Cerca nel quotidiano:


Livorno-Monza 0-2. Occasione sprecata! Perde anche il Siena a Pontedera

Il Livorno getta alle ortiche un'occasione giusta per mettere una seria ipoteca sulla promozione. Gli amaranto non approfittano della sconfitta del Siena e perdono in casa contro il Monza

giovedì 29 marzo 2018 22:43

Mediagallery

Poteva essere l’occasione per mettere una seria ipoteca sulla promozione, invece il Livorno ha gettato alle ortiche la possibilità di aumentare il vantaggio sul Siena. Già, perché gli amaranto non hanno approfittato della sconfitta degli uomini di Mignani venendo sconfitti sul proprio campo dal Monza in una partita che per certi versi ha ricordato le ultime uscite del Livorno di Sottil. Come detto la sconfitta del Siena ha reso meno amaro questo 0-2, che tuttavia deve far riflettere. Gli amaranto infatti, dopo un primo tempo giocato quasi perennemente nella metà campo avversaria, hanno abbassato il proprio baricentro non riuscendo più a rendersi pericolosi. Oltre al danno la beffa: l’undici labronico ha subito in contropiede la rete che ha chiuso la partita. A Foschi non è servito il cambio di modulo (passaggio al 4-3-1-2) per riequilibrare il match. Gli attaccanti infatti non hanno inciso come dovuto: Vantaggiato mai pericoloso, Montini impreciso oltre ogni modo mentre Murilo e Maiorino hanno giocato troppo distanti dalla porta avversaria. L’occasione per voltare pagina però è dietro l’angolo: il 3 aprile infatti c’è il recupero del match con l’Arezzo. Obbligo vittoria per riportare il Siena a distanza di sicurezza (LA CLASSIFICA). 

Il tabellino
Livorno
: Mazzoni, Morelli (88′ Borghese), Pirrello, Gonnelli, Franco (71′ Bresciani), Valiani (77′ Perez), Giandonato (71′ Kabashi), Luci, Maiorino, Murilo (46′ Montini), Vantaggiato. A disp: Pulidori, Sambo, Perico, Gemmi, Pedrelli, Bruno, Manconi. All. Foschi
Monza: Liverani, Origlio, Riva, Cavarzasi (89′ Negro), Adorni, D’Errico, Palesi, Guidetti (74′ Perini), Giudici, Cori (40′ Cogliati), Mendicino (74′ Ponsat). A disp: Del Frate, Carissoni, Tentardini, Trainotti, Forte, Tomaselli, Padula. All. Zaffaroni
Arbitro: Santoro di Messina
Rete: 6′ Giudici, 67′ D’Errico
Note: angoli 9-4 per il Livorno, ammonito Perez, Borghese, recupero 2′ + 5′, spettatori  5.646

Mazzoni 6: partita in chiaroscuro: provvidenziale in due occasioni, ma anche incerto nelle due reti ospiti.

Morelli 5,5: bravo finché deve trovare il fondo, ma i cross sono spesso un pianto. Nella ripresa è due volte in ritardo su D’Errico (89’ Borghese sv).

Gonnelli 6: dietro è il migliore, o almeno quello che non commette errori sanguinosi.

Pirrello 5,5: è lui a tenere in gioco D’Errico nell’azione del raddoppio, ma pasticcia anche in altri frangenti.

Franco 5: serata storta, lascia troppo spazio a Giudici che infila Mazzoni. Il raddoppio nasce da una sua palla persa banalmente in attacco (71’ Bresciani 6: non è lui a dover guidare la rimonta, si mette a sinistra e copre la falla).

Luci 6,5: nel primo tempo è ovunque, per il Monza è un rebus irrisolvibile. Cala giustamente nel finale ma lo standard qualitativo è sempre alto.

Giandonato 6: ritmi lenti, ma sempre coerenti alla manovra. Soffre quando c’è da chiudere le veloci ripartenze del Monza (71’ Kabashi 6: gestisce la palla a centrocampo nel vano assalto finale).

Valiani 6,5: partita simile a quella dell’altro “vecchietto” Luci. Gioca 45’ di un’intensità assoluta, per poi rallentare come tutta la squadra (77’ Perez 6: un giallo e qualche spunto interessante sulla destra).

Maiorino 6: ci mette un po’ a entrare in partita, stentando a trovare la giusta posizione. Dal suo piede nascono diverse occasioni da gol.

Vantaggiato 4,5: si vede due volte, quando manda a lato di testa e quando reclama un rigore apparso netto. Poi gioca a nascondino dietro ai difensori senza dar riferimento davanti.

Murilo 5,5: resta il dubbio: andava tolto? Chiama Liverani al miracolo, si muove molto ma troppo esternamente (46’ Montini 5: come al solito si sbatte, ma è troppo impreciso. Sbaglia il gol che avrebbe riaperto i giochi).

All. Foschi 5,5: primo passo falso in amaranto. Il Livorno crea molto nel primo tempo, ma fatica ad innescare i propri attaccanti. I cambi all’intervallo finiscono per spegnere la scintilla anziché alimentarla.

LE INTERVISTE

Mister Foschi, stasera il Livorno non è stato all’altezza delle partite con Siena e Viterbese, è ovvio che indipendentemente dalle parate del portiere del Monza qualcosa non ha funzionato.

“Non eravamo quelli delle ultime uscite, ci sono mancate le energie nervose e forse anche fisiche. Ho visto i ragazzi distrutti dalla fatica, probabilmente abbiamo pagato il giocare ogni quattro giorni.  Il Monza correva molto, arrivava prima di noi sulla palla. I ragazzi dopo aver subito il gol hanno reagito con veemenza, a volte anche in modo confusionario perdendo le distanze tra i reparti. Alla fine credo comunque sarebbe stato più giusto il pari. Detto questo non siamo stati quelli che dovremmo essere, l’errore è aver preso il secondo gol, siamo stati ingenui e poco maturi”.

Perché non è uscito Vantaggiato all’intervallo invece di Murilo?

“Giocavamo contro una squadra che non si muoveva dall’area, avevamo bisogno di fisicità e ho messo Montini in quest’ottica. Murilo mi sembrava fuori dal coro e non riusciva a dare profondità. C’era poi bisogno sugli esterni di gente che saltasse l’uomo. Dobbiamo essere più decisi ad andare a chiudere i cross. C’è sempre la speranza che Vantaggiato possa risolvere con la sua esperienza. Ha fatto 15 gol, non mi sembra il caso di discuterlo”.

Adesso testa all’Arezzo, dove dovrà per forza essere valutato l’undici iniziale da schierare. E pensare che il Siena ha perso…

“Prima della partita di Arezzo faremo tutte le valutazioni, per una formazione che possa darci tutte le garanzie necessarie. Dobbiamo rivedere i nostri errori di stasera e capire dove abbiamo sbagliato. L’Arezzo è una squadra forte che senza i problemi che ha avuto sarebbe lì a giocarsi la promozione in Serie B. Il rovescio della medaglia è che abbiamo ancora due punti di vantaggio sul Siena con una partita in meno. A volte quando succedono queste cose si dice che è l’anno giusto, quel che è certo è che dobbiamo far meglio di stasera”.

 

Riproduzione riservata ©

STA PER NASCERE LA NUOVA APP DI QUILIVORNO.IT.  SARA’ ONLINE SU APPLE STORE E PLAY STORE CON FUNZIONI MAI VISTE FINO AD ORA IN CITTÀ. AVVISA PARENTI E AMICI.

LA REDAZIONE DI QUILIVORNO.IT

Photogallery

43 commenti

 
  1. # Stefano

    Cioè fatemi capire, nonostante i morti di ieri si gioca lo stesso? Alla stessa ora della fiaccolata in ricordo di chi non c’è più!?

  2. # Tifosostagionato

    Da livornese credo che giocare stasera non abbia ne’un senso e ne’rispetto per chi ha perso la vita

  3. # Mah!

    Dopo quello che è successo ieri in porto non sarebbe opportuno rimandarla questa partita?

  4. # Ale

    Con tutto rispetto per Morosini e Astori ma secondo me minimo il livorno non dovrebbe giocare.

  5. # maverick

    ma sospenderla in segno di lutto per quanto avvenuto al costiero no eh???

  6. # mitch

    con una citta’ intera in lutto, il calcio pensa bene astenersi.

  7. # nando

    partita alle 20,30, fiaccolate in memoria dei due operai morti alle 21,30, non c’è qualcosa che non torna?

  8. # Massimo

    Con due morti sul lavoro in città si poteva anche evitare la partita.
    È solo una mia opinione!

  9. # Portuale

    Stadio vuoto deve essere la risposta

  10. # Alessio

    Sospendete la partita! non ha senso giocare!

  11. # Yuri

    Deve decidere la Lega, non è che il Livorno può prendere e decidere di rinviare la partita. Spara sentenze da tastiera.

  12. # Antonio

    Concordo… non andava giocata…. ma si vede il calcio va oltre a queste disgrazie.

  13. # tifosostagionato

    anche se purtroppo non avrebbe cambiato questo destino schifoso, anch’io avrei gradito fosse rimandata

  14. # Hasta siempre

    il Livorno calcio non può rifiutare di giocare la partita… è la lega calcio che impone gli stop… gli orari della partita vengono decisi dalla lega non dal Livorno…magari la fiaccolata poteva essere spostata alle 19.. oppure dichiaravano che la partita doveva essere spostata alle 17 per ordine pubblico.

  15. # roberto

    nessuno vi obbliga ad andare allo stadio, restate a casa e andate tutti alla fiaccolata.

  16. # pagliolo

    Era parecchio meglio se stavi zitto !!

  17. # gabri

    ma secondo voi, con la morte nel cuore e tutto il resto, dolore devastante ecc…non e’ una partita tra scapoli e ammogliati. c’e’ di mezzo l’organizzazione della lega.Il lutto si porta nel cuore. Di sicuro la gente non vi andra’…ci sara’ lo stadio vuoto, ma come si puo’ buttare all’aria l’organizzazione!? Anche il giorno di Pasqua non andra’ festeggiato, se e’ per quello.Povere gente, povere famiglie, poverini loro…Condoglianze vivissime a tutti

  18. # Franco

    Rispetto e cordoglio ma quello che chiamiamo gioco è lavoro per molti compresi quelli che fanno le riprese tv, chi strappa i biglietti, gli steward, quelli che faranno le pulizie allo stadio, quelli che stanno ai bar, ecc. Molti aspettano questo gettone per comprare il pane ai figli e quindi mi sembra che il minuto di silenzio al quale si uniranno tutti sia la misura adottata ovunque in situazioni analoghe. Nella mia fabbrica è stata proclamata un’ ora di sciopero a fine turno al quale ho aderito e quindi chi preferisce partecipare alla fiaccolata non è obbligato ad andare allo stadio.
    Chi dice di più è fuori luogo e specula soltanto su una tragedia che mi ha colpito profondamente.

  19. # Andrea

    Bravo Franco…. Troppe chiacchiere…

  20. # Salvatore

    La Societa’ avrebbe dovuto chiedere l’annullamento o l’anticipo, poi la Lega avrebbe deciso, effettivamente stride parecchio l’evento sportivo con la disgrazia che ha colpito la citta’. Una questione di sensibilita’.

  21. # Traf

    Bravo Franco. Finalmente un commento serio

  22. # Ale

    Franco con tutto rispetto ma non mi sembra coerente, morto Astori (con tutti rispetto per lui ) si è fermata la giornata di campionato di tutte le serie dalla A alla C2 , per due ragazzi morti sul lavoro non mi sembra una tragedia non far giocare una sola partita e non credo che qualcuno non arrivi a fine mese se non si gioca

  23. # Franco

    Chiedilo a chi sarà nello stadio a lavorare. Poi Astori era un calciatore e si sono fermati i suoi colleghi. Facciamo fermare tutti i porti d’ Italia, martedì… compresi i traghetti di linea… Vediamo quanti di quelli che stasera faranno la fiaccolata saranno d’ accordo.
    Sempre troppe parole per tutto ed esagerazioni. Ora mi cheto per lutto. Vi invito a fare altrettanto

  24. # Ely

    Caro Franco, anche Lorenzo e Nunzio lavoravano per comprare il pane, e sono morti. Spinelli e tutta la società potevano chiedere il rinvio. Totale mancanza di rispetto.

  25. # Ric57

    I morti di serie A e quelli di serie B o Z esisteranno sempre.
    Purtoppo

  26. # Manuele

    <MANUELE

    È UNA GRANDE SCHIFEZZA CHE SI GIOCHI

    LA PARTITA DEL LIVORNO STASERA NON

    C'È PIÙ UMANITÀ. SIAMO DEI LIVORNESI…..

  27. # ipocresia

    Bastava non andare allo stadio SEMPLICE!

  28. # Salvatore

    Siamo al 70’…Livorno-Monza 2-0…….Questa volta a chi si da la colpa???????

  29. # deluso

    vergognatevi! ma dove si vole andà!!!

  30. # Ale

    Sei il numero uno franco…

  31. # maverick

    Anche il Goldoni, dove pure lì ci sono persone che lavorano per portare lo stipendio a casa, questa sera ha rinviato lo spettacolo…. buona partita Franco…

  32. # giova67

    CONDOGLIANZE ALLE FAMIGLIE DEI RAGAZZI VITTIME DELLA DISGRAZIA ACCADUTA IN PORTO……TUTTO IL RESTO RESTA INVARIATO !!!!

  33. # Biagio

    Adesso che hanno perso lo stesso forse Lega e Livorno calcio sentiranno la vergogna e penseranno che lo 0-2 a tavolino era uguale a quello rimediato in campo. Almeno avrebbero fatto più bella figura.

  34. # Gianni

    Io ieri sera non ho partecipato ne alla fiaccolata e nemmeno sono andato allo stadio. Ho portato i miei figli al cinema (era aperto ma non vi ho sentito far tanti discorsi)…quindi ho spiegato loro cos’era successo in porto, mi hanno detto che i soldini del natale li devolveranno alle famiglie. Hanno 6 e 8 anni.
    Spero che da grande siano cosi’ ..senza tanti discorsi inutili come i vostri.

  35. # VOLTONE

    come al solito in tanti a dare aria alla bocca, sembrano in gara a chi è più buonista , ma ognuno la pensa come gli pare, così va il mondo, sincero e vero cordoglio alle famiglie

  36. # viva fidel

    Non confondere il buonismo con il rispetto

  37. # .. Irene..

    Buongiorno, il mio primo pensiero questa mattina va ancora una volta ai due ragazzi che hanno perso la vita e a quelle famiglie e amici e conoscenti tutti e anche non conoscenti ma che con il cuore stanno vicino e partecipano con il pensiero e il dolore di fronte a queste disumane disgrazie. Voglio solo aggiungere a questi commenti così discordanti tra di loro che credo che il senso di quanto dite (partita sospesa o rinviata, attività chiuse o aperte, minuti di silenzio oppure altro.. Ecc..) si deve rintracciare altrove.. Ed è nel Come le nostre vite vanno avanti, oggi nel giorno di dolore e domani quando tutto riprenderà la ‘normalità’.. COME decidiamo di guardare con occhi sinceri a quanto accaduto… COME lo portiamo nel cuore… COME raccontiamo ai nostri figli e quali occhiali decidiamo di prestare loro per guardare questo mondo fatto anche di sofferenza ed educarli a stare vicini gli uni agli altri, sostenersi nei momenti difficili che sia anche partecipando a una fiaccolata o andando a vedere la partita oppure al cinema… Non mi sento di giudicare nessuno oggi… Sospendo anche la mia personale avversione al mondo del calcio che d’altro canto esiste in maniera così predominante perché tanta è l’affluenza. Pensate al COME e vivete di conseguenza. Quindi tifosi, lavoratori, disoccupati, genitori… Non giudicatevi e né scagliatevi gli uni contro gli altri… Abbracciamoci col pensiero e sosteniamoci come possiamo in questi tristi capitoli della nostra vita.

  38. # Gianni

    Brava irene. mi sei garbata

  39. # VOLTONE

    è vero” sig. viva fidel ” non confondo ” il buonismo è una cosa il rispetto un’altra, perciò faccia ( se vuole ) le sue condoglianze alla famiglia

  40. # giovanni

    Mi sapete dire per favore quando morirono i giocatori del livorno aquino e morosini se tutti gli operai di tutti i settori e ogni attivita’ hanno chiuso per lutto e hanno riaperto e sono andati a lavorare il giorno dopo. Grazie

  41. # Gianni

    Giovanni. Molla l’argomento fai meglio figura

  42. # Luca

    Io ho visto tutti i negozi aperti ,palestre piene,cinema pure……
    Peccato che quando ci sono scioperi per la sicurezza sul lavoro e per il lavoro stesso ci sono i soliti 300/400.
    Perché a leggere i commenti ci dovrebbe essere le piazze piene. Peccato che per fare ciò serve alzare il didietro dal divano

  43. # giovanni

    Gianni hai fatto più bella figura te invece di andare al cinema potevi andare alla fiaccolata con i tuoi figli sarebbe stato più costruttivo che a divertirsi al cinema. Io ero a lavorare fino alle 21 e alle 4 avevo da rialzarmi per lavorare capito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003 e degli art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.
Il commento e il nick name da lei inseriti potranno essere pubblicati solo previa lettura da parte della redazione. La redazione si riserva il diritto di non pubblicare o pubblicare moderandolo sia il commento che il nick name. Se acconsente prema il bottone qui sotto “commenta l’articolo”.