Cerca nel quotidiano:


Livorno-Olbia 3-3, un punto in extremis per gli amaranto

Gli amaranto in vantaggio di due reti, prima si fanno rimontare, poi superare e all’ultimo secondo raggiungono il pareggio con Dubickas

Sabato 13 Febbraio 2021 — 18:20

di Filippo Ciapini

Mediagallery

Livorno-Olbia 3-3

Livorno (3-5-2): Stancampiano; Gemignani, Sosa, Blondett; Bussaglia, Buglio, Castellano (82′ Nunziatinji), Haoudi, Parisi; Canessa (74′ Pallecchi), Dubickas. A disp: Neri, Marie Sainte, Deverlan, Bobb, Bueno. All. Dal Canto
Olbia (4-3-2-1): Tornaghi; Arboleda, Altare, Emerson, Landinetti; Secci (76′ La Rosa), Giandonato, Lella (69′ Pennington); Biancu (80′ Cocco), Ragatzu (69′ Doratiotto); Udoh. A disp: Cabras, Van Der Want, Demarcus, Putzu, Belloni, Marigosu. All. Canzi
Arbitro: Natilla di Molfetta
Reti: 37′ Castellano, 47′ Bussaglia, 55′ Udoh, 66′ Ragatzu, 73′ rig. Ladinetti, 91′ Dubickas
Note: angoli 1-3, ammoniti Giandonato, Sosa, Doradiotto, Ragatzu, Pallecchi, recupero 0’+4’“

LIVORNO – Clamoroso al Picchi tra Livorno e Olbia dove succede di tutto (clicca sul link in fondo all’articolo per consultare la fotogallery del match). Gli amaranto in vantaggio di due reti, prima si fanno rimontare, poi superare e all’ultimo secondo raggiungono il pareggio con Dubickas. Partenza sprint dei ragazzi di Dal Canto con il gol su punizione di Castellano al 38esimo. Addirittura il raddoppio arriva dopo pochi secondi dall’inizio della seconda frazione di gioco con Bussaglia, abile a sfruttare un bel cross di Haoudi. La gara sembrava virtualmente chiusa, ma in maniera rocambolesca l’Olbia raggiunge il pareggio prima con Udoh, che sfrutta un’uscita a vuoto di Blondett, e poi con Ragatzu bravo a sfruttare un rimpallo in area di rigore. L’errore di Castellano poi, con un ingenuo fallo da rigore, condannerà gli amaranto alla sconfitta. Ma all’ultimo respiro, quando tutti avevano perso le speranze, Dubickas spicca il volo e di testa porta la sua squadra al pareggio.
La classifica però continua a piangere, Livorno che va a 18 punti in attesa della partita di domenica della Lucchese, impegnata a Como e ferma a 17. Giana Erminio, terz’ultima a 21 seguita dal Piacenza a 22 con una partita in meno, Olbia a 23.

LE PAGELLE

Stancampiano 5.5 – Non può nulla sulle tre reti avversarie, ma non trasmette più la sicurezza di inizio anno
Gemignani 6– E’ il migliore dei tre di difesa, anticipa tutto e tutti.
Sosa 5.5 – Udoh lo sovrasta in ogni parte del campo, serve più grinta.
Blondett 5.5 – Cerca di amministrare ogni pallone, quell’errore sul primo gol dà però il via alla crisi amaranto.
Parisi 5.5 – Oggi non c’è, soffre le scorribande avversarie.
Buglio 5.5 – Sparisce gradualmente dalla partita, sbaglia praticamente ogni passaggio.
Castellano 6 – Sblocca la gara su punizione, poi la leggerezza da rigore che costa il vantaggio dell’Olbia. (Dall’80’ Nunziatini – sv)
Haoudi 6 – Primo tempo molto impreciso, l’assist per Bussaglia è al bacio, ma la prestazione da rivedere.
Bussaglia 6.5 – La sua miglior partita in amaranto confezionata dalla rete del 2-0.
Canessa 5 – Corre e lotta su ogni pallone, ma manca di malizia. Fa poco (Dal 71’ Pallecchi – sv)
Dubickas 6.5– Si muove bene, anche tecnicamente c’è. Alla prima vera occasione segna.

Riproduzione riservata ©

Photogallery