Cerca nel quotidiano:


Livorno-Piacenza 2-2. Un pareggio che va stretto agli amaranto

Il Livorno non riesce a conquistare i tre punti in una partita che ha visto i padroni di casa esprimere un buon gioco. Nella ripresa Murilo protagonista di un rigore sbagliato. Sottil: "Non mi piace che un giocatore risponda ai tifosi"

lunedì 18 dicembre 2017 18:23

Mediagallery

di Anna Campani e Simone Panizzi 

Il Livorno non va oltre il pareggio in un match caratterizzato dagli episodi. Un punto che va stretto agli amaranto che hanno espresso un buon gioco e soprattutto nel primo tempo sono stati costantemente padroni del campo (clicca sul link in fondo all’articolo per consultare le immagini all’interno della fotogallery). Accade quasi tutto nella ripresa, quando il direttore di gara s’inventa un rigore per gli ospiti e sventola il rosso davanti a Borghese. Prima del tiro dagli undici metri Montini spreca il possibile tris amaranto, che avrebbe chiuso i giochi. Livorno che ha la possibilità di tornare in vantaggio grazie a un rigore, poi sbagliato da Murilo, che “risponde” in malo modo ai tifosi a fine partita. Amaranto che continuano a guidare il girone con 43 punti a dieci lunghezze di distanza dal Siena. Cugini bianconeri che però hanno due gare in meno rispetto agli amaranto (LA CLASSIFICA).

PRIMO TEMPO – Un Livorno che domina per tutti i 45’ minuti di gioco, non lasciatevi ingannare dalla rete di Masciangelo all’ottavo, il classico gol della “domenica”, perché il Piacenza ha fatto davvero poco. Qualche spinta sulla sinistra nei minuti iniziali del match e una fase difensiva estenuate, con dieci giocatori a difendere, è questo quello che ha fatto la squadra ospite. Il Livorno ha schiacciato costantemente l’avversario nella propria metà campo, con un pressing serrato e una fase offensiva cresciuta di minuto in minuto, amaranto che spingono sulle fasce così come cercano i varchi anche per via centrali, senza lasciar respirare un Piacenza nettamente in difficoltà, incapace di reagire e costruire gioco. Il meritato pareggio arriva con un eurogol di Maiorino che replica sei minuti dopo e porta in vantaggio il Livorno, che raggiunge percentuali stratosferiche in fatto di possesso palla (62%).

SECONDO TEMPO – Sono questi i 45 minuti incriminati. Un episodio dopo l’altro e il Livorno non riesce a chiudere il girone di ritorno con una vittoria. Il Piacenza torna in campo con un atteggiamento completamente diverso rispetto al primo tempo e ci prova ad impensierire la retroguardia amaranto, rendendosi pericoloso con delle ottime incursioni, senza risultare però mai concreto. Gli amaranto soffrono, ma tengono il campo e vanno alla ricerca della terza rete. Montini si trova sui piedi la palla del possibile tris ma non realizza. Da questo momento in poi è tutto in salita. Il direttore di gara assegna un rigore inesistente al Piacenza e costringe il Livorno in dieci per l’espulsione di Borghese.  A dieci minuti dal termine tocca ai padroni di casa beneficiare di un rigore (anche in questo caso da rivedere), si crea confusione intorno al dischetto, Pedrelli si avvicina ma Murilo sembra intenzionato a calciare, Gasbarro prova a dissuaderlo ma alla fine si piazza dagli undici metri e sbaglia. La partita è virtualmente chiusa, se non per un ultimo guizzo di Valiani che va vicinissimo alla rete.

Pulidori 6,5: poco da fare sulle reti subite, uno è un siluro da 25 metri e l’altro un rigore. Fa più del suo quando mette il piede su Romero salvando lo 0-2.

Pedrelli 5,5: messo in mezzo tra Masciangelo e Corazza si trova spesso in difficoltà, non trovando i tempi per le chiusure e gli affondi.

Borghese 5: il rigore fischiatogli contro è molto dubbio, paga con l’insufficienza soprattutto il doppio giallo che lascia la squadra in dieci.

Gasbarro 6,5: dietro è quello più sicuro, chiude diversi spifferi anche se spesso non è precisissimo negli appoggi.

Franco 6: ha di fronte il quasi omonimo Franchi, che infatti corre per due. Tante rincorse dietro, sale di tono dopo l’inferiorità numerica.

Luci 6,5: come al solito non perde mai la bussola e riesce sempre a tenere in mano la squadra indipendentemente da ciò che accade intorno a lui.

Bruno 6: meno pulito nel fraseggio, piazza qualche errore qua e là che finisce per rallentare la trama. Quando c’è da far diga però non è secondo a nessuno.

Doumbia 6: riscatta una prova incolore con la sponda di testa per il raddoppio di Maiorino. Per il resto pochi scatti e molti falli chiesti e non fischiati (72’ Pirrello 6: dentro per tappare il buco lasciato da Borghese, per assurdo con lui in campo il Piacenza crea poco).

Maiorino 7,5: è lui l’apriscatole del Livorno, che prima riprende e poi ribalta una partita complicatissima. Gol di classe e da trequartista vero (67’ Murilo 4: non pago di aver fatto la stessa scena a Siena nel campionato scorso, scippa il rigore al tiratore designato e la storia si ripete tale e quale. Destro centrale parato che non fa male e segno X al 90esimo).

Valiani 6: maestro del taglia e cuci, potrebbe aprire una sartoria. Chiude dove i compagni non arrivano, ovvio poi non sia lucidissimo davanti quando arriva al tiro.

Montini 5: sempre un attimo di ritardo sui cross o sui lanci, spara su Fumagalli quello che poteva essere il gol della tranquillità (78’ Ponce 6: guadagna il voto con il rigore nel finale).

All. Sottil 6,5: partita strana e dai due volti, sicuramente di carattere. Livorno impacciato nel primo tempo ma capace di ribaltare il risultato, poi soverchiante una volta rimasto in dieci contro undici e aver subito il pari ospite.

LE INTERVISTE

Mister Sottil, l’impressione che lascia questa partita è che il Livorno possa fare e disfare tutto con le proprie mani.
“Sono d’accordo. Non abbiamo iniziato bene, ma in cinque minuti l’abbiamo ribaltata. Loro si sono giocati la partita a viso aperto. Montini ha avuto la palla per chiuderla, poi ci sono stati i due rigori. Per assurdo in dieci siamo andati meglio, potevamo anche vincere e finire il girone d’andata con i tre punti. Piccola chiosa: non parlo mai degli arbitri, devo però sottolineare come da tre gare ci siano state decisioni molto discutibili. Oggi ci hanno fischiato contro un penalty generosissimo, poi compensato con quello a nostro favore. Non voglio sia un alibi, ma almeno ci diano il nostro”.

Alla fine a giocare un ruolo decisivo è stato l’egoismo del singolo rispetto all’interesse della squadra.
“Ci sono indicazioni precise sui rigoristi, poi magari intervengono interpretazioni sul momento, come nel caso di Murilo che si sentiva di tirare il rigore. Il rigore doveva tirarlo Pedrelli. Purtroppo non è andata bene, e non mi piace neanche che un giocatore risponda ai tifosi mentre rientra negli spogliatoi. Bisogna essere professionisti fino in fondo e ascoltare quel che dice l’allenatore. Se interverrà la società? Non lo so, vedremo domani”.

IL TABELLINO
Livorno: Pulidori, Pedrelli, Borghese, Gasbarro, Franco, Luci, Bruno, Doumbia (72′ Pirrello), Maiorino (67′ Murilo), Valiani, Montini (79′ Ponce).
A disp. Romboli, Hadziosmanovic, Baumgartner, Balleri, Giandonato, Gemmi, Marchi, Zhikiv, Pèrez. All. Andrea Sottil
Piacenza: Fumagalli, Di Cecco, Silva, Pregreffi, Masciangelo, Segre, Della Latta, Saccabarozzi, Franchi (86′ Zecca), Romero, Corazza (88′ Bini). A disp. Lanzano, Mora, Ferri, Carollo, Masullo, Bertoncini, Sarzi, Castellana, All. Arnaldo Franzini.
Arbitro: Andrea Mei di Pesaro (Santa Marinenza – Ruggieri)
Marcatori: 8′ Masciangelo, 30′ 36′ Maiorino, 70′ Corazza
Note: Angoli: 3-6 Ammoniti: 23′ Borghese, Scaccabarozzi, 91′ Della Latta. Espulso: Borghese Spettatori: 4.919

 

Riproduzione riservata ©

STA PER NASCERE LA NUOVA APP DI QUILIVORNO.IT.  SARA’ ONLINE SU APPLE STORE E PLAY STORE CON FUNZIONI MAI VISTE FINO AD ORA IN CITTÀ. AVVISA PARENTI E AMICI.

LA REDAZIONE DI QUILIVORNO.IT

Photogallery

21 commenti

 
  1. # Nevo

    Ohi….oggi la vedo male….sono allo stadio, ma non vedo il vero Livorno.

  2. # boiachinonmolla

    Aveva fatto 2 goal non gli bastavano ? Tanto si sa, che quando si vuol fare le cose con la prepotenza poi si sbagliano ! Incredibili certi atteggiamenti !

  3. # Dade

    Rigore per loro regolare, nostro inesistente…ber mi vantaggiato…Murilo, se lo vogliono in serie A glielo porto io a caaceci…comunque ai punti partita largamente a nostro vantaggio…FORZA LIVORNO SEMPRE…

  4. # gianni 1323

    Murillo deve essere allontanato, in prestito, venduto se qualcuno lo chiede, regalatelo ma via da Livorno….non poteva restare Maiorino ( e magari far uscire Montini….) e il rigore poteva tirarlo Maiorino, chi lo ha fatto tirare a Murillo ? Sottil ??? Borghese è un generoso ma è sempre un pericolo per i falli che commette (anche se oggi forse non era rigore……)….. SPINELLI, mi sembra evidente che occorrono due o tre rinforzi…ed il primo deve essere Diamanti…….altre squadre, vedi Pisa, Siena, Lucchese, Viterbese …….. già stanno cercando rinforzi…….dobbiamo sicuramente intervenire, anche perchè la squadra forse è un pò stanca dopo il favoloso girone d’ andata …………………….

  5. # Traf

    Boia deh nevo. Un falli più in comnenti in diretta dallo stadio. Non sei certo un amuleto..
    Tra l’altro poi sullo 0-1 per il piacenza è facile dire la vedo male. caro bel mi gattone nevo

  6. # boiachinonmolla

    Rigore nostro regolare il loro inesistente !! Ultimamente l’arbitraggi molto discutibili !

    1. # u8go nogarin sono otto

      casomai è il contrario, o c’hai la televisione carburo o devi andà da un ottico

  7. # fabrizio

    A questo punto temevo che l’arrivo di Diamanti potesse creare casino nello spogliatoio, ma dopo quello che è successo credo che via Murillo avanti Alino. Inoltre non mi pare che montini sia migliore di Maritato ora svincolato dal modena.

  8. # giova67

    Boia……si letiavano per battere il rigore…penso che qualsiasi giocatore può non buttarla dentro…poi de’.. il portiere ha riparato sulla respinta ancora…ora non possiamo “crocifiggere” Murilo…eroe a Pontedera e in altre partite…ed adesso è già da rottamare…no ragazzi…troppo facile…può succedere…pensiamo alla prossima. ..comunque mancava IL TORO …e questo è il segno che ci vuole sempre in campo..peccato Valiani su quel tiro meritava il gol…SEMPRE UNICI VALIANI E LUCI…comunque SEMPRE SIAMO PRIMI…DE’ NO!!++

  9. # Bent

    Abbiamo sbandato molto nella ripresa, il centrocampo non faceva più filtro e Bruno era fermo: possibile che il mister non se ne sia accorto e non abbia fatto un cambio al volo? Borghese lo conosciamo, tanto impegno ma corriamo sempre il rischio che venga espulso….secondo me peggio Murillo, che non ha imparato nulla dall’anno scorso!! ma vedrai che se qualcuno dalla B lo cerca, si vende subito!!! Comunque la squadra prova sempre a giocare anche quando non brilla, ricordiamoci che non si può sempre vincere. FORZA LIVORNO SEMPRE

  10. # Mauro

    I rigori erano fasullo il loro, ridicolo il nostro. Borghese purtroppo è così. Allo stadio gli avrei mangiato il cervello, adesso perché ci lascia troppo spesso in dieci. OK che il rigore non c’era, ma inutile andare ad incrociare l’avversario con la palla già del portiere. E poi anche il fallo della prima ammonizione….Murillo non ha colpe. Inutile fischiarlo. La colpa è di Sottile che ha permesso che lo battesse. Se la gerarchia dei rigori è Svantaggiato, Pedrelli, Montini, lui sulla palla non doveva starci e in quei due tre minuti di pausa in attesa del calcio il mr doveva dire a Luci o Bruno di prendere Murillo per il collo e portarlo via dall’area. Sarà per la prossima.

    1. # gianni 1323

      sono convinto che Murillo deve cambiare aria….e sostituirlo con un buon attaccante ……Diamanti è solo un sogno ??? anche Sottil non mi è piaciuto con i cambi che ha fatto, Borghese già ammonito doveva essere sostituito…..Doumbia , anche se stanco doveva continuare…..idem Maiorino…… non c’è raffronto con Murillo e Ponce….. cosa c’è di nuovo per i necessari rinforzi del calcio mercato ???

  11. # vl1993

    voglio solo dire che siamo un pubblico di ****…. meno di 5000 persone allo stadio per una partita di lunedì sera e siamo primi in classifica… inizio a pensare che le nutrie abbiano ragione in qualche modo…Comunque rispetto per quelli che c’erano e ci son sempre stati.

  12. # Marco

    Murilo deve andarsene…. perché scassare per battere il rigore che poi sbagli….e alla fine che fa? Litiga con i tifosi che pagando possono esprimere i loro giudizi senza offendere….se qualche squadraccia lo vuole io glielo infiocchetterei

  13. # voltone

    ieri è stata colpa di Sottil non ha fatto i cambi giusti specialmente nel secondo tempo con borghese già cartellinato e bruno stanco,

  14. # voltone

    ok forza livorno , vi vogliamo così tenete duro che ce la fate

  15. # floyd

    Il rigore assegnato al Piacenza sarebbe “inesistente”, mentre quello del Livorno semplicemente “da rivedere”… Bisogna essere onesti e dire che il rigore assegnato al Livorno è fuori dal mondo, mentre invece quello del Piacenza si può anche dare (piede agganciato). Mi accontento del pari, il Piacenza a un certo punto ha avuto paura di vincere, altrimenti…

  16. # Maurizio72

    Come vi garba mettere i giocatori dalle stelle alla stalle..ora addirittura murillo se ne deve andare..boia🤔

  17. # Ded

    Altrimenti?…a me sono sembrati cotti dopo il pressing che hanno fatto nel primo tempo.
    In 10 li abbiamo messi ai paletti

  18. # Immena

    Murillo va mandato via a gennaio. E con lui Hadziosmanovic, Zhikov e Marchi. Però servono due ottimi rinforzi.

  19. # gianni 1323

    GRAZIE Dell’ Agnello, hai contribuito con un gol alla disfatta del Siena che rimane a 10 punti, deve recuperare
    un” altra partita che non sarà facile, anche noi ne sappiamo qualcosa….. con il Piacenza …..rischia di rimanere sempre a 10 punti……..e poi se Dell’Agnello continua a segnare possiamo a giugno riprenderlo al posto di Murillo……. ci aspettano due partite non impossibili, con il Gavorrano e con il Prato…….la successiva non sarà semplice a Lucca…….continuiamo cosi …… e chi ci riprende ? il Siena penso di no, il Pisa ??? per l’ amor di Dio…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003 e degli art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.
Il commento e il nick name da lei inseriti potranno essere pubblicati solo previa lettura da parte della redazione. La redazione si riserva il diritto di non pubblicare o pubblicare moderandolo sia il commento che il nick name. Se acconsente prema il bottone qui sotto “commenta l’articolo”.