Cerca nel quotidiano:


Murilo saluta il Livorno: “Ho sempre dato il massimo, ma devo pensare alla famiglia”

Dopo quattro stagioni saluta il Livorno Calcio Murilo Mendes che, attraverso un commovente post su Instagram, ha ricordato le più importanti avventure con la maglia amaranto

Lunedì 4 Gennaio 2021 — 18:44

di Filippo Ciapini

Mediagallery

Il numero 11 amaranto in partenza: “Questa città mi ha regalato delle gioie incredibili dal punto di vista sportivo e a livello umano, mia figlia è nata a Livorno, rimarrà sempre nella mia vita"

Quel “Sei bella come la tripletta di Murilo a Pontedera” scritto sul muro dell’ippodromo ha colorato per diverso tempo l’anima di tutti i livornesi. Impossibile non pensare a quella partita quando la si legge. Un Livorno spaziale per la categoria sotto di due reti a Pontedera ad un quarto d’ora dalla fine. Gara praticamente archiviata. Quel numero 11 però, subentrato nella ripresa, ribaltò il risultato in soli nove minuti con tre gol di fattura carioca: colpo di petto in tuffo, aggancio e gol sul secondo palo e missile al volo nell’angolino.
Dopo quattro stagioni saluta il Livorno Calcio Murilo Mendes che, attraverso un commovente post su Instagram, ha ricordato le più importanti avventure con la maglia amaranto. “Questa città mi ha regalato delle gioie incredibili dal punto di vista sportivo e a livello umano, mia figlia è nata a Livorno, rimarrà sempre nella mia vita – ci ha raccontato telefonicamente – Riportare il Livorno in B, è stata una felicità assoluta. Nella vita ci sono anche momenti di difficoltà ma ho sempre cercato di dare il massimo ed onorare la maglia”. Dalla vittoria del campionato di serie C alla salvezza insperata nella categoria cadetta, l’attaccante ha anche dovuto affrontare momenti complicati come la tragica retrocessione della scorsa stagione e l’inizio turbolento di quest’anno. “Dal Canto è una grande persona ed un buon allenatore, un autentico trascinatore in questo periodo difficile – ha proseguito – Andare via non è stata una scelta a cuor leggero, spero che i tifosi lo abbiano capito”.
Sono stati tantissimi i commenti positivi dei supporters amaranto che lo hanno salutato e ringraziato per quanto fatto, a qualcuno però, non è andato giù l’addio. “Qualcuno può pensare che sia facile baciare la maglia quando tutto va bene, ma ho sempre dato tutto per questa maglia – ha continuato Murilo – Spesso le situazioni parlano da sole, ad inizio anno mi voleva il Modena (attualmente terzo in campionato ndr), ma io ho rifiutato perché volevo restare e vedere come sarebbe andata la stagione. E’ chiaro che devo anche però pensare alla miafamiglia e alla mia carriera”. Il brasiliano è quindi il primo a dare l’addio ufficiale al Livorno Calcio che si appresta ad iniziare il 2021 con altre tre cessioni con Marsura e Agazzi, per loro futuro in B, e Porcino.

Riproduzione riservata ©