Cerca nel quotidiano:


Livorno-Pro Patria 1-2. Amaranto subito fuori dalla Coppa Italia

Tanti, tantissimi gli errori in fase di impostazione di una squadra che ancora deve amalgamarsi. A niente serve la rete di Gonnelli a dieci minuti dalla fine: il Livorno viene eliminato dalla competizione

Mercoledì 23 Settembre 2020 — 19:45

di Filippo Ciapini

Mediagallery

Nei prossimi giorni sarà fondamentale chiarire tutte le questioni del caso dall'organigramma societario al mercato perché così, già da ora, è davvero difficile andare avanti

Inizia con una sconfitta la stagione del Livorno Calcio che perde per 1-2 contro la Pro Patria. Una partita fin da subito in salita per gli amaranto che subiscono al 17esimo del primo tempo la prima rete su un errore clamoroso di Lorenzo Gonnelli. La squadra di mister Dal Canto (in fondo all’articolo la sua video-intervista), incapace di reagire, va addirittura sotto di due reti con il lampo di Latte Lath al quarto minuto della ripresa.

IL TECNICO AMARANTO, DAL CANTO

Tanti, tantissimi gli errori in fase di impostazione di una squadra che ancora deve amalgamarsi e si vede in maniera lampante. Livorno che prova poi a “svegliarsi”, si fa per dire, con la rete di Gonnelli alla mezz’ora di gioco, ma che, nonostante l’assedio finale non riesce a pareggiare la partita. Ecco dunque che ritornano i fantasmi del passato: non c’è alcun accenno di gioco, non ci sono attaccanti che segnano e non c’è, almeno per il momento, una società che aiuti il regolare svolgersi della stagione. Nei prossimi giorni sarà fondamentale chiarire tutte le questioni del caso dall’organigramma societario al mercato perché così è difficile andare avanti sin da ora.

Neri 5.5: Appare ancora acerbo, poco sicuro nelle uscite e nella comunicazione. Male anche con i piedi, non può nulla sulla prima rete ospite mentre sul raddoppio poteva fare sicuramente meglio.
Porcino 5.5: Nei tre di difesa fa quel che può senza incidere assolutamente sulla partita. Mezzo voto in più perché schierato fuori ruolo e per il primo, vero, tiro pericoloso del match.
Boben 5.5: Macchinoso, non riesce a sopperire alle difficoltà degli altri due compagni di reparto. La “spazzata in aria” non vale più la sufficienza. (Dal 60’ Marsura 6: Accende i suoi con qualche galoppata delle sue, forse ancora “troppo innamorato” della palla).
Gonnelli 5: Qualche lapsus difensivo compreso quello fatale dello 0-1. Il gol della bandiera alza il voto. Peccato perché da lui ci si aspetta la differenza, sia dal punto di vista tattico che di atteggiamento.

IL NEO PRESIDENTE ROSETTANO NAVARRA PRESENTE ALLO STADIO

IL NEO PRESIDENTE ROSETTANO NAVARRA PRESENTE ALLO STADIO

Parisi 5.5: Perlomeno ci prova, tiene la fascia benino ma continuano le lacune tattiche. (Dal 77’ Pallecchi s.v: Peccato per quel gol mangiato a tempo a scaduto).
Morelli 5: Un altro schierato fuori ruolo. Poca grinta, tanti errori. Meglio quando spostato sulla destra dove qualche cross arriva, ma non ci siamo.
Haoudi 5.5: Nulla cosmico, si accende troppo tardi.
Agazzi 6: Predica nel buio, giocatore di sostanza e di qualità, tiene le redini del centrocampo. Cartellino giallo dettato dalla rabbia, magari dimostra di tenerci. Il Migliore
Bresciani 5: Fuori forma, si vede solamente con un paio di traversoni per tempo. (Dal 60’ Marie Sante 5.5: Senza infamia e senza lode, anemico).
Murilo 5: Malissimo il primo tempo, male il secondo. Ci prova, ma non basta.
Mazzeo 5: Schierato punta centrale appare spesso fuori condizione e fuori luogo. Sua la prima azione della gara, poi sparisce. (Dal 45’ Braken 5.5: Qualche tiro in più di Mazzeo ma pericoloso pari a zero).

Ecco le parole di mister Dal Canto al termine del match:

Riproduzione riservata ©

Photogallery