Cerca nel quotidiano:

Condividi:

Partenza a razzo degli amaranto (9 punti).
Nel 1997 solo Stringara meglio di Foscarini

Venerdì 16 Settembre 2016 — 01:31

L’avvio di campionato del Livorno è stato molto buono. Non possiamo dire ottimo perché la sonora sconfitta con l’Alessandria brucia ancora. Nel complesso però la squadra di Foscarini ha totalizzato nove punti in quattro partite ed è reduce da due successi consecutivi. Ad inizio stagione in molti, probabilmente anche lo stesso tecnico, avrebbero fatto la firma per avere un bilancio così considerando i molti infortuni occorsi ai vari giocatori che stanno privando il mister di almeno un 35% del potenziale della rosa. Quando rientreranno a pieno regime i vari Jelenic, Bergvold, Vantaggiato e Gasbarro allora gli amaranto potranno davvero far paura a tutti. Il gioco ancora latita ma intanto arrivano punti. Ma Foscarini, rispetto agli altri allenatori che lo hanno preceduto sulla panchina del Livorno in serie C1, ha fato meglio o peggio in queste prime quattro giornate? Soltanto una persona è riuscita a conquistare più punti: Stringara in quel Livorno dei record che fece registrare nove vittorie. In attacco la coppia Bonaldi-Scalzo fece faville per non parlare dei vari Boccafogli, Merlo, Cordone e Vicioni.

Stringara (1997-1998) – Nove vittorie di fila per un totale di 27 punti. Difficile per non dire impossibile fare meglio. Purtroppo questa incredibile scia non valse la promozione per eventi esterni che tutti noi conosciamo.

Nicoletti (1998-1999) – Stesso bottino di Foscarini. Dopo tre vittorie di fila, il Livorno venne sconfitto dalla Spal e durante la stagione l’allenatore venne esonerato. Gli amaranto finirono il campionato nelle zone basse della classifica. Piccola curiosità: quell’anno venne promosso l’Alzano proprio di Foscarini.

Carmignani (1999-2000) – Otto punti in quattro gare ma fra questi tre strappati nel derby al Pisa. Anche quell’anno non arrivò la promozione con la squadra che si classificò al settimo posto con Carmignani che non finì la stagione.

Jaconi (2000-2001) – Qui entra il gioco il guru degli allenatori avuti a Livorno. Nel suo primo anno, il “Vodz” nelle prime quattro giornate totalizzò sette punti. Soltanto il Como nella finale playoff impedì il salto di categoria. La vittoria ad opera di Venitucci è stata una piccola vendetta.

Jaconi (2001-2002) – Otto punti, frutto di due pareggi e altrettante vittorie. Una cavalcata storica però fino al trionfo di Treviso ad opera di Protti. Allora ci fu il tanto ambito salto di categoria.

Condividi:

Riproduzione riservata ©