Cerca nel quotidiano:


Stadio, i tifosi “indisciplinati” potranno essere allontanati dalla società

Nasce l'istituto di gradimento: sarà il Livorno Calcio ad agire direttamente verso quei tifosi che violeranno le regole da tenere durante la partita. Si rischia "l'esclusione della visione dell'evento" come sorta di prevenzione prima del Daspo

giovedì 23 agosto 2018 14:45

Mediagallery

In vista dell’imminente inizio della stagione calcistica 2018/19 vi sarà un’importante novità per quanto riguarda i tifosi che si recheranno allo stadio. Il protocollo d’intesa stipulato il 4 agosto 2017 tra il Ministero dell’Interno, il Ministro dello Sport, il Coni, la Federazione Italiana Giuoco Calcio, le quattro leghe calcistiche e le componenti Arbitri ha modificato totalmente il punto di vista nella gestione degli eventi calcistici puntando su concetti forti come l’inclusione, la normalizzazione e la responsabilizzazione, ponendo il tifoso al centro. Proprio in quest’ottica è nato l’istituto di gradimento. Il suo funzionamento è stato spiegato il 23 agosto all’Hotel Palazzo dal dg del Livorno Mirco Peiani, dal questore Lorenzo Suraci e dal capo di Gabinetto Daniele Ridente. Quest’ultimo ha sottolineato come “chi partecipa ad un evento ne è responsabile quindi la società può prendere provvedimenti in maniera diretta verso coloro che violeranno il regolamento da tenere durante queste manifestazioni. La pena sarà l‘esclusione della visione dell’evento per un determinato periodo deciso unicamente dal Livorno Calcio. Occorre educare il cittadino a tenere un comportamento adeguato e da parte nostra ci sarà il massimo sostegno verso la società amaranto”.
Dello stesso tenore anche il questore: “Capisco che per la società non sarà facile sanzionare i propri tifosi ma questo rappresenta un grande passo in avanti visto che si tratta di una sorta di prevenzione per il Daspo (divieto di accedere alle manifestazioni sportive, ndr). E’ importante poter vivere una partita nella massima sicurezza”.
Il dg Peiani applaude l’iniziativa: “La società si avvicina ai tifosi facendo capire il comportamento che si deve tenere allo stadio. Si viene per vedere uno spettacolo con la famiglia e se qualcuno si comporta male è giusto che venga allontanato”.

Riproduzione riservata ©

14 commenti

 
  1. # u8go nogarinINO sono otto

    BRAVI!

  2. # max

    Brava Questura e brava A:S: Livorno calcio, allo stadio si viene a goderci un bellissimo spettacolo nel rispetto sostenendo i nostri gloriosi colori.

  3. # amaranto67

    la sensazione è che certe regole valgano solo per i livornesi, ai tifosi che vengono da noi è concesso tutto, lamperogeni, aste larghe come manganelli, bombe carta e e bandiere con simboli proibiti per legge, mentre quando andiamo noi in trasferta ci sequestrano anche i pacchetti di seme.

    1. # 0586

      Pienissimamente d’accordo con te….ma cosa vuoi il “colore” della Nostra tifoseria è sempre andato giù male a tutti!!

  4. # #UnoACaso

    Speriamo di rivedere sempre più bambini DI ETA’ e sempre meno bambini nel CERVELLO.

  5. # Stefano

    Senza Ultras non c’è partita

  6. # Emiliano

    Perchè non iniziano dalla curva della Lazio.
    Gli autori del volantino. Che vieta alle donne di sedersi.nelle prime dieci file , cosa fate li premiate ?

  7. # alino

    sinceramente sono anni che non vedo eccessi nella tifoseria merito anche dei capi ultra’. e lo dico pur non essendo un ragazzotto ma un adulto di 50 anni che segue con passione il Livorno ma che non vedo di buon occhio gli eccessi.

  8. # Massimo

    Vorrei ricordare ai primi due commentatori e sopratutto a Max , che non è un iniziativa livornese ma nazionale del ministero degli interni del CONI e della FIGC e che vale per tutti gli stadi italiani . Quindi non vedo eventualmente perché fare i complimenti alla questura di Livorno e al Livorno! Personalmente mi sembra un un motivo in più per allontanare le persone dagli stadi .. non c’era veramente il motivo per fare questa iniziativa!

    1. # u8go nogarinINO sono otto

      scusa ma io non la penso come te..

  9. # biggì

    Povero stadio, in che condizioni versa!

  10. # Gianluca

    La federezione e lo stato dovreberro pensare all’intero marcio sistema calcio e alla sicurezza degli stadi..il nostro cade a pezzi! E no a queste assurdita’

  11. # gary

    Ma lo stadio cosa si aspetta a sistemarlo che cada giù con persone al seguito,neppure nel Burundi c’è uno stadio come quello diroccato di Livorno……. Comunque forza Magico Livorno

  12. # D

    Ottima iniziativa, si va allo stadio per seguire uno sport, si va con la famiglia, senza la paura di ricevere strattoni spintoni o peggio veder volare cazzotti. Siamo in una società civile o siamo tra i barbari?
    Bisognerebbe goderci una giornata in tranquillità invece che come tanti aspettano le partite per fare risse o cercare rogne.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003 e degli art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.
Il commento e il nick name da lei inseriti potranno essere pubblicati solo previa lettura da parte della redazione. La redazione si riserva il diritto di non pubblicare o pubblicare moderandolo sia il commento che il nick name. Se acconsente prema il bottone qui sotto “commenta l’articolo”.