozione. Vantaggio di Trovato, poi cinquina firmata Simy (2), Zanellato, Gerbo e Molina

Venerdì 24 Luglio 2020 — 21:00

Mediagallery

Non paga la scelta di schierare una squadra piena di giovani, in scena è andata una delle pagine più nere di una stagione disgraziata

di Simone Panizzi

Se era rimasto almeno l’orgoglio di voler concludere il campionato dei record negativi a testa alta, adesso non è rimasto neanche questo. Il Livorno ne prende 5 in casa dal Crotone (salito al Picchi deciso a vincere per certificare la quasi matematica promozione in A) e subisce la tredicesima sconfitta interna in stagione. Filippini continua a schierare giovani alle prime armi e a lasciare fuori i pochi giocatori esperti rimasti, finendo col subire un’imbarcata che rischia di rimanere negli annali.
Sulla gara poco da dire. Il Livorno a sorpresa è passato per primo in vantaggio con Trovato al 12′, con lo stesso numero 21 che poco dopo ha colpito anche una traversa. Lo spavento sveglia il Crotone, che prima dell’intervallo segna tre volte (Zanellato, Simy e Gerbo), sfruttando palesi errori difensivi dei padroni di casa.
Il Livorno non c’è più, e non può di certo essere l’ingresso di un manipolo di ragazzini volenterosi a cambiare la storia della partita. Il Crotone segna altre due volte con Molina e Simy (su rigore), per poi addormentare il gioco fino al triplice fischio. I calabresi festeggiano in mezzo al campo, quelli del Livorno sono già mestamente negli spogliatoi. Come tutti quelli che hanno ancora a cuore le sorti della squadra.

IL TABELLINO

LIVORNO: Ricci, Marie Sainte, Bogdan (46′ Pecchia), Boben, Morelli, Awua, Bellandi (46′ Ruggiero), Trovato (69′ Nunziatini), Fremura (58′ Porcino), Murilo, Pallecchi (77′ Haoudi). A disposizione: Neri, Plizzari, Petri, Seck, Luci, Agazzi, Braken. All. Filippini.
CROTONE: Cordaz, Cuomo, Marrone, Golemic, Jankovic (63′ Maxi Lopez), Gerbo (60′ Mazzotta), Barberis (63′ Gomelet), Zanellato, Molina (60′ Mustacchio), Simy, Messias (60′ Crociata) . A disposizione: Festa, Gigliotti, Spolli, Rodio, Benali, Bellodi, Evans. All. Stroppa.
Arbitro: Camplone di Pescara (assistenti Grossi e Maccadini, quarto uomo Meraviglia)
Reti: 12′ Trovato, 31′ Zanellato, 35′ Simy, 41′ Gerbo, 56′ Molina, 59′ Simy rig
Note: ammonito Fremura (L); calci d’angolo 2-3; recupero 4’+2′.

di Simone Panizzi

Ricci 5: respinge male due volte e viene punito, mette qualche pezza ma ha anche le sue responsabilità.
Marie Sainte 4: suo malgrado entra negativamente in tutti i gol del Crotone. Inadatto.
Bogdan 5: un tempo senza eccessivi demeriti, ma la difesa balla parecchio (46′ Pecchia 5,5: galleggia davanti alla difesa, ritmi bassi).
Boben 5,5: riesce in qualche modo a salvarsi, non ha evidenti responsabilità sulle reti subite.
Morelli 5: dal suo lato Molina fa sfracelli, l’assist a Trovato è l’unico lampo in una gara di sofferenza.
Awua 5,5: prova a dettare i tempi, ma oggi la squadra ha l’encefalogramma piatto.
Bellandi 5: troppo tenero nell’affrontare Messias, deve crescere ancora (46′ Ruggiero 5,5: un tempo da esterno, non fa granché in nessuna delle due fasi).
Trovato 6: segna il gol dell’illusorio vantaggio e timbra una traversa, uno dei pochi a lasciare il segno (69′ Nunziatini sv).
Fremura 5: ha davanti un cliente difficilissimo, lui non gli rende la vita particolarmente complicata (58′ Porcino 5,5: si adegua ai ritmi bassi della partita).
Murilo 5: si muove molto, ma non tira mai e sbatte sempre sulla difesa di Stroppa.
Pallecchi 5,5: un passo indietro rispetto alle ultime incoraggianti uscite, non ha occasioni per far male (77′ Haoudi sv)
All. Filippini 5: continua a proporre una squadra sperimentale e piena di giovani, oggi non evita però una brutta figura a lui e a tutta la Livorno sportiva.

Riproduzione riservata ©

Photogallery