Cerca nel quotidiano:


Pro Piacenza-Livorno 0-2. Vittoria preziosa

Dopo il pareggio beffa con la Lupa Roma, il Livorno espugna il campo della Pro Piacenza con i gol di Vantaggiato e Maritato

Martedì 4 Aprile 2017 — 16:20

di Redazione

Mediagallery

Il massimo risultato con il minimo sforzo. Potrebbe essere riassunta così la vittoria del Livorno sul campo del Pro Piacenza. Un successo più che meritato, figlio di una partita giocata con intelligenza. Gli amaranto infatti hanno colpito due volte nel primo tempo nelle uniche due occasioni da rete create (LA CRONACA). Una volta sul 2-0 si sono limitati a gestire la partita e a risparmiare le energie in vista della prossima sfida. Tre partite in una settimana si fanno sentire, quindi un plauso a Foscarini per come sta gestendo le forze dei giocatori. Certo, non capiterà sempre di affrontare un Pro Piacenza così rinunciatario (neanche un tiro in porta) ma va considerato che la squadra di Pea non perdeva in casa da ottobre quindi i tre punti conquistati hanno un sapore particolare (LA CLASSIFICA).

Lo 0-2 ha sancito anche il ritorno al gol degli attaccanti. Vantaggiato, che non segnava addirittura dal 3-1 di Alessandria, e Maritato, a secco dal successo di Carrara, hanno interrotto un digiuno che stava iniziando ad essere più che preoccupante anche se il toro di Brindisi ha saltato quasi tutto il campionato per infortunio. Foscarini quindi ha di che sorridere con la speranza che i due adesso non si fermino e che riescano ad aumentare la loro sintonia in vista dei playoff. Da sottolineare anche la bella prova di Venitucci, finalmente determinante. È stato lui a lanciare Vantaggiato in occasione dello 0-1 mentre per il restanti minuti che ha giocato si è messo al servizio della squadra proprio come vuole Foscarini. Che il 4-3-1-2 sia il modulo che meglio si addice a questa squadra? Noi crediamo di sì.

Cinismo – Il Livorno voleva dimenticare in fretta l’assurdo pareggio contro la Lupa Roma. Foscarini ha confermato Vantaggiato dall’inizio ma ha inserito fin da subito Venitucci. Complice l’assenza di Franco, si è affidato al 4-3-1-2 e i risultati si sono visti fin da subito. Proprio Vantaggiato ha sfruttato nel migliore dei modi un assist al bacio di Venitucci per sbloccare il risultato. Avanti di un gol è stato tutto più facile visto che il Pro Piacenza non ha mai creato lo straccio di un’occasione da gol. Anzi. È stato il Livorno nel finale di primo tempo a raddoppiare con un bel gol di Maritato.

Controllo – Con lo 0-2 la partita ha perso tutto il suo interesse. L’aver giocato tre giorni fa ha influito visti i ritmi blandi e il Livorno non ha sentito la necessità di infierire ulteriormente ma si è limitato a gestire il pallone senza correre particolari rischi. Nel finale c’è stato giusto il tempo di assistere all’ennesimo errore sotto porta di Murilo (subentrato a Vantaggiato) e al rosso di Aspas. Chiudiamo con una considerazione: come è pensabile di voler riportare famiglie e gente allo stadio se si fa giocare una partita di martedì alle 14.30? Non a caso il Garilli era desolatamente deserto. Un applauso quindi ai pochi tifosi locali e un doppio applauso a chi da Livorno ha voluto seguire Luci e compagni.

Il tabellino
Pro Piacenza
: Fumagalli, Calandra, Bini, Bianco, Girasole (59′ Aspas), Pugliese (80′ Avanzini), Martinez, Belotti, Barba, Pesenti, Bazzoffia. In panchina: Bertozzi, Sane, Cardin, Gomis, Manganelli, Cassani, Pozzi. All. Pea
Livorno: Mazzoni, Benassi, Borghese, Gasbarro, Galli (83′ Toninelli), Luci, Valiani, Marchi, Venitucci (76′ Ferchichi), Vantaggiato (65′ Murilo), Maritato. In panchina: Vono, Lambrughi, Morelli, Dell’Agnello, Giandonato. All. Foscarini
Arbitro: Mei di Pesaro
Reti: 5′ Vantaggiato, 46′ Maritato
Note: angoli 5-3 per la Pro Piacenza, espulso Aspas all’88, recupero 1′ + 3′

Mazzoni 6: giornata di ordinaria amministrazione per lui. La Pro Piacenza si fa vedere poco o nulla.

Galli 6: tiene bene la posizione anche se sbaglia qualche cross di troppo quando arriva sul fondo. Bravo a innescare il gol di Maritato (83’ Toninelli sv).

Borghese 6,5: autoritario e preciso, ferma chiunque gli si paventi davanti.

Benassi 6,5: buona la prova anche dell’ex Parma che dimostra di trovarsi a suo agio nella linea a quattro.

Gasbarro 6: si limita a tamponare le scorribande di Bazzoffia. A sinistra spinge il minimo necessario, ma può andare bene anche così.

Marchi 6: la solita partita generosa. Tanta corsa per cercare di fermare tutti i giocatori avversari.

Luci 6,5: con accanto due come Valiani e Marchi può impostare tranquillamente tutte le azioni.

Valiani 7: sembra un ventenne. Non si ferma un attimo e l’impressione che quando ha il pallone tra i piedi sia impossibile levarglielo.

Venitucci 6,5: una delle sue migliori prestazioni. Sforna l’assist per Vantaggiato e gioca una partita alla Venitucci. Servirà anche il suo estro in vista dello sprint finale (76’ Ferchichi sv).

Vantaggiato 6,5: torna a segnare dopo il rigore di Alessandria del match di andata. Che sia la volta buona per rivedere il vero Vantaggiato? (65’ Murilo 5,5: così come contro la Lupa si divora un gol già fatto. Fortuna che il Livorno questa volta vince).

Maritato 6,5: anche lui finalmente si sblocca. Non segnava dalla vittoria di Carrara, un’eternità. Esulta con rabbia. Sicuramente si è tolto un gran peso.

All. Foscarini 7: la Pro Piacenza in casa non perdeva da ottobre. Indovina tutte le mosse e conquista tre punti importanti su un campo difficile.

PRO PIACENZA

Fumagalli 6: incolpevole sui due gol subiti.
Calandra 5: chiude male sul raddoppio di Maritato. Spesso in confusione.
Bini 4,5: sbaglia posizione su entrambi i gol.
Bianco 5: anche lui non riesce a contrastare le avanzate avversarie.
Girasole 5: evanescente così come il resto della squadra (59’ Aspas 4,5: mai in partita, rimedia un rosso nel finale).
Pugliese 5,5: parte bene, si spegne con il passare dei minuti (80’ Avanzini sv).
Martinez 6,5: uno dei pochi che prova a fare qualcosa davanti. Sue le occasioni migliori.
Belotti 5: si vede pochissimo e commette molti errori.
Barba 5: da lui Pea si aspetta qualcosa di più, ma oggi gira sempre a vuoto.
Pesenti 5: non pervenuto in fase offensiva.
Bazzoffia 6: nel primo tempo si fa vedere con una certa continuità. Cala nella ripresa.
All. Pea 6: la salvezza è già in archivio da qualche giornata. Ora prova a guadagnarsi i playoff, ma il suo compito l’ha già svolto.

 

 

Riproduzione riservata ©

19 commenti

 
  1. # Rigoristabuono

    Mister, se c’è un rigore lo batto io,chiamami che vengo, non voglio nulla è…

  2. # Polpetta

    Sempre forza Livorno

  3. # Morchia

    Dopo la Lupa Roma, il Pro Piacenza, c’ho i brividi dè!

    1. # ULTRAS 71 FOSSA

      CARO MORCHIA, LE COSE SONO DUE: SE SEI PISANO OLTRE AI BRIVIDI POTRAI VEDERE ANCHE LE COMICHE A VEDERE I LTUO PISA STASERA CONTRO IL PERUGIA. SE SEI IL TIPICO TIFOSO DA TASTIERA O TIFOSO OCCASIONALE NON VENIRE NEMMENO AI PLAY OFF ……..

      1. # Morchia

        Pisani siete voi che difendete l’indifendibile: campionato ridiolo, squadra ridiola e tifosi ridioli. Allo stadio mi ci vedi quando ci sarà una partita di calcio, per adesso vedo solo gente che dà pedate nel pallone a caso. Se poi vi garba così buon per voi, ma non dare del pisano a chi gli piace vedere le partite di Calcio con la C maiuscola, non ci fai bella figura.

        1. # amaranto67

          vai a firenze allora… noi non siamo sportivi, siamo TIFOSI.

          1. # Morchia

            Andate voi in qualche paesino dell’entroterra pisano a fare a gollettoni sugli spalti fatti con le impalcature, Livorno si merita ben altro che la Legapro.

  4. # MACO

    Ma non si può richiamare Vincioni solo per battere i rigori???

  5. # Avvantaggiato

    Vantaggiato che fa goal saltando il portiere??? secondo me la Pro Piacenza ha una seggiola in porta!

  6. # Marco975

    Non ho potuto seguire la partita, se non del tutto fugacemente ( giocare il martedì alle 14.30 è un’indecenza ed un’offesa per tutti i tifosi)
    In ogni caso, al di là della pochezza dell’avversario, vincere due a zero in trasferta , senza peraltro rischiare quasi nulla, rappresenta sempre un qualcosa di positivo. Le vittorie, oltre a punti, “fanno morale”, aumentano convinzione ed autostima, rendono il lavoro infrasettimanale più sereno. Il ritorno al goal sia Vantaggiato che di Maritato mi pare un’altra ottima notizia.
    La squadra deve continuare su questa strada, a partire da sabato pomeriggio a Pontedera, dove è obbligatorio vincere. Cerchiamo di arrivare ai play-off in buone condizioni e con il miglior piazzamento possibile: poi si vedrà…
    Quanto a stasera, speriamo in qualche “bona nova” da Cremona, Arezzo e, ultimo ma non ultimo, anche dal Curi di Perugia…
    Forza Livorno Sempre
    PS Spinelli vattene!

  7. # ALF

    Il Pro Piacenza sarà anche poca cosa, però nelle ultimi 15 partite ha fatto 8v 3p 4p, uguale al Livorno. Solo il Giana ha fatto meglio. L’ Alessandria 7v 2p 6p nelle ultime 15 partite.

  8. # Mata

    Troppo facile venire allo stadio in serie A .Allo stadio anche in terza categoria sennò un ragionate nemmeno del livorno!Calcio.con la C Maiuscola …ma Dio levatevi ……..Infatti tutte le Domenie e devi anda’ ar Nou Camp o ar Santiago Bernabeu…..
    Ps : Anche in serie A lo stadio s’è riempito 3 vorte l’Anno…….

    1. # Morchia

      Mi bastava la serie B. Visto come ragionate è normale che in serie A veniva meno gente che in Legapro… a voi non vi garba il calcio vi garba fa casino.
      Spinelli mi rivedi prestino vai… ti ricordo cosa avevi detto a fine campionato dello scorso anno: farò la squadra per tornare subito in B… e c’è anche gente che ci crede.

  9. # giova67

    FORZA TORO VANTAGGIATO. ….SEMPRE COSÌ. ..SI È RISVEGLIATO. …..ANCHE NELLA PROSSIMA ..DAI LIVORNO OLE. ….DEVI VINCEREEE! !!!

  10. # Astarotte

    Deh la domeni’a se la gente ‘un va allo stadio ni tocca rigovernà….

  11. # realista

    vittoria inutile come tutto il campionato che sta facendo il livorno, dove l’unico obbiettivo reale è stato gia raggiunto da tempo, la salvezza.

  12. # giova67

    SPERIAMO CHE MURILLO SI RIPRENDA UN PO….PERCHÉ È UN BUON GIOCATORE MA DEVE BUTTARLA DENTRO….un po come Paulino..i primi anni nel Livorno ….nemmeno a porta vuota…. se si incattivisce un po’ in area può fare tanti gol…pensiamo positivo perché i numeri li ha…

  13. # Marco975

    Sono estremamente critico con gli ultimi anni della gestione Spinelli, così come verso chi ha difeso (e si ostina cocciutamente ancora a difendere) il genovese.
    Però mi pare un po’ troppo “ganzo” prima seguire il Livorno in serie A o B ed ora snobbarlo in Lega Pro, per giunta prendendo per i fondelli chi sostiene la maglia amaranto…Mi pare che molti “fini intenditori” – o presunti tali- confondano il concetto di “tifo” con quello di “moda”.
    In ogni caso, i palati fini se ne stiano pure a vedere “il grande calcio” su SKY(FO); noi tifosi “proletari” non ne sentiremo la mancanza.

  14. # giova67

    È RAGAA….MA CELLINI RIENTRAA???? BOIA ….SARÀ MEGLIO…COSA DITE..??? IO PENSO DI SI’!! NON SI SA’…VE LO DIO…APPARTE L’ALESSANDRIA…..IL LIVORNO È ALLA PARI DELLA CREMONESE…NE PIU NE MENO…AVETE VOGLIA DI DI’….LO DICONO GLI SCONTRI DIRETTI….ORA ASFALTIAMO IL PONTEDERA…POI SI PARLA….DAI LIVORNO OLE. .DEVI VINCEREEE