Cerca nel quotidiano:


Perignano-Livorno, Buglio: “Non hanno sbagliato solo i giovani”

A parlare sono l'allenatore Buglio, il difensore Elia Giampà e il centrocampista Tommaso Bellazzini. Tutti e tre contenti per il punto strappato dopo oltre un'ora di sofferenza c'è anche però la volontà di voler rimediare e analizzare alcuni concetti tattici per migliorarsi. Su tutti la fase di possesso palla

Lunedì 1 Novembre 2021 — 23:18

di Filippo Ciapini

Mediagallery

Il pareggio tra Fratres Perignano e Livorno soddisfa Buglio che, a margine della partita, ha analizzato i pro e contro del match. Da apprezzare sicuramente è l’atteggiamento della squadra, capace di segnare nel momento in cui la squadra amaranto non stava girando. Meno bene invece le fasi di possesso palla. Il centrocampo come al solito è isolato dal resto della squadra e per tutta la partita sono stati preferiti lanci lunghi a fasi di costruzione, anche paziente. Anche se sicuramente c’è da lavorare su molti aspetti, ma resta il fatto che la squadra è prima in classifica con quattro vittorie, un pareggio e zero sconfitte. Ecco le parole di mister Buglio, del centrocampista Tommaso Bellazzini e del difensore Elia Giampà.

Buglio: “Abbiamo ripreso una partita che non riuscivamo a riprendere. Sembra che noi non abbiamo avversari. Non riuscivamo a prendere in mano la situazione, dobbiamo crescere ancora sotto molti aspetti. Qualche ragazzo sente più pressione di altri, ma oggi (domenica 31 ottobre, ndr) non hanno sbagliato soltanto i giovani. Bene la difesa anche se soltanto nella fase di non possesso palla”.

Bellazzini: “Siamo felici di questo punto e ce lo prendiamo. Credo ci siano molte cose su cui lavorare e la comunicazione è tra queste. È chiaro che è un processo non così immediato, stiamo mettendo tutti i concetti dentro gradualmente. Le partite sporche portarle a casa è importante, è il segnale di una squadra che vuole puntare ad arrivare in alto. Ma non basiamoci su questo. È una questione di organizzazione e coraggio, dobbiamo reagire alla pressione.

Giampà: “Siamo contenti a metà, dovevamo portarla a casa. Abbiamo giocato una partita maschia e anche con i loro attaccanti ci sono stati parecchi duelli. L’unica cosa che ci è mancata è il possesso palla, ma quando troveremo la quadra non ci sarà per nessuno. Questa è stata una prova per capire come possiamo ammazzare il campionato”.

Riproduzione riservata ©