Cerca nel quotidiano:


Mister Sottil nel dopo gara: “Bello stare lì davanti”

Mister Sottil soddisfatto nel dopo gara di Livorno-Pro Piacenza: "Non riesco a capire questi inizi, soprattutto in casa. Siamo troppo nervosi e sotto pressione, ma è bello essere in testa alla classifica"

Domenica 29 Ottobre 2017 — 20:17

Mediagallery

di Anna Campani e Simone Panizzi

Un mister Sottil soddisfatto quello che si è presentato nel dopo gara di Livorno – Pro Piacenza. Una vittoria in cui il primo tempo non è andato come doveva. Troppo nervosismo, queste partite sono all’ordine del giorno in una categoria come la serie C, ha precisato Sottil.

Sottil, cosa ha detto alla squadra alla fine del primo tempo?
“Ho detto che non riesco a capire questi inizi, soprattutto in casa. Siamo troppo nervosi e sotto pressione, abbiamo tenuto troppo palla. Noi siamo quelli del secondo tempo, quando teniamo palla per terra attacchiamo la porta e creiamo occasioni in serie. Dobbiamo aspettarci queste partite con gli avversari stretti e arroccati dietro, dobbiamo imparare a non aver fretta”.

La sconfitta del Siena con il Monza consente al Livorno di salire al primo posto.
“Avevo visto giocare il Monza e non mi meraviglio che ottengano questi risultati. Personalmente non cambia niente con il primo posto, però è sempre bello trovarsi lì davanti a tutti. Bisogna continuare a lavorare e a migliorare”.

Murillo continua a essere decisivo.
“Ha una condizione fisica importante in questo momento, faccio fatica a tenerlo fuori. Oggi è stato bravo anche a giocare dietro la punta e a attaccare l’area di rigore, ha fatto un gol da centravanti vero”.

Vantaggiato non è sembrato felicissimo di uscire…
“Ma no, sono cose che nascono e finiscono lì. Per assurdo mi piace quando un giocatore si arrabbia, vuol dire che è vivo e ci tiene. Però era stanco, aveva speso molto, era giusto dare spazio anche ai compagni che giocano meno”.

Di tutt’altro umore il tecnico ospite Fulvio Pea: “È impensabile venire a Livorno, creare quattro palle gol nitide in un tempo e non concretizzarne alcuna. La prima frazione doveva finire in modo diverso. Abbiamo regalato un gol su una situazione che proviamo in settimana e con uno svarione non comprensibile. È una situazione che si ripete da settimane, dobbiamo migliorare su questo aspetto”.

In mix zone si è poi presentato Doumbia, anche oggi a segno: “E’ bello segnare in modo continuativo, tre partite e tre gol. Sono contento ma l’importante è che poi sia arrivata la vittoria. Nel primo tempo abbiamo sofferto un po’. Nel secondo siamo tornati in campo in modo diverso, ci siamo svegliati diciamo e siamo venuti fuori. Il mister ci aveva avvertito che i nostri avversari erano una squadra con buoni giocatori e l’hanno dimostrato, senza dubbio. Poi come ho detto prima abbiamo avuto il merito di riprendere in mano la partita. Loro sono una buona squadra.  La classifica? L’ho guardata, sì. E’ sempre presto, però, siamo solo all’inizio. Mancano molte partite e sabato c’è l’impegno contro il Siena. Dobbiamo pensare a quella gara e non alla partita”.

Riproduzione riservata ©