Cerca nel quotidiano:

Condividi:

US Livorno-W3 Maccarese 1-1, amaranto in finalissima con sofferenza

Domenica 5 Giugno 2022 — 18:45

Decisivo il gol di Frati dopo quattro minuti. Il pareggio di Tisei non basta alla Maccarese. Amaranto che con molta fatica (e poco gioco) si giocheranno la serie D in finalissima contro il Pomezia (gara andata e ritorno)

di Filippo Ciapini

Finisce uno a uno la sfida tra US Livorno e Maccarese ma che sofferenza. Amaranto che non offrono una prestazione memorabile ma nonostante questo staccano il pass per le finali nazionali. La squadra di Giuseppe Angelini passa in vantaggio con un bel colpo di testa di Frati dopo solo quattro minuti, poi il pareggio di Tisei alla mezz’ora con un destro da fuori area. Per tutta la gara poi l’US Livorno fatica a trovare la quadra del gioco dando pochi spunti agli attaccanti di produrre azioni davvero pericolose. L’unico brivido della seconda frazione viene proprio dagli ospiti con una traversa colpita dallo stesso Tisei. Un impreparato Pulidori poi, da terra, si rialza di scatto compiendo un autentico miracolo sulla respinta di Ciorciolini. Dopo sei minuti di sofferenza pura però l’arbitro sancisce la fine della gara mandando gli amaranto alla finalissima dove ad attenderli ci sarà il Pomezia. Ma che fatica (gara di andata il 12 al Picchi e il 19 in trasferta).

Pulidori 6.5: Non può nulla sul gol. Piazzato male sulla traversa ma la parata sulla respinta successiva è un miracolo vero.

Palmiero 5.5: Da rivedere il piazzamento sul pareggio della Maccarese, non esalta. (Dal 60’ Petronelli 6.5: Prova a portare in vantaggio la squadra, corre tantissimo).

Ghinassi 6: Gestisce con tranquillità i momenti di sofferenza.

Russo 6.5: Anticipa Damiani lanciato a rete con una scivolata determinante.

Giuliani 6: Sufficienza piena ma non basta. Con quelle qualità infatti servono più galoppate.

Apolloni 6: Nella prima mezz’ora non lo prendono mai, poi la condizione cala. Ma non può non giocare, è praticamente mezza squadra.

Luci 5.5: Si fa saltare in occasione del pareggio. In fase di impostazione è poco preciso. Esce per infortunio. (Dal 34’ Gargiulo 6: Orchestra le azioni in mezzo al campo).

Pecchia 6: Partita condizionata dall’ammonizione. Ci ha abituato a prestazioni decisamente migliori. (Dal 75’ Franzoni sv).

Frati 7: Segna il vantaggio con un bel colpo di testa. Rete meritata per quanto visto in questa stagione. (Dal 60’ Giampà 6.5: Prima entra come terzino e produce due importanti azioni, poi come centrale è un muro).

Vantaggiato 5.5: Oggi non è il protagonista della gara, ma i palloni giocabili sono pari a zero.

Torromino 5.5: Assist perfetto per Frati, poi sparisce letteralmente dal campo. (Dal 71’ Bellazzini 5.5: Alcuni falli a fine partita e decisioni tattiche sbagliate gli costano l’insufficienza).

PARLA IL MISTER ANGELINI –  “Così è dura, lo diciamo sempre. Devono tornare a giocare a calcio, non riescono a fare le cose che facevano prima o in allenamento. Questo è evidente, non è un problema di chi gioca, ma di atteggiamento. Conosco solo un modo per vincere, giocare a calcio. La Maccarese ha giocato, noi no. Non so quanto possa durare questa cosa, prima o poi le squadre se scappi sempre indietro ti fanno gol. Per andare in Serie D bisogna essere lucidi”.

LE PAROLE DI APOLLONI –  “L’importante era andare in finale, anche se con fatica. Il mister ha ragione dobbiamo migliorare quando siamo in partita, in allenamento esprimiamo un calcio differente. Con lui abbiamo lavorato sull’aspetto mentale, per me era difficile gestire la tensione essendo livornese. Grazie al mister e ai giocatori più esperti sto lavorando sempre di più per migliorarmi”.

LE PAROLE DI FRATI –  “Da queste partite mi porto la voglia di passare il turno, anche se non abbiamo vinto c’è sempre stata la volontà di andare in finale. Questo è importante per la squadra, siamo tutti pronti per realizzare l’obiettivo. La coesione di tutti per raggiungere la promozione è fondamentale”.

Condividi:

Riproduzione riservata ©